Juventus - Monaco

Martedì 9 maggio ore 20:45

Chiellini: “Siamo al top della condizione fisica e mentale”.

Durante la conferenza stampa pre-partita, ad un certo punto è spiccata una domanda: “Giorgio, cosa è cambiato in voi dalla stagione della finale di Berlino a questa?“.

La risposta di uno dei principali gladiatori bianconeri echeggia ancora come una sentenza, o quanto meno, un’atto di maturità non indifferente: “È cambiata la consapevolezza, la convinzione con cui affrontiamo determinate partite. Quell’anno non sapevamo neanche noi come ci fossimo ritrovati in finale, avevamo troppo rispetto per certe squadre, oggi non è così. E tante cose le abbiamo avvertite durante l’eliminazione dello scorso anno contro il Bayern Monaco”.

Si, possiamo dirlo a voce alta. La Vecchia Signora probabilmente non soffre più di sudditanza psicologica nei confronti delle big d’Europa. Già, non avevamo tutti i torti ogni qual volta vi abbiamo scritto che secondo noi, i limiti della Juventus fossero più psicologici che tecnici.

A sentir parlare in conferenza Chiello comincia a vibrare sulla pelle una carica incredibile, ascoltarlo, guardarlo negli occhi è davvero uno spettacolo. L’essenza dello sport, un uomo pronto a tutto pur battersi e trionfare nell’arena che lo attende.

Questa volta, credo che le premesse alla partita le abbia suggerite tutte quel diavolo mancino bianconero fino all’osso che, all’occorrenza, sa parlare anche da leader maturo, a tratti addirittura diplomatico.

“Il record dei minuti senza subire goal? È merito di tutta la squadra, a partire dall’alchimia con gli attaccanti”.

Poi, dalla sala stampa, ad un certo punto, è sbucata una domanda dall’accento sudamericano: “Ma qual è il segreto della tua intesa con Bonucci e Barzagli?”.

Chiellini: “Ci conosciamo da tantissimi anni, abbiamo perso e vinto tante partite insieme. Abbiamo un rapporto che va aldilà delle gare e degli allenamenti”. 

Un altro giornalista poi, prima che la parola passi a Max, gli chiede: “Ma in tutto questo ci sono i meriti di Allegri?”

Vai con la diplomazia: “I meriti sono prima della dirigenza, poi dell’allenatore e poi dei calciatori”.

Noi intanto, ci chiediamo quale pronostico pronunciare per questa Juve che in Champions non subisce goal da 621 minuti, non perde in casa da 22 turni di Champions, ha sempre passato il turno europeo (37 volte su 37) dopo una vittoria in trasferta nella partita d’andata, è ad un passo dallo scudetto, in finale di Coppa Italia, e che a 95 minuti dalla finale di Champions sembra procedere a vele spiegate verso quel tesoro chiamato TRIPLETE?

Signore e Signori a 95 minuti da Cardiff, buono studio per l’ultima partita di Champions allo Stadium!

Quote passaggio turno:

  • Juventus: 1.02
  • Monaco: 20.00

Il pronostico:

“Under 4.5” (1.10) – rischio medio

“1X + Under 4.5” (1.29) – rischio medio

“Gol” (1.80) – rischio alto 

“1-1 risultato esatto” (6.50) – rischio altissimo

Alternative: “1X” (1.15) – rischio basso

Pronostico rischioso? Vi spieghiamo perché.

Come spiegato nel relativo articolo di Real Madrid – Atletico Madrid i bianconeri, proprio come le merengues, esprimono un calcio fatto più di letture individuali che di schemi prestampati. Il che comporta, specie per le partite decisive e quelle in cui è concesso fare calcoli, che la Juventus sia capace di adattarsi all’avversario e alle esigenze della partita.

Succede dunque spesso che la Juventus vinca quando ci sia da vincere e non vinca quando sia sufficiente non perdere; ecco spiegatovi perché abbiamo preannunciato sia il rischio pareggio nel Derby della Mole, sia il pareggio di Bergamo.

La partita dunque potrà evolversi a gara in corso a seconda degli episodi ai quali si adatteranno i bianconeri. Detto questo la partita è da censurare dalle giocate teoricamente più tranquille, e se avete voglia di rischiare provate a seconda dei palati uno dei suggerimenti proposti in alto. A proposito di giocate rischiose, non escludiamo una rete in qualsiasi momento di Paulo Dybala (2.50), oppure di Higuain (2.12) che ha le caratteristiche per approfittare in profondità degli spazi che concede il Monaco.

