liga 8a giornata

Roma - Napoli

Sabato 14 Ottobre ore 20:45

Hamsik ad un passo da Maradona, ma la trasferta è vietata ai residenti in Campania…

Partita tanto attesa quanto delicata. Si tratta di un derby dal quale la stampa non vede l’ora di estrarre l’antagonista principale della Juventus. In particolare, in caso di vittoria bianconera alle 18:00, il Napoli si ritroverà costretto a conquistare almeno un pareggio onde evitare l’immediato sorpasso. E come se non bastasse, sia Di Francesco che Sarri sanno benissimo di essere attesi dalle difficili trasferte in casa del Chelsea l’uno (mercoledì) e in casa del Manchester City (martedì) l’altro.

Detto questo, attenti ai precedenti tra i due allenatori riportati di seguito nel proseguo di questo articolo. Intanto vi anticipo che, nonostante allenasse il Sassuolo, Di Francesco è reduce da 2 pareggi consecutivi contro il Napoli. D’altro canto però, spicca una cuisoità statistica a favore dei partenopei: il Napoli è la squadra più prolifica nei secondi tempi di questo campionato (16 reti), la Roma ha concesso tutti i 4 goal di questa Serie A proprio nelle seconde frazioni.

Quanto ai marcatori, nonostante fatichi a garantire le verticalizzazioni volute da Di Francesco e nonostante qualche lamentela pubblica per i pochi palloni servitigli in aria dai compagni, Dzeko per il momento, continua a segnare. Hamsik alla Roma ha già segnato e sogna la rete che gli permetterebbe di raggiungere Maradona almeno sugli almanacchi statistici. Mentre Insigne fa i conti con ben due motivi di rimprovero: 1) l’incapacità di essere leader, ancor più in nazionale; 2) non ha mai segnato nei precedenti di Serie A giocati contro la Roma. Il Super Nove Mertens invece, dal canto suo, così come il gigante Dzeko, è nel suo anno di grazia: il 2017.

Buono studio!

Il pronostico:

“Gol” (1.40) – rischio alto

Alternativa“X” (3.50) – rischio altissimo

Partita sin troppo insidiosa in chiave pronostico! E i bookmaker fanno pure i tirchi!

L’istinto e le parole di Di Francesco sull’importanza della fase difensiva mi sussurrano che un leggero rischio “X” aleggia su questa partita, il cervello mi urla: attento a questa partita, nessuno ti obbliga a pronosticare i big match di questo tipo.

Se da una parte la Roma potrebbe battere il proprio record di partite consecutive in cui è andata a segno, il Napoli cerca la 200ª in 84 partite di campionato con Mr. Sarri in panchina. Storicamente questa partita non è mai banale, pensate un po’ che se i due precedenti dello scorso campionato hanno offerto 2 “2 + Gol”, i precedenti di due anni fa hanno offerto 2 “Under 1.5”. 

Il leggero ritardo della “X” in Serie A per entrambe le squadre dura da 12 partite. A dire il vero, entrambe tendono pochissimo al pareggio. In comune le due squadre presentano interessanti statistiche a favore del “Gol” e soprattutto dell’“Over 2.5”, presente da 6 turni consecutivi all’Olimpico e in ben 18 delle ultime 19 trasferte di Serie A giocate dal Napoli. Agli antipodi invece, le statistiche sui segni, dato che l’Olimpico ha offerto 18 “1” nelle ultime 22 partite, mentre la squadra di Sarri ha offerto 13 “2” nelle ultime 14 trasferte.

A proposito, sul piano tattico il calcio verticale praticato da Di Francesco, ha già dimostrato di essere particolarmente indigesto per la difesa a zona del Napoli di Sarri che, tra l’altro, dovrà rinunciare al sostegno dei propri tifosi. Eppure attenzione: anche il tecnico giallorosso dovrà fare i conti con due fattori chiave a proprio sfavore: 1) la pressione mediatica che a Sassuolo non ha minimamente conosciuto né gestito; 2) le difficoltà della Roma a mettere i pratica le sue pretese integraliste.

Lo studio statistico: 

Esiti in comune tra le due squadre: “12”, “Over 2.5”

ROMA (5°)

IN GENERALE (6 gare)

5 V (83%), MAI P, 1 S (17%)

  • SEMPRE “12” (senza pareggi)
  • 4 vittorie consecutive
  • 5 vittorie nelle 6 gare
  • 6 gare consecutive in cui segna almeno un goal
  • 3 gare in cui non subisce goal nelle ultime 4
  • 4 “Over 2.5” nelle ultime 5 gare

IN CASA (3 gare)

2 V (67%), MAI P, 1 S (33%)

  • SEMPRE “12” (senza pareggi)
  • 2 “1” (vittorie) consecutivi
  • SEMPRE “Gol Casa”
  • SEMPRE “Over 2.5”

