Champions

JUVENTUS - LIONE

MERCOLEDÌ 2 NOVEMBRE ORE 20:45

Dybala in Europa non sembra ancora capace di convincere e decidere come in campionato, ma l’assenza dell’argentino, in una fase offensiva così priva di schemi, rischia sempre di pesare.

A Palermo (dove Dybala ha riposato) è arrivata una delle peggiori prestazioni degli ultimi anni (vittoria per 0-1 su autorete avversaria), tant’è che a fine gara Bonucci ha attaccato tutti e nessuno così: “Prestazione scandalosa”.

Senza Dybala è arrivata la sconfitta per 1-0 in casa del Milan, e poi le vittorie per 4-1 in casa sulla Samp e per 2-1 in casa sul Napoli (entrambe le reti nate da rimpalli regalati dai difensori azzurri).

Alla fine del match d’andata inoltre, oltre alla stampa, a Bonucci e al solito Sacchi, hanno tuonato pure Buffon e Allegri. Il primo ha detto: “Dobbiamo migliorare, così non andremo lontano”, e il secondo questa volta è stato addirittura d’accordo con Sacchi: “Ha ragione mister, non siamo lucidi, non corriamo, rischiamo di soffrire contro il Milan (gara poi persa), e sbagliamo molti passaggi, troppa frenesia”.

Ma la ricetta di Allegri rimane almeno per il momento sempre la stessa: niente schemi.

Intanto la Juventus potrebbe passare al 4-3-1-2 per via delle assenze, mancheranno infatti il cuore di Chiellini, la sfrontatezza di Lemina e appunto la regia avanzata di Dybala.
Possibile un cambio di modulo e il conseguente passaggio ad un più eclettico 4-3-1-2 con una difesa a 4 che, secondo quanto già anticipato da Allegri, potrebbe tramutarsi in difesa a 3 a seconda dell’avversario.

Sotto accusa ultimamente l’ex Pjanic, la stampa lo accusa di essere lento, lui invece è semplicemente un bravo giocatore ignaro di non essere nient’altro che un bravo giocatore. Non si tratta certo di un calciatore, giochicchia seppur di tanto in tanto si sveglia (magari stasera!)… e sarà così che probabilmente ce lo ritroveremo over 30 senza titoli internazionali conquistati da protagonista. Nell’11 titolare comunque si rivede Marchisio.

Una vittoria varrebbe la certezza aritmetica del passaggio del turno proprio nella settimana del 119° compleanno della Vecchia Signora.

Signori,

Buono studio!

Il pronostico:

“1X + Over 1.5” (1.28) – rischio alto

Alternative: “1” (1.40) – rischio alto; “1X + Under 4.5” (1.22) – rischio alto

I book non ci concedono scelta, giocano a costringerci a puntare sull'”1″. Quindi attenti, non date tanto valore, specie se in singola, a questa partita e a questo pronostico. Comunque i 2 suggerimenti sopra menzionati sono in ordine di scelta.

Se la Juve ha chiuso solo 2 gare casalinghe stagionali su 7 senza reti al passivo, il Lione ha chiuso solo 2 trasferte stagionali senza reti al passivo. Per questo l'”Under 4.5″ o la combo “1X + Under 4.5” (1.22) non ci convincono, la Juve in casa, solitamente, è diversa da quella attendista che vediamo in trasferta, e poi resta l’incognita Dybala.

