liga 2a giornata

Napoli - Feyenoord

Martedì 26 Settembre ore 20:45

7 “Gol” nelle ultime 8 partite europee del Napoli

Vincere per ristabilire le gerarchie nel girone. Sembra questo l’obiettivo del Napoli nella 2ª gara di Champions contro il Feyenoord. Si affrontano le 2 squadre che hanno perso le prime 2 gare disputate. I partenopei hanno perso per 2-1 contro lo Shakhtar Donetsk, mentre gli olandesi hanno subito un netto 4-0 in casa dal Manchester City.

Dunque i 3 punti diventano fondamentali per entrambi, considerando anche i prossimi impegni. Il Napoli nella 3ª giornata della competizione sarà impegnata sul campo del Manchester City, mentre il Feyenoord riceverà lo Shakhtar Donetsk.

Il pronostico:

“1” (1.15) – rischio basso

“Mertens segna si” (1.50) – rischio alto

Alternative: “Over 1.5 casa” (1.13) – rischiao basso 

Le quote sono basse. In proporzione ai rischi, vi abbiamo suggerito secondo noi le giocate più interessanti. In redazione ci siamo confrontati anche sull’ “1X + Over 1.5” e sull’ “1 + Over 1.5”, ma le quote sono basse e poco interessanti.

Gli azzurri si approcceranno a questa partita con in testa 2 pensieri: 1) l’infortunio di Milik; 2) l’obbligo di vincere questa partita per non compromettere il cammino nel girone.

Sarri ha sottolineato la crescita caratteriale della squadra rispetto allo scorso anno, ma a noi continuano a non convincerci né i goal subiti, né tantomeno i ripetuti approcci errati alle partite. Ritrovarsi troppe volte a rincorrere il risultato rappresenta un rischio logorante e che solitamente non riguarda e big. Detto questo, il Napoli parte assolutamente favorito in questa partita, anche perché il San Paolo sarà una bolgia tutta azzurra. Vietata infatti la trasferta ai tifosi olandesi.

Lo studio statistico: 

Esiti in comune tra le due squadre: /

I FATTORI CHIAVE NELLA SCORSA CHAMPIONS

NAPOLI

IN GENERALE (8 gare)

3 V (38%), 2 P (25%), 3 S (38%)

  • 2 sconfitte consecutive
  • Solo 1 vittoria nelle ultime 6 gare
  • 7 gare in cui subisce goal nelle 8
  • 7 gare in cui segna almeno un goal nelle 8
  • 3 “Gol” consecutivi
  • 7 “Gol” nelle 8 gare
  • 3 “Over 2.5” consecutivi
  • 6 “Over 2.5” nelle 8 gare

IN CASA (4 gare)

1 V (25%), 1 P (25%), 2 S (50%)

  • 2 “2” (sconfitte) nelle ultime 3 gare
  • 3 “X2” consecutivi
  • 3 “Gol” nelle 4 gare
  • 3 “Over 2.5” nelle 4 gare

I FATTORI CHIAVE NELLA SCORSA EUROPA LEAGUE

FEYENOORD

IN GENERALE (6 gare)

2 V (33%), 1 P (17%), 3 S (50%)

  • 2 sconfitte consecutive
  • 3 gare consecutive senza vittorie
  • Solo 1 vittoria nelle ultime 5 gare
  • 2 gare consecutive in cui non segna goal
  • 5 “No Gol” nelle 6 gare
  • 5 “Under 2.5” nelle 6 gare

IN TRASFERTA (3 gare)

MAI V, 1 P (33%), 2 S (67%)

  • SEMPRE “1X”
  • 2 “1” (sconfitte) nelle 3 gare
  • SEMPRE “Gol Casa”

News dai campi:

Qui Napoli.
Con la sconfitta rimediata in Ucraina alla 1ª giornata, il cammino del Napoli nella competizione si è fatto già in salita. A questo punto battere lo Shakhtar al San Paolo è quasi obbligatorio. Nell’ultimo turno di campionato è arrivato il successo per 3-2 in casa della Spal, acciuffato nel finale grazie a Callejon. I partenopei guidano la classifica a pari punti con la Juventus.

Sarri dovrebbe schierare i suoi con il solito 4-3-3. Callejon, Mertens (capocannoniere della squadra con 6 reti in campionato) e Insigne dovrebbero essere confermati nel tridente offensivo, anche perché Milik resterà out per 4 mesi.

