serie a 15a giornata

Napoli - Juventus

Venerdì 1 Dicembre ore 20:45

Corsi e ricorsi storici…

Ed eccoci qui, faccia a faccia con la prima vera tappa della maratona scudetto di questo campionato. Perché di maratona si tratta! E quindi, chiediamoci: Allegri ha ragione quando dice che “la partita non è decisiva, e che anzi, è più importante quella in casa dell’Olympiakos, in quanto la classifica conta davvero a partire da marzo”? Premesso che il suo è un chiaro tentativo di mettere le mani avanti per alleggerire una pressione che salirebbe alle stelle in caso di sconfitta e conseguente – 7 in classifica, quel volpino di Max, ha ragione. Lo scudetto non si decide ora, e il precedente al San Paolo di due anni fa sta a lì, sempre pronto a darcene una dimostrazione. Giambattista Vico diceva che la storia è ciclica, io dico che la storia è come la statistica. Magari segue anche una regola, ma il bello è scoprirne l’eccezione.

Quisquilie filosofiche a parte… Fatto sta che se una delle due squadre uscisse sconfitta da questa partita, questa volta si ritroverebbe a fare i conti con i media. Il Napoli di Sarri si ritroverebbe schiacciato dal giudizio insindacabile della statistica che lo vede puntualmente sciogliersi di fronte agli appuntamenti decisivi; la Juventus invece, si ritroverebbe costretta ad affrontare Olympiakos prima e Inter poi, con il fucile dei media puntato sul collo.

Alla Juve conviene innanzitutto non perdere

Insomma, dato il momento della stagione, specie alla Juve, conviene più non perdere che rischiare per vincere. Stessi ragionamenti sono stati fatti sia da me, che da Sarri e Spalletti, alla vigilia dell’altro pseudo scontro diretto Napoli – Inter. In quel caso, “X” centratissima! Ma attenti! C’è un però. Napoli – Juventus è sempre Napoli – Juventus! Quella sfida tra Borboni e Savoia conquistatori, non si vede, ma c’è, tutt’ora! E se ci aggiungi la probabile presenza in campo dell’ex Pipita, ti rendi subito conto che le variabili che gironzoleranno attorno al pareggio non saranno abbastanza poche da poter dire che questa è sfida da pareggio preannunciato.

Qualche curiosità sui marcatori

A proposito, nei panni dell’ex, Gonzalo Higuain ha già segnato 4 goal in 4 precedenti contro il Napoli. Tra le statistiche sui marcatori, spiccano quelle di Hamsik, 6 goal in 20 precedenti di campionato (seppur 4 nei primi 6!), e quelle di Pjanic che nel Napoli ha la sua seconda vittima preferita di Serie A (3 goal).

Bene, la premessa è finita, andiamo in trance statistica ragazzi!

Il pronostico:

“Under 4.5” (1.10) – rischio medio

“1X + Under 4.5” (1.44) – rischio alto

“Gol” (1.65) – rischio altissimo

Alternative“Under 1.5 1° Tempo” (1.40) – rischio alto; “1X + Under 3.5” (1.80) – rischio altissimo

La statistica dice “Over 2.5”, ma va interpretata…

Si si lo so, abbiamo appena centrato diversi colpi in Coppa Italia (la rete di Caprari e il passaggio del turno del Cittadella a quota 2.00) dopo tra l’altro una settimana di grandi soddisfazioni e diverse casse nostre e vostre. E quindi per la grande partita vi aspettavate il grande pronostico. SBAGLIATO! Troppe variabili dipendenti anche dagli assenti, fanno si che questa sia partita più da gustare che da pronosticare. Le occasioni solitamente sono in altro genere di partita!

