liga 13a giornata

Napoli - Milan

Sabato 18 Novembre ore 20:45

7 “Gol” negli ultimi 8 precedenti al San Paolo

Lo studio di questo anticipo di Serie A parte dai precedenti: il Napoli infatti ha vinto ben 4 delle ultime 5 sfide di campionato contro il Milan (nessuna sconfitta in questo parziale). E se i partenopei in Serie A sono imbattuti da 24 partite e hanno perso solo 1 delle ultime 29 partite, i rossoneri, reduci stranamente da 2 vittorie esterne consecutive, non arrivano a 3 “2” esterni consecutivi a proprio favore addirittura dal 2012.

Il punto debole di Sarri e Montella?

Si sfidano due allenatori pieni di idee e con un debole narcisista verso il possesso palla. Il punto debole di Sarri e Montella? Il loro essere teorici, esageratamente tecnici, e spesso troppo lontani da ciò che la Svezia ci ha ricordato che conta: il cuore e la gestione psicologica della fame e della compattezza del gruppo. Tra i due, Sarri è sicuramente più preparato tecnicamente, mentre Montella è più bravo a recitare ciceronate in conferenza stampa.

Quanto alle statistiche sui marcatori

Ormai lo sappiamo tutti: il Milan è la vittima preferita di Lorenzo Insigne (5 goal in 9 partite contro i rossoneri). Intanto attenti a Callejon chiamato a riscattarsi dopo le occasionissime buttate al vento contro City e Chievo, e che tra l’altro potrebbe approfittare dei difetti rossoneri in fase di marcatura. Dall’altra parte spiccano Kalinic (in passato già a segno contro il Napoli) e Suso (il giocatore rossonero sinora più incisivo sul tabellino, tra l’altro in trasferta segna con più facilità).

Il pronostico:

“Over 1.5” (1.10) – rischio basso

“1X + Over 1.5” (1.22) – rischio medio

“1X + Gol (1.83) – rischio altissimo

Alternative: /

Ci risiamo, “1” del Napoli sotto quotato (1.47). Uhm…

Non ci resta che rischiare o passare a partite con quote più convenienti. Si tratta pur sempre di una partita di cartello. E vanno pure considerate le variabili post sost che molto spesso, offrono diverse sorprese.

Il Napoli in Serie A è imbattuto da 24 gare ed ha perso solo 1 delle ultime 39 partite; 19 “1X” e 19  “Over 1.5” nelle ultime 20 al San Paolo. Mentre tra le statistiche dei rossoneri, chiamati a riscattare le sconfitte subite nei big match (5 su 5!), spiccano i 13 “Over 1.5” nelle ultime 14 trasferte disputate nel massimo campionato italiano; 20 gli “Over 1.5” nelle ultime 21 gare complessive di Serie A.

Si si, qualche “No Gol” ultimamente, è spuntato a mo’ di fungo sia tra gli esiti degli uni che degli altri. Ma attenzione: il Milan, nelle sue altalene, ha offerto anche qualche “Under 2.5”. I rossoneri non sono per niente stabili sul piano statistico. In particolare, se come da nostro pronostico, il Napoli ha pareggiato l’unico big match disputato al San Paolo, il Milan non ha ancora pareggiato lontano dal San Paolo: 3 vittorie contro matricole e 3 sconfitte negli scontri diretti.

Lo studio statistico: 

Esiti in comune tra le due squadre: “1”, “Over 1.5”, “No Gol”

NAPOLI (1°)

IN GENERALE (12 gare)

10 V (83%), 2 P (17%), MAI S

  • 10 vittorie nelle 12 gare
  • 12 gare consecutive senza sconfitte
IN CASA (5 gare)

4 V (80%), 1 P (20%), MAI S

  • SEMPRE “1X”
  • 4 “1” (vittorie) nelle 5 gare
  • 3 “No Gol Ospite” nelle ultime 4 gare
  • 4 “Over 2.5” nelle 5 gare
DALLO SCORSO CAMPIONATO
  • 24 gare consecutive senza sconfitte
  • 15 vittorie nelle ultime 17 gare
  • Solo 1 sconfitta nelle ultime 39 gare
  • 40 gare in cui segna almeno un goal nelle ultime 43
  • 13 “Over 2.5” nelle ultime 16 gare
  • 39 “Over 1.5” nelle ultime 43 gare
  • 10 “1X” consecutivi in casa
  • “1” (vittorie) nelle ultime 8 gare in casa
  • 19 “1X” nelle ultime 20 gare in casa
  • 22 “Gol Casa” nelle ultime 24 gare in casa
  • “Over 2.5” nelle ultime 8 gare in casa
  • 23 “Over 1.5” nelle ultime 24 gare in casa