Le parole di Sarri riportate su Corrieredellosport.it: “Partita importante, non decisiva solo perché ci sono tante partite dopo. Feyenoord? Quando si parla dell’Ajax si dice che è difficile, quando si parla di loro si dice che è facile… Si tratta di una squadra forte, che quando attacca è pericolosa. Ha degli ottimi giovani di cui sentiremo parlare”.

Sulla tenuta mentale della squadra: Caratterialmente noi quest’anno abbiamo qualcosa di più, abbiamo delle reazioni forti nei momenti di difficoltà: spero che sia una caratteristica che ci porteremo dietro tutto l’anno”.

Sarri è arrabbiato per l’infortunio di Milik: Non ci dobbiamo piangere addosso, mi dispiace se vengo accusato di piangere, ma il terreno di gioco di Ferrara era indegno. Callejon ha le caratteristiche per giocare prima punta, anche Ounas ha il potenziale per farlo. Rimpianti per le cessioni di Pavoletti o Zapata? Non sono il presidente o il direttore sportivo, non ho venduto nessuno”.

Poi ancora: “Mi sembra ridicolo limitare la lista Champions e poi far fare 70 partite ai giocatori. Anche le altre squadre si troverebbero nella stessa situazione. Se Higuain o Icardi si facessero male Juve e Inter avrebbero lo stesso problema”.

Qui Feyenoord.
Il 4-0 subito in Champions 15 giorni fa ha aperto una piccola crisi nella squadra olandese. Gli olandesi, infatti, sono reduci da 2 sconfitte di fila in campionato (1-0 contro il PSV, 2-0 contro il Breda). L’unico successo di queste ultime settimane è arrivato in Coppa, nei 32esimi di finale contro il Den Haag.

Il tecnico dovrebbe schierare i suoi con un modulo speculare, con Berghuis. Kramer e Boetius che cercheranno di dar fastidio alla difesa partenopea. Mancheranno all’appello sono Jorgensen e Vermeer. Berghuis è il capocannoniere della squadra in campionato con 4 reti.

Le parole di Van Bronckhorst in conferenza riportate su iamnaples.it: “Nel nostro stadio c’è un’atmosfera incredibile. Anche qui sarà bellissimo, peccato però non ci siano i nostri tifosi, ma capisco la decisione delle autorità. Il gioco del Napoli è molto bello, è una squadra in forma. Sarà una bella sfida. Mertens? Al Napoli ha fatto uno sviluppo incredibile, in Olanda giocava esterno nel Psv Eindhoven, con tanti cross per i compagni”. 

Curiosità (Opta)

Questo sarà il 1° confronto ufficiale tra Napoli e Feyenoord.

L’unica vittoria degli azzurri contro una squadra olandese in competizioni europee è datata dicembre 1969 contro l’Ajax nella Coppa delle Fiere (1-0). Da allora, non sono mai riusciti a imporsi in 5 partite (2 pareggi, 3 sconfitte) concedendo anche 13 goal.

Il Feyenoord ha perso 2 delle 3 trasferte italiane in Champions League non riuscendo mai a mantenere imbattuta la propria porta.

Il Napoli è passato agli ottavi in 2 delle ultime 3 partecipazioni, ma non è mai andato oltre.

Il Feyenoord, invece, non è mai andato oltre la fase a gironi e ha vinto soltanto due delle ultime 16 partite di Champions League (per il resto, 6 pareggi e 8 sconfitte) perdendo tutte le ultime 4 e 4 delle ultime 5 trasferte.

I numeri in Champions del tridente delle meraviglie:

Callejon (5 reti in 20 partite complessive)

Insigne (3 reti in 15 partite complessive)

Mertens (5 reti in 14 partite complessive)

  • Il Napoli ha perso 2 delle 12 gare casalinghe di Champions disputate da quando De Laurentiis è presidente
  1. Napoli – Benfica 4-2
  2. Napoli – Villareal 2-0
  3. Napoli – Bayern 1-1
  4. Napoli – Manchester City 2-1
  5. Napoli – Chelsea 3-1
  6. Napoli – Bilbao 1-1
  7. Napoli – BVB 2-1
  8. Napoli – Marsiglia 3-2
  9. Napoli – Arsenal 2-0

Probabili formazioni:

Napoli (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Jorginho, Hamsik; Callejon, Mertens, Insigne. All.: Sarri.

Feyenoord (4-3-3): Jones; Diks, Botteghin, van der Heijden, Nelom; Amrabat, El Ahmadi, Vilhena; Basacikoglu, Kramer, Boetius. All.: van Bronckhorst.