Dicevamo, Napoli – Juventus non può essere studiata come se fosse una partita come tutte le altre! Gli 8 “Over 2.5” presenti in Serie A sia nelle ultime 9 gare casalinghe degli uni che nelle ultime 9 trasferte degli altri, dovranno fare i conti con una tensione psico-tattica degna di un primo vero scontro diretto che sa quasi da dentro o fuori, soprattutto per i bianconeri. A proposito, la Vecchia Signora sembra intenzionata a vestirsi di prudenza per ripartire in contropiede. Massimiliano Allegri ha da soccorrere l’assenza di Mandzukic, assenza che potrebbe rendere la Juventus più verticale e quindi più vulnerabile ai contrattacchi azzurri. Gli azzurri dal canto loro, dovranno stare attenti anche questo cupo Dybala (mal gestito da Allegri), se si accende, tra le linee può fare la differenza.

“Gol” o “No Gol”?

Quanto alle statistiche in merito alle giocate “Gol/No Gol”, va subito detto che il Napoli quest’anno, di tanto in tanto, offre qualche “No Gol”, mentre la Juventus ha chiuso 5 trasferte su 6 in “Over 3.5 + Gol”. Eppure l’unica trasferta di prestigio, come da nostro pronostico, l’ha chiusa in “Under”, parliamo di Milan – Juventus. Sempre “Gol” comunque negli ultimi 4 precedenti tra Sarri e Allegri!

Quanto ai segni

Se è vero che il Napoli ha vinto solo 2 degli ultimi 13 precedenti di Serie A, è vero anche che ben 9 degli ultimi 10 precedenti al San Paolo sono finiti con l’“1X” finale. Insomma: il Napoli ultimamente soffre al cospetto della Vecchia Signora, ma in casa, vende la pelle a prezzo carissimo. In questo campionato invece, se i partenopei hanno perso solo 2 punti davanti ai propri tifosi (0-0 contro l’Inter), la Juventus ha già perso 4 punti in 6 trasferte disputate (2-2 in casa Atalanta e 3-2 in casa Sampdoria). Di sicuro non sarà una partita dal biscotto preannunciato come l’ultimo precedente dello scorso anno (“X” regalata dai bookmaker in quel caso).

Il quadro psico-tattico sul Napoli

Al Napoli questa vittoria farebbe benissimo e questo Napoli gioca benissimo. Va be’, questo lo sa pure mia cognata. Ma passiamo ai fatti. Complice l’assenza di Ghoulam, la squadra partenopea, Sarri compreso, manca di quelle facce brutte alla Giorgio Chiellini o alla Mario Mandzukic. Le facce di quelli che in caso di pericolo, ringhiano ancora più forte negli occhi dell’avversario. Non dimentichiamo che il Napoli di Sarri in questi anni, ha fallito sempre tutti gli appuntamenti decisivi, che fosse nella corsa scudetto, in Europa League, in Champions o addirittura in Coppa Italia. E proprio l’assenza di Mandzukic potrebbe pesare tantissimo a favore del Napoli e anche un po’ a sfavore dell'”Under”! 🤔

Il quadro psico-tattico sulla Juventus

Ma appunto, di appuntamento decisivo non si tratta e la Juventus lo sa bene. Allegri manca di carisma, ma sa fare bene due cose: parlare alla stampa e fare i calcoli. E i calcoli parlano chiaro: la possibilità di restare a – 4 dal Napoli dopo lo scontro diretto al San Paolo sarebbe accolta benissimo, come è stato accolto benissimo il biscotto preannunciato contro il Barcellona (che figata aver centrato lo “0-0 esatto”! :D); al contrario, la voce inerente l’ennesima crepa nello spogliatoio bianconero, assumerebbe delle dimensioni internazionali! Per ora Allegri ha risposto: Lite nello spogliatoio? Magari ce ne fossero. Non escludiamo dunque una difesa a 3 che a tratti sarà a 4 e a tratti addirittura a 5. Tanto il Napoli, lo ha dimostrato il Chievo come si affronta: linea di difesa bassa, attendismo intelligente, e contropiede.

