Champions

LIONE - JUVENTUS

MARTEDÌ 18 OTTOBRE ORE 20:45

Allegri sta raccogliendo ancora i frutti della semina del suo predecessore. In effetti, anche per questa partita, Max sembra intenzionato ad affidarsi sia al 3-5-2 che allo zoccolo duro forgiati da Antonio Conte.

Ma questa Euro Juve in cosa differisce dalla Juve europea di Antonio Conte?
Premesso che la stagione della finale persa contro il Barcellona non fa testo (data la fortissima smania di rivalsa mediatica da parte dei calciatori bianconeri nei confronti del loro ex tecnico), rispetto ad allora, la Vecchia Signora vanta qualche individualità in più e qualche schema offensivo in meno. È cresciuta sicuramente la consapevolezza europea contro le piccole, ancora da superare invece la sudditanza psicologica nei confronti delle big.
Il match contro il Siviglia ha dato qualche risposta, ad esempio: tensione + obbligo di far punti + pressione mediatica + organizzazione avversaria = Juve inutile, e Marotta severo nel post partita: “Allegri non ha la quadra”.

Poi la passeggiata contro i ragazzi della Dinamo Zagabria e un cammino di campionato facile facile che ha registrato un solo passo falso, guarda caso, contro l’unica squadra oltre al Sivigilia, che ha fatto una partita coraggiosa ed intelligente contro i bianconeri, l’Inter. Sconfitta sonora e prestazione bianconera ridicola.

De Boer come ha fermato la Juve? Pressando alto i 3 centrali di difesa, coloro che per caratteristiche e personalità, si occupano della gestione del possesso del pallone. Se il Lione farà tesoro della prova dei nerazzurri, i bianconeri qualche difficoltà potrebbero incontrarla. Lo zoccolo bianconero forgiato da Conte ed esaltato in occasione di Euro 2016, ormai è oggetto di studio di tanti allenatori italiani ed esteri, tant’è che anche la nazionale italiana sta fronteggiando questa stessa difficoltà.

Come proteggere i 3 di difesa (dai quali partono quasi tutte le azioni) dal pressing e dalle contromosse avversarie? È compito in teoria di Allegri che intanto ribadisce: “Gli schemi non servono, non mi interessa se giochiamo male. Noi vinciamo”.

Già, qualora… nessuno poi parli di “Va bene anche così” come fatto già lo scorso anno contro il Bayern… perché lo dice la storia, lo ribadisce Allegri: “Vincere non è importante, è l’unica cosa che conta”.

Prego Vecchia Signora, si accomodi all’altare della verità.

Signore e Signori, a Voi lo studio pre-partita di Lione – Juventus.

 

Il pronostico:

“Under 1.5 1° Tempo” (1.37) – rischio alto

Alternative: “Under 3.5” (1.28) – rischio alto

Il “Gol Ospite” (1.13) è quotato così poco da meritare l’esclusione, “Gol Casa” (1.54) e “Gol” (1.80) non vanno esclusi, ma in tema di rischi, a tal punto in una multipla senza pretese, preferiremmo una “X” (3.60); sempre per questo genere di multiple, da non escludere nemmeno l'”1X” (2.10). “X2 + Under 4.5” (1.28) e “X2 + Under 4.5” (1.56) presentano rapporti quote/rischi ancor meno interessanti.
Il dubbio principale è legato al rapporto squadra / allenatore di casa, non siamo sicuri non si sia incrinato di fronte ai primi risultati stagionali. Lo stesso tecnico ha chiesto compattezza, magari la ottiene, magari per una partita?

Il “No Gol” si è visto nelle prime 2 gare di Champions disputate da entrambe, a proposito: la Juventus non ha subito goal in questa edizione della Champions League.
Sempre “Gol Casa” nelle prime 15 gare giocate dal Lione nel nuovo stadio (14 “1X”,  e ben 12 “1”).
La Juve è reduce da 2 anomali “Over 3.5” in trasferta, arrivati dopo ben 9 “Under 3.5” (di cui 7 “Under 2.5”) ottenuti in esterna col 3-5-2 da Allegri. Trasferta di Champions a parte, la Juve ha chiuso tutte le trasferte stagionali di campionato con “Under 3.5” e “Under 1.5 1° Tempo”.

 

I risultati del Lione in Champions (in ordine cronologico) 

  1. Lione – Dinamo Zagabria 3 – 0
  2. Siviglia – Lione 1 – 0

I risultati del Juventus in Champions (in ordine cronologico) 

  1. Juventus – Siviglia 0 – 0
  2. Dinamo Zagabria – Juventus 0 – 4

 

La classifica del Girone H

  1. Juventus 4
  2. Siviglia 4
  3. Lione 3
  4. Dinamo Zagabria 0

 

Lo studio nei rispettivi campionati:

LIONE

IN GENERALE (9 gare)

  • 5 “1X” consecutivi
  • 4 “1” consecutivi
  • 8 “12” nelle ultime 9 gare
  • 7 “1X” nelle ultime 8 gare

IN CASA (4 gare)