Perché l'”1-1 risultato esatto”?  Perché tra la proporzione rischi e quota, è la giocata sulla quale, rischiare per rischiare, ci sbilanceremmo. Infatti a quota 3.90 la “X” già ci stuzzica meno. Si si, questa volta il nostro pronostico è per le puntate che ammontano a pochi spiccioli, infatti per questa partita abbiamo dato più peso alla quota che all’affidabilità del pronostico.

Sulle proprie intenzioni Allegri ha parlato chiarissimo: “Non dobbiamo avere l’assillo di vincere”. Non serve. “Dobbiamo uscire con un risultato positivo, e quindi mettere pressione al Monaco”.

Che cosa abbia voluto dire con “mettere pressione al Monaco” non ci è dato sapere. Di sicuro, il canovaccio della partita d’andata è stato chiaro, semplice e perfettamente eseguito dai singoli duellanti bianconeri: linea di difesa molto bassa per non dare profondità ai contropiedisti monegaschi e all’occorenza pressing alto con 3/4 uomini per inceppare il meccanismo dei passaggi verticali dei francesi.

Non escludiamo una partita simile a quell’andata, ma attenti, perché prima o poi, quest’anno o l’anno prossimo che sarà, l’imbattibilità di Buffon dovrà pur interrompersi. E Chiellini è stato chiaro: “Sia io che i miei compagni di difesa, siamo usciti provati dalla partita d’andata. Falcao e Mbappè sono molto complementari, e se non fosse stato per Buffon. Eh, non dimentichiamoci delle occasioni che abbiamo concesso loro”.

Il cammino in questa Champions
La Juventus in Champions ha vinto 5 delle ultime 6 gare ed è imbattuta! 5 “Under 2.5” nelle ultime 6 gare per i bianconeri. In casa la Juventus è reduce da 3 “1” consecutivi ed ha offerto 4 “Under 2.5” nelle 5 gare disputate.

vittorie nelle ultime 8 gare del Monaco che ha offerto 8 “Over 2.5” nelle ultime 9 gare disputate. In trasferta 2 “1” nelle ultime 3 gare per il Monaco che ha offerto 4 “Gol” e “Over 2.5” nelle 5 trasferte.

I precedenti
5 i precedenti tra le due squadre. 3 vittorie per la Juventus, 1 pareggio, 1 vittoria per il Monaco. 2 “Over 2.5+Gol” e 2 “Under 1.5+No Gol” nei 5 precedenti.

La Juventus nelle fasi ad eliminazione diretta (Champions)
Nelle 20 gare ad eliminazione diretta disputate dalla Juventus negli ultimi 10 anni, 10 vittorie, 6 pareggi e 4 sconfitte. Ben 16 gli “Over 1.5“, mentre in casa i bianconeri hanno offerto 6 vittorie (60%), 2 pareggi (20%), 1 sconfitta (20%) in 9 gare, andando sempre a segno.

Il Monaco nelle fasi ad eliminazione diretta (Champions)
Sono 9 le gare ad eliminazione diretta disputate dal Monaco negli ultimi 10 anni in Champions: 4 vittorie, 1 pareggio e 4 sconfitte. In trasferta i monegaschi hanno disputato 4 gare (2 vittorie e 2 sconfitte), offrendo SEMPRE “Gol Casa“.

Lo studio statistico:
Risultato andata: Monaco – Juventus 0 – 2

JUVENTUS

IN GENERALE (11 gare)

  • 6 vittorie nelle ultime 7 gare
  • 11 gare consecutive senza sconfitte
  • 8 vittorie nelle 11 gare
  • 6 gare consecutive in cui non subisce goal
  • 9 gare in cui segna almeno un goal nelle ultime 10
  • 5 “Under 2.5” nelle ultime 6 gare
  • 6 “Under 3.5” consecutivi
  • 8 “Under 3.5” nelle ultime 9 gare

IN CASA (5 gare)

  • SEMPRE “1X”
  • 3 “1” (vittorie) consecutivi
  • 3 “No Gol Ospite” consecutivi
  • 4 “No Gol Ospite” nelle 5 gare
  • SEMPRE “Under 3.5”
  • 4 “Under 2.5” nelle 5 gare