Lo studio statistico: 

Esiti in comune tra le due squadre: “Over 2.5”, “Gol Casa”

NAPOLI (1°)

IN GENERALE (14 gare)

12 V (86%), 2 P (14%), MAI S

  • 2 vittorie consecutive
  • 12 vittorie nelle 14 gare
  • 14 gare consecutive senza sconfitte
IN CASA (6 gare)

5 V (83%), 1 P (17%), MAI S

  • SEMPRE “1X”
  • 2 “1” (vittorie) consecutivi
  • 5 “1” (vittorie) nelle 6 gare
  • 5 “Over 2.5” nelle 6 gare
DALLO SCORSO CAMPIONATO
  • 26 gare consecutive senza sconfitte
  • 17 vittorie nelle ultime 19 gare
  • Solo 1 sconfitta nelle ultime 41 gare
  • 42 gare in cui segna almeno un goal nelle ultime 45
  • 11 “1X” consecutivi in casa
  • “1” (vittorie) nelle ultime 9 gare in casa
  • 20 “1X” nelle ultime 21 gare in casa
  • 23 “Gol Casa” nelle ultime 25 gare in casa
  • “Over 2.5” nelle ultime 9 gare in casa
  • 24 “Over 1.5” nelle ultime 25 gare in casa

JUVENTUS (3°)

IN GENERALE (14 gare)

11 V (79%), 1 P (7%), 2 S (14%)

  • 5 vittorie nelle ultime 6 gare
  • Solo 2 sconfitte nelle 14 gare
  • 3 “1” consecutivi
  • 4 “1” nelle ultime 5 gare
  • 7 “12” (senza pareggi) consecutivi
  • 13 “12” (senza pareggi) nelle 14 gare
  • 14 gare consecutive in cui segna almeno un goal
  • 6 “Gol” nelle ultime 8 gare
  • 13 “Gol Casa” nelle 14 gare
  • 7 “Gol Ospite” nelle ultime 8 gare
  • 3 “Over 2.5” consecutivi
  • 8 “Over 2.5” nelle ultime 9 gare
  • 9 “Over 1.5” consecutivi
  • 13 “Over 1.5” nelle 14 gare
IN TRASFERTA (6 gare)

4 V (67%), 1 P (17%), 1 S (17%)

  • 4 “2” (vittorie) nelle 6 gare
  • 5 “X2” nelle 6 gare
  • SEMPRE “Gol Ospite”
  • 5 “Gol” nelle 6 gare
  • SEMPRE “Over 1.5”
  • 5 “Over 2.5” nelle 6 gare
DALLO SCORSO CAMPIONATO
  • 43 gare consecutive in cui segna almeno un goal
  • Solo 3 sconfitte nelle ultime 33 gare
  • 51 gare in cui segna almeno un goal nelle ultime 52
  • 16 “12” (senza pareggi) nelle ultime 17 gare
  • 19 “Gol Casa” nelle ultime 20 gare
  • 22 “Over 1.5” nelle ultime 23 gare
  • 20 “Gol Ospite” consecutivi in trasferta
  • 11 “Over 1.5” consecutivi in trasferta
  • “2” (vittorie) nelle ultime 7 gare in trasferta
  • 14 “X2” nelle ultime 16 gare in trasferta
  • “Gol” nelle ultime 9 gare in trasferta
  • 24 “Gol Ospite” nelle ultime 25 gare in trasferta
  • “Over 2.5” nelle ultime 9 gare in trasferta
  • 19 “Over 1.5” nelle ultime 20 gare in trasferta
SQUADRA PUNTI PG V P S GF GS DR
Napoli 38 14 12 2 0 35 9 +26
Inter 36 14 11 3 0 28 10 +18
Juventus 34 14 11 1 2 40 14 +26
Roma 31 13 10 1 2 24 9 +15
Lazio 29 13 9 2 2 33 15 +18
Sampdoria 26 13 8 2 3 27 18 +9
Milan 20 14 6 2 6 19 18 +1
Bologna 20 14 6 2 6 17 17 +0
Chievo 20 14 5 5 4 17 21 -4
Atalanta 19 14 5 4 5 20 18 +2
Torino 19 14 4 7 3 18 20 -2
Fiorentina 18 14 5 3 6 23 19 +4
Cagliari 15 14 5 0 9 13 24 -11
Udinese 12 13 4 0 9 18 24 -6
Crotone 12 14 3 3 8 11 27 -16
Sassuolo 11 14 3 2 9 8 24 -16
Genoa 10 14 2 4 8 12 20 -8
SPAL 10 14 2 4 8 12 23 -11
Verona 9 14 2 3 9 12 29 -17
Benevento 0 14 0 0 14 6 34 -28