La Juventus non ha subito goal in questa edizione della Champions League. Delle 7 gare casalinghe stagionali, l’unica che non ha vinto e in cui non ha offerto l'”Over 2.5″ è stata proprio l’unica di Champions (0-0 col Siviglia). Ma si sa, quest’anno in particolare, per la Juve di Allegri i big match sono un vero e proprio tallone d’Achille… E almeno in teoria, data la differenza tra le 2 squadre, non dovrebbero valere le parole di Allegri: “Si tratta di uno scontro diretto per passare il turno”. Eppure nel match d’andata i bianconeri hanno sofferto non solo l’assenza totale di schemi, ma anche l’aggressività di un Lione che, a maggior ragione stasera, non avrà nulla da perdere, e magari, ad un certo punto, potrebbe anche scegliere di giocarsela a viso aperto e a spada tratta, sempre che i francesi non si accontentino di limitare i danni per puntare semplicemente a difendere il 3° posto. Detto questo, le frecce nell’arciere di Allegri sono davvero tante, le soluzione contropiediste pure… Quindi, in caso di mancata vittoria, qualcuno a Torino dovrebbe cominciare a porsi delle domande. Poi se ci si accontenta di vincere lo scudetto contro questo Napoli e questa Roma, o addirittura questo Milan…, non possiamo saperlo, forse.

Il Lione ha perso per 1-0 la trasferta in casa del Siviglia, e in campionato ha vinto per 1-2 l’ultima trasferta dopo essere stato reduce da 3 “Under 2.5 + No Gol Ospite” consecutivi.

 

I risultati della Juventus in Champions (in ordine cronologico):

  1. Juventus – Siviglia 0 – 0
  2. Dinamo Zagabria – Juventus 0 – 4
  3. Lione – Juventus 0 – 1

 

I risultati del Lione in Champions (in ordine cronologico):

  1. Lione – Dinamo Zagabria 3 – 0
  2. Siviglia – Lione 1 – 0
  3. Lione – Juventus 0 – 1

 

 

La classifica del Girone H

  1. Juventus 7
  2. Siviglia 7
  3. Lione 3
  4. Dinamo Zagabria 0

 

Lo studio statistico (in Champions):

JUVENTUS

IN GENERALE (3 gare)

  • SEMPRE “X2”
  • SEMPRE “No Gol Casa”
  • 2 vittorie consecutive
  • 3 gare consecutive senza sconfitte
  • 3 gare consecutive in cui non subisce goal

IN CASA (1 gare)

  • 1 pareggio (100%)
  • 1 “No Gol” (100%)
  • 1 “Under 2.5” (100%)

LIONE

IN GENERALE (3 gare)

  • SEMPRE “12” (senza pareggi)
  • SEMPRE “No Gol”
  • SEMPRE “Under 3.5”
  • MAI pareggi

IN TRASFERTA (1 gare)

  • 1 “1” (sconfitta) (100%)
  • 1 “Gol Casa” (100%)
  • 1 “Under 2.5” (100%)

