liga 6a giornata

Feyenoord - Napoli

Mercoledì 6 Dicembre ore 20:45

Sempre “1” nelle ultime 3 trasferte europee degli azzurri

Se invece che di calcio, stessimo parlando di danza artistica, il Napoli vincerebbe ad honorem il titolo di Campione d’Italia. Ma in uno sport così romantico e favolistico come il calcio, il risultato è importantissimo. Pensate un po’ a quanti sogni ha regalato negli anni 80 un Napoli capace di chiudere il campionato italiano davanti alla Juventus e capace pure di vincere in Europa.

Con la vittoria il bel gioco assumerebbe un valore diverso, trascendentale, educativo: la squadra più povera che ha la meglio su quella più ricca. Un po’ come fatto dall’Atletico Madrid di Simeone qualche anno fa in Spagna, quando arrivò davanti a colossi mondiali come Barcellona e Real Madrid.

Sogna il futuro, impara dal passato e concentrati sul presente

E invece, ahi noi, ci stiamo accontentando tutti di vedere il Napoli giocare bene e basta. La stampa fa altrettanto, perché tanto scrive ciò che il popolo vuole leggere, e piano piano, di rimbalzo, anche il Napoli di Sarri si sta accontentando di collezionare applausi per le sconfitte a testa alta. Tra l’altro da queste parti, un’eliminazione beffa clamorosa è già capitata diverse volte. La più difficile da digerire? Quella dell’arrivo a quota 12 punti insieme ad Arsenal e Borussia Dortmund. Furono lacrime per Higuain!

Questo Napoli è solo bello?

E se quel Napoli di Benitez, così come il Napoli sbarbatello di Mazzarri, fu capace di vincere almeno la Coppa Italia, il Napoli di Sarri per ora è rimasto fermo a quota zeru tituli. Bene, se il nostro compito è quello di sforzarsi di oggettivare quanto più possibile il nostro punto di vista sul mondo calcio, la premessa al pronostico su Feeyenoord – Napoli è questa. Col cuore meridionale, speriamo in un epilogo diverso, ma i fatti, al momento, ci costringono a guardarli, senza troppi fronzoli. Magari una crescente capacità critica di stampa e tifosi, a volte, può valere da motivazione in più, sia per la squadra che per i giocatori. Pensiamoci!

Prima di tuffarci nello studio, una riflessione!

Il nostro ruolo di tifosi può essere meno passivo rispetto a quello del pubblico di un’esibizione di danza. Il nostro ruolo può essere molto più utile, critico, creativo e da protagonisti. Intanto, noi della redazione di Okpronostico tifiamo calcio, e quindi forniamo il nostro sguardo critico sugli errori e i limiti dimostrati dalla statistica, consapevoli che siano superabili innanzitutto con un’azione: il riconoscimento del limite stesso, poi da superare! Magari Sarri prima o poi ci leggerà, e ci capirà se si sveglia!

Buono studio ragazzi!

I calcoli per il passaggio del turno

  • Il Feyenoord è matematicamente quarto.
  • Il Napoli deve vincere e sperare che lo Shakhtar perda; in questo caso, partenopei arriverebbero secondi grazie alla migliore posizione negli scontri diretti.

La classifica

Manchester City 15

Shakhtar 9

Napoli 6

Feyenoord 0

Il pronostico:

“Over 1.5” (1.12) – rischio basso

“2” (1.32) – rischio alto

“Over 2.5” (1.47) – rischio alto

“Gol” (1.80) – rischio altissimo

Alternative: “2 + Over 2.5” (1.75) – rischio altissimo; “2 + Gol” (2.55) – rischio altissimo

Il punto statistico delle due squadre in Champions

Il Feyenoord in questa Champions ha perso soltanto. Nelle 2 gare casalinghe fin qui disputate, sono arrivati SEMPRE “2” e “Over 2.5”.

Il Napoli non ha mai pareggiato in questa competizione (2 vittorie e 3 sconfitte), offrendo SEMPRE “Over 2.5” e 4 “Gol”. Tra questa e la scorsa edizione, 5 sconfitte nelle ultime 7 gare e sono 7 gli “Over 2.5” consecutivi dei partenopei. In trasferta3 “1” (sconfitte) nelle ultime 4 gare e 5 “Over 2.5” nelle ultime 6.

Il punto statistico delle due squadre in campionato

Sta traballando un po’ il Feyenoord in campionato, in cui è 5° e non perde da 5 giornate. 8 “Under 2.5” e 9 “Under 3.5” in 14 gare disputate. In casa 5 “1X” in 7 gare, 4 “Under 2.5” e 5 “Under 3.5“, 4 i “No Gol“.

Il Napoli in campionato ha interrotto a 26 le gare consecutive di imbattibilità. Sono 10 gli “Over 2.5” e 7 i “Gol” finora in Serie A. In trasferta 21 “X2” consecutivi, mentre sono 19 gli “Over 2.5” nelle ultime 23 gare.