News dai campi:

Qui Napoli.
Si va verso la conferma del solito 4-3-3 ai limiti dell’automatizzazione. Ecco perché la fantasia di Jorginho, di Insigne e Mertens, e i movimenti di Hamsik e Callejon sono spesso così fondamentali. Il ruolo di interdittore sarà affidato al condottiero Allan! Intanto, quanto ai titoli che contano da oggi a domani, citando il Corriere dello Sport, in settimana Sarri ha già battuto Allegri. In chiave pronostico, non conta nulla. A proposito, prosegue il silenzio stampa sarriano! Tanto meglio per il Napoli, altrimenti tra alibi, e gestione errata delle parole, i partenopei sarebbero scesi in campo con il triplo della pressione. Da rivedere il signor Maurizio davanti allo sciacallaggio dei media!

Qui Juventus.
L’assenza più importante? È quella di Mario Mandzukic. Tutta da testare un’eventuale difesa a 3 con Barzagli al centro. In conferenza stampa Allegri ha lasciato intendere che né Cuadrado né Bernardeschi partiranno titolari. Spazio probabilmente dunque al suo pupillo De Sciglio.

Poi solite frasi alla Mourinho dei modesti per mettere pressione sull’avversario. Timide ciceronate per intenderci: “Napoli è un buon test, una partita di grande fascino, sono i favoriti per lo scudetto perché sono davanti, e noi dobbiamo arrivare a marzo per giocarci tutto con serenità. Dobbiamo avere rispetto per il Napoli. Sta facendo cose straordinarie, c’è da fargli i complimenti. Per noi è un buon test in vista della prima partita importante della stagione con l’Olympiacos: lì dobbiamo andare a qualificarci”.

Poi condanna Sarri per amicarsi strategicamente i media: “A Maurizio non sto più dietro. La sua è una strategia per creare confusione…”. Massimiliano Allegri commenta così le affermazioni del tecnico del Napoli, secondo cui l’Inter sta facendo un altro campionato perché non ha l’impegno della Champions. “Una volta ha il campo, un’altra il fatturato o la Champions. Io evito… – aggiunge il tecnico della Juventus – dico solo che allenarsi una volta alla settimana fa bene, ma è bello giocare ogni tre giorni”. E tutti dissero: “Che bravo Allegri, ha ragione. Ha detto le cose che dicono tutti!”. Max è un volpino, ma sempre alla categoria delle volpi appartiene! Furbacchione! 😄

I precedenti tra Sarri e Allegri

  • Napoli – Juventus 3-2 (Coppa Italia 16/17)
  • Napoli – Juventus 1-1 (Serie A 2016/2017)
  • Juventus – Napoli 3-1 (Coppa Italia 16/17)
  • Juventus – Napoli 2-1 (Serie A 2016/2017)
  • Juventus – Napoli 1-0 (Serie A 2015/2016)
  • Napoli – Juventus 2-1 (Serie A 2015/2016)
  • Juventus – Empoli 2-0 (Serie A 2014/2015)
  • Empoli – Juventus 0-2 (Serie A 2014/2015)
  • Verona – Sassuolo 0-2 (Serie A 2014/2015)

Probabili formazioni:

Napoli (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Mario Rui; Allan, Jorginho, Hamsik; Insigne, Mertens, Callejon. Allenatore: Sarri
Indisponibili: Milik, Ghoulam
Squalificati: /

Juventus (3-4-2-1): Buffon; Benatia, Barzagli, Chiellini; De Sciglio, Pjanic, Matuidi, Alex Sandro; Dybala, Douglas Costa; Higuain. Allenatore: Allegri
Indisponibili: Lichtsteiner, Pjaca, Howedes e Mandzukic
Squalificati: /