liga 11a giornata

Milan - Juventus

Sabato 28 Ottobre ore 18:00

Addirittura sempre “Over 3.5” nelle trasferte bianconere di questa Serie A.

Senza perderci in chiacchiere, passiamo alle curiosità statistiche più interessanti. La Juventus ha vinto 8 delle ultime 9 sfide di campionato con il Milan, l’unica sconfitta risale proprio all’ultimo scontro giocato a San Siro: 1-0. Già, i rossoneri hanno segnato solo 5 reti negli ultime 7 precedenti casalinghi.

Nikola Kalinic ha trovato la rete in tutti gli ultimi 3 match di campionato giocati contro la Juventus, mentre Gonzalo Higuaín non segna ai rossoneri da 4 precedenti di Serie A. A proposito, sia il Milan che la Juventus, nell’ultimo turno di campionato, ci hanno offerto grandi soddisfazioni in ottica marcatori. Centrate proprio le marcature di Higuain (1.50) in Juventus – Spal e Kalinic (2.50) in Chievo – Milan. Centrato anche il “2” (2.15) dei rossoneri, suggerito perché ci aspettavamo una presunta dimostrazione da parte del gruppo nei confronti di Bonucci.

Vamoooos!

Il pronostico:

“Under 1.5 1° Tempo” (1.37) – rischio medio

“X2 + Under 3.5” (1.70) – rischio altissimo

Alternative: “X2” (1.25) – rischio medio

Aldilà della statistica bianconera, non ci meraviglieremmo di fronte ad un approccio tattico da parte della Juventus. Sarebbe ora, per l’onore della tradizione difensivista italiana.

Diremmo “Under 1.5 1° Tempo” convinto se non fosse che il Milan anche nell’ultima partita ha concesso un goal e una traversa. Il “2” (1.97) non ci convince per un motivo su tutti: le squadre mediocri, come ad oggi è ancora questo Milan di Montella, in questi big match di tanto in tanto giovano del vantaggio di partire sfavoriti. Per intenderci: le occasioni a quota alta si aspettano, vedi la vittoria del Milan centrata martedì.

Nonostante almeno l'”Over 1.5″ sia più o meno costante anche nelle statistiche del Milan, va detta subito una cosa: il Milan ha chiuso le ultime 2 gare a San Siro con “No Gol Casa”, senza contare anche lo 0-0 nell’ultimo turno di Europa League.

Per quanto Kalinic di fronte alla Juve si indiavoli spesso, e ammesso che il Milan o una parte dello spogliatoio rossonero voglia ancora dimostrare a Bonucci, noi ci soffermeremmo sulle seguenti 3 chiavi di lettura: 1) Montella continua a pasticciare formazioni; 2) la Juve è tecnicamente superiore al diavolo; 3) nonostante stia soffrendo l’assenza di Bonucci, i bianconeri presentano in teoria una difesa comunque superiore a quella rossonera.

A proposito, sia da una parte che dall’altra, il vero assente di questa partita è Leonardo Bonucci.

Lo studio statistico: 

Esiti in comune tra le due squadre: “12”

MILAN (7°)

IN GENERALE (10 gare)

5 V (50%), 1 P (10%), 4 S (40%)

  • 3 sconfitte nelle ultime 5 gare
  • Solo 1 vittoria nelle ultime 5 gare
  • 9 “12” (senza pareggi) nelle 10 gare
  • 9 “Over 1.5” nelle 10 gare
IN CASA (5 gare)

3 V (60%), 1 P (20%), 1 S (20%)

  • 3 “1” (vittorie) nelle 5 gare
  • 3 “No Gol” consecutivi
  • SEMPRE “Under 3.5”
  • 3 “Under 2.5” consecutivi
DALLO SCORSO CAMPIONATO
  • 23 gare in cui segna almeno un goal nelle ultime 26
  • 11 “12” (senza pareggi) nelle ultime 12 gare
  • 18 “Over 1.5” nelle ultime 19 gare
  • “Under 3.5” consecutivi in casa
  • 14 “12” (senza pareggi) nelle ultime 15 gare in casa

JUVENTUS (3°)

IN GENERALE (10 gare)

8 V (80%), 1 P (10%), 1 S (10%)

  • 2 vittorie consecutive
  • 8 vittorie nelle 10 gare
  • Solo 1 sconfitta nelle 10 gare
  • 9 “12” (senza pareggi) nelle 10 gare
  • SEMPRE “Gol Casa”
  • 10 gare consecutive in cui segna almeno un goal
  • 4 “Gol” consecutivi
  • 5 “Over 2.5” consecutivi
  • 9 “Over 2.5” nelle 10 gare
IN TRASFERTA (4 gare)