News dai campi:
Qui Juventus. La Juventus sicuramente non si accontenterà del pareggio, anche perché la sua diretta rivale, il Siviglia è impegnata in una partita sulla carta facile contro la Dinamo Zagabria. Una vittoria inoltre chiuderebbe virtualmente i giochi qualificazione, portando la squadra a giocare le partite restanti psicologicamente in maniera più tranquilla. Col Lione in campo quasi gli stessi 11 che hanno affrontato il Napoli, unico ballottaggio quello tra il rientrante Marchisio ed Hernanes. Dani Alves tornerà sulla fascia destra al posto di Lichsteiner, in attacco confermata la coppia Mandzukic-Higuain. Pesanti le indisponibilità per Allegri, mancheranno infatti Dybala, Chiellini e Pjaca. Squalificato Lemina. Così Allegri sul match contro i francesi: “Sarà una partita difficile, come tutte in Europa. Il Lione sabato ha vinto bene in trasferta. Credo che la cosa più importante sia fare una cosa alla volta. Domani dobbiamo fare un risultato positivo, sapendo che non sarà assolutamente facile. Marchisio gioca. Sabato l’ho tenuto a riposo, anzi ha giocato gli ultimi 20 minuti, perché era giusto tenerlo fuori dopo che aveva fatto una partita intensa mercoledì. La Juve deve migliorare. L’obiettivo è arrivare a marzo ed essere competitivi sia per la volata finale in campionato, sia per la Champions. Al momento non abbiamo ancora passato il turno. Dobbiamo fare un passo alla volta. Bisognerà fare una grande prestazione per qualificarci, sarebbe un risultato bello, che non rovinerebbe la media- Dobbiamo fare un risutlato positivo”.
Qui Lione. Il Lione si gioca tutto in questa partita: se dovesse arrivare un’altra sconfitta la qualificazione agli ottavi diverrebbe un miraggio, addirittura anche il pareggio potrebbe non bastare. Nella gara di andata contro la Juve i francesi non hanno demeritato, anzi, sono stati molto pericolosi. Tuttavia la loro pericolosità si è infranta contro un muro umano chiamato Buffon che prima ha neutralizzato un rigore e poi si è esibito in una serie di notevoli parate, straziando così il cuore dei tifosi francesi. Contro i bianconeri stasera in campo i migliori 11 possibili, il tecnico Génésio ha addirittura utilizzato un ampio turnover in campionato per aver al meglio oggi alcuni titolari. Da registrare il rientro di Rafael, saranno però indisponibili Jallet e Valbuena. Genesio sulla gara contro la Juventus: “Conosciamo benissimo quali sono le qualità della Juve in casa, noi veniamo a giocarci le nostre opportunità. Ho una grossa fiducia nei miei giocatori, la partita di sabato ci deve dare tanta fiducia e serenità, domani cercheremo sicuramente di sorprendere l’altra squadra. Ovviamente avevamo bisogno di una vittoria per ribaltare un po’ il corso delle ultime partite, poi soprattutto a Tolosa dove non è mai facile uscire vittoriosi. All’andata abbiamo fatto un’ottima partita soprattutto al cospetto di una squadra molto forte. Ci è mancato un po’ di cinismo davanti, qualcosa che dovremo cercare di fare domani, fare goal. È chiaro che questa è un po’ la base per fare un buon risultato, dobbiamo essere al 100% come lo siamo stati durante la partita dell’andata. La partita d’andata ci ha in qualche dato una grossa fiducia di mettere in difficoltà la Juve, una Juve molto forte. È mancato un po’ di cinismo in questa partita. Domani è un’altra partita, in un contesto e in un ambiente completamente diversi, sicuramente ci giocheremo le nostre chance”.

 

Curiosità (Uefa.com):

  • Quella contro il Lione sarà la 100ª partita in Champions di Buffon
  • I Bianconeri sono reduci da 18 partite senza sconfitte in casa in Europa

 

Probabili formazioni:
Juventus (4-3-1-2): Buffon; Dani Alves, Barzagli, Bonucci, Evra; Khedira, Marchisio, Sturaro; Pjanic; Higuain, Mandzukic. All. Allegri
Lione (3-5-2): Lopes; Mammana, Nkoulou, Diakhaby; Rafael, Darder, Gonalons, Tolisso, Rybus; Fekir, Lacazette. All.: Genesio.

JUVENTUS

IN GENERALE (11 gare)

  • SEMPRE “12” (senza pareggi)
  • 2 vittorie consecutive
  • 4 “1” consecutivi
  • 3 “Gol” nelle ultime 4 gare
  • 4 “Over 2.5” nelle ultime 5 gare

IN CASA (6 gare)

  • SEMPRE “1” (vittorie)
  • SEMPRE “Gol Casa”
  • SEMPRE “Over 2.5”
  • 3 “Gol” consecutivi

LIONE

IN GENERALE (11 gare)

  • 6 “Gol Casa” consecutivi
  • 6 “12” (senza pareggi) consecutivi
  • 5 “Over 1.5” nelle ultime 6 gare
  • 5 gare in cui subisce goal nelle ultime 6

IN TRASFERTA (6 gare)

  • 3 “No Gol Ospite” nelle ultime 4 gare
  • 3 “Under 2.5” nelle ultime 4 gare
  • 5 “Under 3.5” nelle ultime 6 gare
  • 5 “12” (senza pareggi) nelle ultime 6 gare
>