DALLO SCORSO CAMPIONATO

  • 27 gare consecutive in cui segna almeno un goal
  • vittorie nelle ultime 10 gare
  • 12 “12” (senza pareggi) consecutivi
  • 32 “12” (senza pareggi) nelle ultime 33 gare
  • 10 “Over 2.5” nelle ultime 12 gare
  • 22 “Over 1.5” nelle ultime 23 gare
  • 22 “Gol Casa” consecutivi in casa
  • “Over 2.5” consecutivi in casa
  • 12 “Over 1.5” consecutivi in casa
  • 18 “1” (vittorie) nelle ultime 22 gare in casa
  • 21 “12” (senza pareggi) nelle ultime 22 gare in casa
  • “Gol” nelle ultime 7 gare in casa
  • “Over 2.5” nelle ultime 7 gare in casa
  • 13 “Over 1.5” nelle ultime 14 gare in casa

NAPOLI (1°)

IN GENERALE (7 gare)

7 V (100%), MAI P, MAI S

  • SEMPRE vittorie
  • SEMPRE “12” (senza pareggi)
  • SEMPRE “Over 2.5”

IN TRASFERTA (4 gare)

4 V (100%), MAI P, MAI S

  • SEMPRE “2” (vittorie)
  • SEMPRE “Gol Ospite”
  • 3 “Gol” nelle 4 gare
  • SEMPRE “Over 2.5”

DALLO SCORSO CAMPIONATO

  • 12 vittorie consecutive
  • 19 gare consecutive senza sconfitte
  • Solo 1 sconfitta nelle ultime 34 gare
  • 19 gare consecutive in cui segna almeno un goal
  • 12 “12” (senza pareggi) consecutivi
  • 14 “12” (senza pareggi) nelle ultime 15 gare
  • 11 “Over 2.5” consecutivi
  • 37 gare in cui segna almeno un goal nelle ultime 38
  • “Gol Casa” nelle ultime 9 gare
  • 14 “Over 2.5” nelle ultime 15 gare
  • 37 “Over 1.5” nelle ultime 38 gare
  • 13 “2” (vittorie) nelle ultime 14 gare in trasferta
  • 18 “X2” nelle ultime 19 gare in trasferta
  • “Gol” nelle ultime 5 gare in trasferta
  • 19 “Gol Ospite” nelle ultime 20 gare in trasferta
  • 18 “Over 2.5” nelle ultime 19 gare in trasferta

News dai campi:

Qui Roma.
Qualche assenza di troppo in casa giallorossa, Schick e Strootman non convocati. Mr. Di Francesco sull’importanza della fase difensiva: “Chi perde sarà penalizzato anche psicologicamente, ma mancano tantissime partite. La prestazione sarà fondamentale, la squadra che farà meglio la fase difensiva di squadra otterrà un risultato importante. Di squadra, è fondamentale questo, è il pregio di una squadra che vuole ambire a qualcosa di importante”.

Fazio o Jesus? “È importante valutare secondo gli avversari, che hanno giocatori piccolini di grande tecnica e in grado di attaccare la profondità. Fazio lo vedrò oggi per la prima volta e non va sottovalutata questa situazione, ricordandoci anche che non c’è solo il Napoli, ma anche altre partite.

Sullo scudetto: “Si può toccare ferro? Ambire e migliorarsi è un piacere, importante è credere in se stessi e lavorare con umiltà. Meglio farmi questa domanda domani in caso di vittoria”.

Qui Napoli.
Si va verso la conferma della formazione titolare. Anche per il Napoli è arrivato il momento di una partita seria in cui testare i propri presunti progressi. Anche per i partenopei si tratterà non solo del derby del Sud, ma anche della vigilia di una difficilissima trasferta in Inghilterra.

I precedenti tra Di Francesco e Sarri

  • Sassuolo – Napoli 2-2 (Serie A 16/17)
  • Napoli – Sassuolo 1-1 (Serie A 16/17)
  • Napoli – Sassuolo 3-1 (Serie A 15/16)
  • Sassuolo – Napoli 2-1 (Serie A 15/16)
  • Empoli – Sassuolo 3-1 (Serie A 14/15)
  • Sassuolo – Empoli 3-1 (Serie A 14/15)
  • Sassuolo – Empoli 1-1 (Serie B 12/13)
  • Empoli – Sassuolo 0-3 (Serie B 12/13)
  • Lanciano – Perugia 0-2 (Lega Pro – Girone B 08/09)

Probabili formazioni:

Roma (4-3-3): Alisson; Bruno Peres, Manolas, Fazio, Kolarov; Nainggolan, De Rossi, Pellegrini; Perotti, Dzeko, Florenzi. Allenatore: Eusebio Di Francesco
Indisponibili: Emerson, Nura, Schick, Defrel, El Shaarawy, Strootman
Squalificati: /

Napoli (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Jorginho, Hamsik; Callejon, Mertens, Insigne. Allenatore: Maurizio Sarri
Indisponibili: Milik, Tonelli
Squalificati: /