3 V (75%), 1 P (25%), MAI S

  • SEMPRE “X2”
  • 3 “2” (vittorie) nelle 4 gare
  • SEMPRE “Gol”
  • SEMPRE “Over 2.5”
DALLO SCORSO CAMPIONATO
  • 39 gare consecutive in cui segna almeno un goal
  • 47 gare in cui segna almeno un goal nelle ultime 48
  • 16 “Gol Casa” consecutivi
  • 10 vittorie nelle ultime 12 gare
  • Solo 2 sconfitte nelle ultime 29 gare
  • 12 “12” (senza pareggi) nelle ultime 13 gare
  • 18 “Gol Casa” nelle ultime 19 gare
  • 12 “Over 2.5” nelle ultime 13 gare
  • 18 “Over 1.5” nelle ultime 19 gare
  • 18 “Gol Ospite” consecutivi in trasferta

News dai campi:

Qui Milan.
Montella pensa di inserire Zapata nella difesa a tre. Non dovrebbero esserci problemi per Biglia, uscito con un affaticamento a Verona. Né ci sono grandi dubbi sulla presenza di Suso e Calhanoglu alle spalle del centravanti: Kalinic favorito su André Silva.

Ecco cosa ne pensa della partita Montella in conferenza stampa: “Mi auguro sia la partita che ci può togliere gli ultimi freni, la squadra è diventata più coraggiosa, ha un’identità precisa, sa cosa fare con la palla. Lo spirito si è consolidato in questo periodo negativo e ha cementato la voglia di vincere. È da tempo che vedo che la squadra sta crescendo. Ora si sta avvicinando moltissimo al calcio e alla squadra che avevamo pensato questa estate, anche se tanti giocatori per fortuna possono ancora crescere molto. Con il Chievo si è accesa la miccia, ora vorrei vedere una fiamma vera.”.

Sulle presunte sfortune del Milan, poi piange: “Siamo passati al 3-5-2 soprattutto per sfruttare le caratteristiche di Conti e si è fatto male, quella con la Juve poteva essere la gara di svolta per Bonucci e non c’è, avevamo trovato la quadra con Bonaventura, e si è infortunato, ora si è fermato anche Calabria, se ci fosse posto e a San Siro potessimo invitare anche la fortuna…”.

Qui Juventus.
Sarà la Juventus migliore quella che affronterà il Milan a San Siro. Con Mandzukic tra i titolari dopo aver scontato il turno di squalifica, tornano anche Buffon e Chiellini, a riposo con la Spal. Ancora indisponibile Benatia, Allegri ha due dubbi in difesa: Barzagli-Rugani e Alex Sandro-Asamoah, mentre a centrocampo Pjanic e Khedira dovrebbero partire dal primo minuto.

Ecco come si è espresso Mr. Allegri sulla partita: “La vigilia è buona, andiamo a Milano a giocare una bella partita. Bisogna fare una grande partita per prendere i 3 punti con una squadra che ha fatto una bella vittoria con il Chievo. Mercoledì sera ero arrabbiato perché abbiamo sbagliato molto, una squadra come la Juventus non deve fare tutti quegli errori. Stiamo lavorando, i ragazzi lo hanno capito e spero che domani non si ripetano. Non sarà la partita della svolta, ma uno step per rimanere attaccati alle prime.”

Sulla squadra: Alex Sandro? Devo decidere se farlo giocare, sta trovando la condizione. Domani mattina deciderò, ho qualche dubbio sulla formazione anche perché poi abbiamo martedì la Champions. Mi darebbe fastidio non vincere, la partita è sempre Milan-Juventus, non sarà facile perché i rossoneri hanno avuto una bella partita mercoledì e sarà tosta. Chiellini rientra, gioca Buffon e poi uno tra Rugani e Barzagli.” Sicuramente il secondo dato che quel tenerone di Rugani gioca contro le matricole…

Sulla partenza in campionato: Pancia piena? Assolutamente no, i numeri delle prime sono migliori rispetto all’anno scorso. Napoli e Inter stanno facendo cose importanti, la differenza tra noi e gli azzurri sono i due rigori sbagliati da noi. Appena è uscito il calendario, ho subito detto che quest’anno il campionato si deciderà all’ultima giornata. Bisogna trovare un equilibrio, gli scontri diretti si vincono con una grande difesa”.

Sulla falsa partenza: “È difficile fare sempre 6 goal, quindi se non ne prendi ne basta uno per vincere. Noi abbiamo cambiato negli ultimi anni ben 9 titolari, mentre il Napoli son sempre gli stessi. Quindi questo dimostra che è normale che la Juventus faccia un po’ di fatica all’inizio.”.

Probabili formazioni:

Milan (3-4-2-1): Donnarumma; Zapata, Romagnoli, Rodriguez; Abate, Kessiè, Biglia, Borini; Suso, Calhanoglu; Kalinic. All. Montella

SQUALIFICATI: Bonucci

INDISPONIBILI: Bonaventura, Conti, Calabria

Juventus (4-2-3-1): Buffon; Lichtsteiner, Barzagli, Chiellini, Alex Sandro; Pjanic, Khedira; Cuadrado, Dybala, Mandzukic; Higuain. All. Allegri

SQUALIFICATI: nessuno

INDISPONIBILI: Howedes, Benatia, Pjaca