  • 3 “1” (vittorie) nelle ultime 4 gare in casa
  • MAI pareggi
  • SEMPRE “12”
  • SEMPRE “Gol Casa”

JUVENTUS

IN GENERALE (8 gare)

  • 8 “12” (senza pareggi) consecutivi
  • 8 gare consecutive in cui segna almeno un goal
  • 7 “Gol Ospite” nelle ultime 8 gare
  • 5 “Over 2.5” nelle ultime 6 gare

IN TRASFERTA (4 gare)

  • 3 “No Gol Casa” nelle ultime 4 gare in trasferta
  • 3 “2” (vittorie) nelle ultime 4 gare in trasferta
  • MAI pareggi
  • SEMPRE “12”

News dai campi:

Qui Lione. C’è confusione tattica e societaria in casa Lione. I due consiglieri speciali del presidente Aulas, l’ex c.t. Houllier e la leggenda del club Lacombe, non si parlano e si attaccano tramite i media. E la squadra ha perso metà delle 12 partite giocate. Indisponibili Jallet, Mammana, Rybus e  Kalulu (squalificato). Il 3-5-2 è un modulo adattato, i problemi in difesa restano. Così Genesio (forse a rischio?) alla vigilia del match come riportato da Sportmediaset.it: “Per me conta solo vincere. Dobbiamo vincere e mettere in atto tutti i mezzi necessari per farlo. Quando hai di fronte una squadra come la Juve non c’è bisogno di fare discorsi, darò dei consigli tattici e indicazioni mentali. I giocatori sono già motivati. Dobbiamo ritrovare la solidità difensiva, è fondamentale per fare risultati in campionato e Champions. Dobbiamo tornare un gruppo compatto“. I transalpini si affideranno alla coppia d’attacco Fekir-Lacazette: “Non ci sono solo loro, Alex non è ancora al meglio. Domani dovremo avere rigore e disciplina in difesa contro un avversario come la Juve, molto forte nel recuperare il pallone“.

Qui Juventus. Titolare l’ex Pjanic. Juve in “emergenza”. Contro il Lione non ci saranno Chiellini, Marchisio e Mandzukic oltre ad Asamoah, Rugani, Pjaca e Lichtsteiner (fuori lista). Così Allegri alla vigilia del match come riportato da Sportmediaset.it: “Di certo però è un match che può significare molto in chiave qualificazione: se vinciamo ipotechiamo il passaggio agli ottavi, sapendo che poi nel ritorno a Torino possiamo chiudere definitivamente i conti. Davanti avrò 3 attaccanti, compreso Kean: spiace per l’infortunio di Mandzukic, ovvio che giocheranno Dybala e Higuain. Però ho anche la variante Cuadrado. La pressione c’è, ma è normale, adesso concentriamoci solo sulla sfida con il Lione. Loro sono forti, ma anche noi siamo in un buon momento e dovremo sfruttarlo”. Tra gli assenti anche Marchisio: “Una scelta concordata per favorire il miglior recupero e non rischiare nulla. Non mi soffermo su un sistema di gioco in particolare, ma cerco di far giocare al meglio gli uomini che ho a disposizione. In campo il sistema di gioco è relativo, stiamo cercando di cambiare la nostra interpretazione. L’obiettivo adesso è passare il turno perché per me sarebbe il settimo ottavo di finale consecutivo in Champions, sarebbe importante. A distanza di un anno e mezzo dopo la finale con il Barcellona abbiamo cambiato 16 giocatori, questo è uno stimolo e per fortuna la società mi ha messo a disposizione giocatori di qualità”. Poi continua: “La cosa che conta però è il risultato finale, chi vince al 31 maggio, nell’albo d’oro ci finisce chi vince non chi gioca meglio. Ci sono delle squadre che però stanno giocando bene, ad esempio il Milan che è rientrato nella lotta per i primi 3 posti. La Juve ha le sue caratteristiche e con queste bisogna arrivare in fondo a tutte le competizioni”.

Curiosità (Uefa.com):

Nell’unico precedente (doppio) la Juventus ha vinto in trasferta e in casa nei quarti di finale di UEFA Europa League 2013/14.

I vicecampioni della Ligue 1 hanno perso le ultime 3 partite contro squadre italiane. Il loro bilancio nei 18 incroci contro formazioni di Serie A è di: V7 P4 S7 (V3 P3 S3 in casa; V4 P1 S4 in trasferta).

I Bianconeri hanno vinto 3 e pareggiato una delle ultime 4 partite contro squadre della Ligue 1.

Il bilancio in 24 partite contro squadre francesi è di: 14 vittorie, 5 pareggi,  5 sconfitte

Probabili formazioni

Lione (3-5-2): Lopes; Yanga-Mbiwa, Nkoulou, Diakhaby; Rafael, Tolisso, Gonalons, Darder, Morel; Fekir, Lacazette. All. Genesio
Juventus (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Benatia; Dani Alves, Khedira, Hernanes, Pjanić, Alex Sandro; Dybala, Higuaín. All. Allegri

>