Lo studio statistico: 

Esiti in comune tra le due squadre: “Gol”, “Over 2.5”

FEYENOORD (30°)

IN GENERALE (5 gare)

MAI V, MAI P, 5 S (100%)

  • SEMPRE sconfitte
  • 3 “1” nelle ultime 4 gare
  • 5 gare consecutive in cui subisce goal
  • 3 “Gol” nelle ultime 4 gare
  • 4 “Over 2.5” nelle 5 gare
IN CASA (2 gare)

0 V (0%), 0 P (0%), 2 S (100%)

  • 2 “2” (sconfitte) consecutivi
DALLO SCORSO CAMPIONATO

Non ci sono statistiche in corso interessanti

NAPOLI (20°)

IN GENERALE (5 gare)

2 V (40%), MAI P, 3 S (60%)

  • SEMPRE “12” (senza pareggi)
  • 2 sconfitte nelle ultime 3 gare
  • 4 “1” nelle 5 gare
  • SEMPRE “Gol Casa”
  • 5 gare consecutive in cui segna almeno un goal
  • 4 “Gol” nelle 5 gare
  • SEMPRE “Over 2.5”
IN TRASFERTA (2 gare)

0 V (0%), 0 P (0%), 2 S (100%)

  • 2 “1” (sconfitte) consecutivi
DALLO SCORSO CAMPIONATO
  • 8 gare consecutive in cui segna almeno un goal
  • “12” (senza pareggi) consecutivi
  • “Gol Casa” consecutivi
  • “Over 2.5” consecutivi
  • sconfitte nelle ultime 7 gare
  • 7 gare in cui subisce goal nelle ultime 8
  • 12 gare in cui segna almeno un goal nelle ultime 13
  • “12” (senza pareggi) nelle ultime 9 gare
  • “Gol” nelle ultime 8 gare
  • 12 “Gol Casa” nelle ultime 13 gare
  • “Over 2.5” nelle ultime 9 gare
  • 12 “Over 1.5” nelle ultime 13 gare
  • “1” (sconfitte) consecutivi in trasferta
  • “Gol” consecutivi in trasferta
  • “Over 2.5” consecutivi in trasferta
  • “1” (sconfitte) nelle ultime 4 gare in trasferta
  • “Over 2.5” nelle ultime 6 gare in trasferta

News dai campi:

Qui Feyenoord.
 La squadra di Giovanni Van Bronckhorst ha perso finora entrambe le gare disputate in casa: 2-1 contro lo Shakhtar Donetsk e 4-0 contro il Manchester City.

Per il match contro i partenopei, Karim El Ahmadi dovrebbe ritornare a centrocampo, mentre mancheranno per infortunio i vari Haps, Botteghin e Van der Heijden.

Le parole di Van Bronckhorst in conferenza stampa riportate su Sportmediaset.it: “La motivazione non mancherà, sarà l’ultima gara in Europa di questa stagione, l’ultima possibilità per fare punti e proveremo a battere una grande squadra come il Napoli“.

Poi ancora: “Tra Napoli e Shakhtar secondo me non ci sono molte differenze. Il calcio in Olanda va cambiato, dobbiamo fare sforzi tutti, ma il futuro lo vedo molto positivo e spero si possano cambiare le cose per tornare a fare risultati in Europa”.

Qui Napoli.
Sarri potrebbe proporre Diawara in mezzo al posto di Jorginho, Maggio in difesa a destra con Hysaj a sinistra. In attacco Zielinski al posto di Insigne che non sta bene fisicamente. Il napoletano salterà la trasferta in terra olandese così come Milik e Ghoulam.

Queste le parole di Sarri in conferenza stampa riportate su Sportmediaset.it: “Questa è una partita che può essere decisiva e può non esserlo. Non ha a che vedere con il campionato. Con un pizzico di fortuna potremmo essere un gruppo capace di arrivare per due volte di fila agli ottavi e questo ci darebbe gusto. Quanto manca la possibilità di fare il 4-2-3-1? Lo abbiamo fatto quasi sempre bene. A Ferrara con la Spal ci ha permesso di cambiare la partita. Si tratta di un modulo su cui punto se ho Milik con Dries dietro, senza una prima punta tipica è tutto relativo”.

Poi ancora: “Con Guardiola mi scambio messaggi sul calcio in generale e lo offenderei se gli chiedessi di vincere, perché significherebbe mettere in dubbio la sua mentalità. Sono certo che il City giocherà per vincere, poi se lo Shakhtar sarà più bravo meriterà la qualificazione. Il City andrà a caccia di un record. Quando perdi dopo tanto tempo la sconfitta è dolorosa. Fa rabbia perché abbiamo concesso poco all’avversario. Meritavamo almeno il pareggio. Le prime due notti non sono state semplici ma poi si riparte. La gara in terra olandese ci dirà se siamo grandi perché i grandi cadono e si rialzano”.

Curiosità

  • Il Napoli ha già giocato due partite in Olanda, entrambe nella fase a gironi di Europa League, e non ha mai vinto: 3-3 contro l’FC Utrecht nel 2011-11 e sconfitta per 3-0 contro il PSV Eindhoven nel 2012-13 con Dries Mertens, ora al Napoli, autore del 2° goal.
  • Nella seconda giornata della fase a gironi, il Napoli ha battuto il Feyenoord per 3-1: si tratta della prima vittoria in assoluto dei Partenopei contro una squadra olandese (2 pareggi e 2 sconfitte negli altri precedenti).
  • Il Napoli ha perso 4 delle ultime 11 trasferte europee dal 2015/16 (6 vittorie e un pareggio nelle altre): l’anno scorso il Napoli ha raccolto 7 punti lontano dal San Paolo.

Probabili formazioni:

Feyenoord (4-3-3): Jones; Nieuwkoop, Van Beek, St. Juste, Haps; Amrabat, Toormstra, Vilhena; Berghuis, Jorgensen, Larsson. All.: Van Bronckhorst.

Napoli (4-3-3): Reina; Maggio, Albiol, Koulibaly, Hysaj; Allan, Diawara, Hamsik; Callejon, Mertens, Zielinski. All.: Sarri.