Champions

PORTO - COPENHAGEN

MARTEDI’ 14 SETTEMBRE, ORE 20:45, GRUPPO G

I padroni di casa non sembrano fatti per gli assedi, ma in casa restano sulla carta molto ostici.

 

Il pronostico:

“1X” (1.16) – rischio medio; “1X + Under 4.5” (1.26) – rischio medio

Alternativa: “Under 3.5” (1.28) – rischio medio; “1X + Under 3.5” (1.52) – rischio alto

Il Porto non è nulla di che, tra l’altro presenta delle lacune tattiche evidenti. Ma nella doppia sfida contro la Roma, i portoghesi hanno dimostrato di saper spuculare, approfittando di eventuali autogol tattici/emotivi da parte degli avversari. Si tratta di una squadra che non può concedersi chissà quale pressing, ma dati gli equilibri tattici precari, deve stare molto attenta a non scoprirsi prima di pensare ad attaccare. Tale atteggiamento è stato schierato anche all’Olimpico nonostante la necessità iniziale di dover segnare. Il Copenaghen può infastidire i padroni di casa proprio puntando sulla probabile consapevolezza di non aver nulla da perdere.

Lo studio:
Il Porto è reduce da 4 “Gol Casa” e 3 “1X”consecutivi in campionato. In casa 2 “1” e “Gol Casa” consecutivi per il Porto.
Il Copenhagen è reduce da 7 “1X” e “Over 1.5” consecutivi in campionato, 3 “Over 2.5” nelle 7 gare di campionato disputate. 2 “1-1” consecutivi in trasferta per il Copenhagen in campionato.

 

News dai campi:
Qui Porto. Il Porto è l’unica squadra del Gruppo Gad aver vinto una coppa europea. 4-3-3 per Nuno Espirito Santo che sarà spazio a Layun e Telles in difesa sulle corsie laterali, Herrera, Pereira e André giocheranno in mezzo al campo, mentre Brahimi, Oliver Torres e Depoitre formeranno il tridente. Unico indisponibile Pereira. Espirito Santo così alla vigilia: “L’ultima gara in campionato abbiamo disputato una buona prestazione. Il nostro atteggiamento deve essere sempre propositivo: dobbiamo essere versatili, al fine di vincere le partite. Vogliamo essere competitivi e sappiamo di poter vincere ogni partita finché lavoriamo duramente“.
Qui Copenhagen. E’ tornato nella fase a gironi di Champions League dopo 3 anni di assenza, ma dovrà affrontare un debutto molto difficile contro il Porto. I danesi risponderanno con un 4-4-2 con Pavlovic e Santander in attacco. Tutti a disposizione per il tecnico.

 

I risultati del Porto in campionato (dal più recente al meno recente):

  1. FC Porto – Guimaraes 3-0  (4ª giornata)
  2. Sporting – FC Porto 2-1  (3ª giornata)
  3. FC Porto – Estoril 1-0  (2ª giornata)
  4. Rio Ave  FC Porto  1-3 (1ª giornata)

 

I risultati del Copenhagen in campionato (dal più recente al meno recente): 

  1. FC Copenhagen – Odense 2 -0 (7ª giornata)
  2. Brondby – FC Copenhagen 1-1 (6ª giornata)
  3. FC Copenhagen – Aalborg 1-1 (5ª giornata)
  4. FC Copenhagen – Midtjylland 3-1 (4ª giornata)
  5. Sonderjyske – FC Copenhagen1-1 (3ª giornata)
  6. FC Copenhagen  – Astra 3-0 (2ª giornata)
  7. FC Copenhagen – Nordsjaelland 4-0 (1ª giornata)

 

Curiosità:

  • Il Porto è l’unica squadra del Gruppo G ad aver vinto la UEFA Champions League
  • La compagine portoghese spera di migliorare il terzo posto nel girone ottenuto la scorsa stagione
  • Il Copenhagen di Ståle Solbakken’s si è qualificato alla fase a gruppi superando tre turni preliminari

 

Probabili formazioni:
Porto (4-3-3): Casillas; Layun, Felipe, Marcano, Telles; Danilo, Pereira, Torre;, André; Corona, Silva, Otavio. All. Espirito Santo
Copenhagen (4-4-2): Olsen; Ankersen, Zanka, Jorgensen, Johansson, Augustinsson; Verbic, Delaney, Kvist, Toutouh; Pavlovic, Cornelius.  All. Solbakken

I FATTORI CHIAVE DELLA V.ENTELLA NELLA SCORSA SERIE B

I FATTORI CHIAVE DEL PISA NELLA SCORSA LEGA PRO B