MILAN (7°)

IN GENERALE (12 gare)

6 V (50%), 1 P (8%), 5 S (42%)

  • 2 vittorie nelle ultime 3 gare
  • 4 sconfitte nelle ultime 7 gare
  • Solo 2 vittorie nelle ultime 7 gare
  • Solo 1 sconfitta nelle ultime 4 gare
  • 3 “2” consecutivi
  • 11 “12” (senza pareggi) nelle 12 gare
  • 6 “No Gol” nelle ultime 8 gare
  • 11 “Over 1.5” nelle 12 gare
  • 6 “Under 2.5” nelle ultime 8 gare
IN TRASFERTA (6 gare)

3 V (50%), MAI P, 3 S (50%)

  • SEMPRE “12” (senza pareggi)
  • 2 “2” (vittorie) consecutivi
  • 3 “1” (sconfitte) nelle ultime 5 gare
  • 3 “Gol Ospite” consecutivi
  • 5 “Gol Ospite” nelle 6 gare
  • SEMPRE “Over 1.5”
DALLO SCORSO CAMPIONATO
  • 13 “12” (senza pareggi) nelle ultime 14 gare
  • 20 “Over 1.5” nelle ultime 21 gare
  • “12” (senza pareggi) consecutivi in trasferta
  • 12 “Over 1.5” consecutivi in trasferta
  • “12” (senza pareggi) nelle ultime 8 gare in trasferta
  • 16 “Gol Ospite” nelle ultime 17 gare in trasferta
  • “Over 2.5” nelle ultime 7 gare in trasferta
  • 13 “Over 1.5” nelle ultime 14 gare in trasferta

News dai campi:

Qui Napoli.
Insigne e Zielinski hanno svolto circuito di forza con il preparatore atletico Sinatti. Lavoro rigenerante per Hamsik, Mertens, Chiriches e Callejon. L’assenza di Ghoulam è già stata pagato contro il Chievo (0-0). Silenzio stampa per Sarri, sicuramente tanto meglio per gli azzurri! Altrimenti si sarebbero ritrovati già con gli alibi post sosta, che psicologicamente non avrebbero caricato bene la squadra, e anzi, al contrario, avrebbero potuto prepararla alla sconfitta.

Qui Milan.
Date le assenze di Conti e Calabria, potrebbe giocare titolare l’unico ex della sfida: Ignazio Abate. Con la scusa delle assenze e della condizione atletica, cullato dalla volontà del club di rimandare a giugno la scelta del suo successore, Montella sinora ha fatto più pasticci che esperimenti. Questa volta Bonucci potrebbe finire dirottato sul ruolo di centro destra, in realtà, da questo 3-4-2-1, potrebbe venirne fuori un 4-3-3 mascherato per sfruttare le caratteristiche di Suso, Bonaventura e perché no, anche di Kalinic.

Ascoltiamo il pagliaccio rossonero sulla partita: “Probabilmente il Napoli gioca il miglior calcio in Europa, ma sono convinto che il Milan abbia i mezzi per poter far bene. Attenderli bassi o alti? Scelta difficile. Indipendentemente dall’aspetto tattico, conterà la nostra sicurezza e la nostra aggressività. Dovremo essere bravi nell’organizzazione, con l’obiettivo di farli correre di più. Insigne? Ma non ha la febbre? (Ride, ndr). Forse me la sono sognata… “.

Dopo aver sparato la solita serie di frasi fatte su Bonucci, il calcio italiano e varie, un’altra farse fatta sul nuovo preparatore atletico: “Non è cambiato molto rispetto a prima. L’impronta di Innaurato c’è, ha grande esperienza e sarà di grande aiuto. Ma la squadra stava bene già prima”.

Probabili formazioni:

Napoli (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Mario Rui; Allan, Jorginho, Hamsik; Insigne, Mertens, Callejon. Allenatore: Maurizio Sarri
Indisponibili: Milik, Ghoulam
Squalificati: /

Milan (3-4-2-1): Donnarumma; Bonucci, Romagnoli, Rodriguez; Abate, Kessié, Montolivo, Borini; Bonaventura, Suso; Kalinic. Allenatore: Vincenzo Montella
Indisponibili: Conti, Calabria
Squalificati: /