I RISULTATI IN QUESTA CHAMPIONS LEAGUE

  1.  JUVENTUS – SIVIGLIA 0 – 0
  2. Dinamo Zagabria – Juventus 0 – 4
  3. Lione – Juventus 0 – 1
  4.  JUVENTUS – LIONE 1 – 1
  5. Siviglia – Juventus 1 – 3
  6.  JUVENTUS – DINAMO ZAGABRIA 2 – 0
  7. Porto – Juventus 0 – 2
  8.  JUVENTUS – PORTO 1 – 0
  9.  JUVENTUS – BARCELLONA 3 – 0
  10. Barcellona – Juventus 0 – 0
  11. Monaco – Juventus 0 – 2

MONACO

IN GENERALE (11 gare)

  • 3 vittorie nelle ultime 4 gare
  • 6 “1” nelle ultime 8 gare
  • 8 “12” (senza pareggi) consecutivi
  • 7 gare consecutive in cui subisce goal
  • 10 gare in cui subisce goal nelle 11
  • 4 “Gol” nelle ultime 5 gare
  • 10 “Gol Casa” nelle 11 gare
  • SEMPRE “Over 1.5”
  • 7 “Over 2.5” nelle ultime 8 gare

IN TRASFERTA (5 gare)

  • 2 “1” (sconfitte) nelle ultime 3 gare
  • SEMPRE “Gol Casa”
  • 4 “Gol” nelle 5 gare
  • SEMPRE “Over 1.5”
  • 3 “Over 2.5” consecutivi
  • 4 “Over 2.5” nelle 5 gare

I RISULTATI IN QUESTA CHAMPIONS LEAGUE

  1.  TOTTENHAM – MONACO 1 – 2
  2. Monaco – Bayer Leverkusen 1 – 1
  3.  CSKA MOSCA – MONACO 1 – 1
  4. Monaco – CSKA Mosca 3 – 0
  5. Monaco – Tottenham 2 – 1
  6.  BAYER LEVERKUSEN – MONACO 3 – 0
  7.  MANCHESTER CITY – MONACO 5 – 3
  8. Monaco – Manchester City 3 – 1
  9.  BORUSSIA DORTMUND – MONACO 2 – 3
  10. Monaco – Borussia Dortmund 3 – 1
  11. Monaco – Juventus 0 – 2

News dai campi:

Qui Juventus.
Per la Juventus la finale di Cardiff è molto vicina. I bianconeri partono dal 2-0 dell’andata maturato grazie ad una doppietta del Pipita Higuain. La Vecchia Signora arriva alla sfida dopo il pareggio per 1-1 con il Torino nel sentitissimo Derby della Mole, grazie sempre ad Higuain. Contro i granata è arrivato il 2° pari consecutivo in campionato dopo quello maturato a Bergamo con l’Atalanta.

Allegri ha un solo grande dubbio da sciogliere. Il tecnico deve decidere se schierare Barzagli, e quindi mettere in campo la stessa formazione di Monaco, oppure far scendere in campo Cuadrado. In questo caso potrebbe esserci il ritorno al 4-2-3-1, con Dani Alves e Alex Sandro che agirebbero sulla linea di difesa.

Gonzalo Higuain ha segnato 2 goal all’andata, tanti quanti realizzati nelle sue precedenti 24 partite ad eliminazione diretta di Champions. Con 5 reti, questa Champions è già quella in cui ha segnato di più in carriera. Dani Alves invece ha segnato più goal (9) e fornito più assist (25) di qualsiasi altro terzino in Champions League dal suo debutto (2007/08).

Queste le parole di Allegri: “Dobbiamo ancora giocarci la partita. Nel calcio non si sa mai. Dobbiamo alzare la concentrazione perché il Monaco giocherà una partita aperta e ha giocatori di grande talento che ci possono mettere in difficoltà. Dani Alves è in un buon momento, così come tutta la squadra. Dovrò valutare la partita nei 100 minuti, perché davanti non ho cambi. Purtroppo Pjaca è fuori, quindi devo cercare di immaginare come può andare la partita. Ma indipendentemente da chi gioca, sappiamo che dobbiamo disputare una partita tosta”.

Poi ancora: “Siamo in un momento bellissimo. Al momento abbiamo raggiunto solo un obiettivo, quello della finale di Coppa Italia, mentre lo Scudetto e la finale di Champions vanno ancora conquistati. E quando arrivi in questi momenti, ti viene da pensare: ora prendiamo la finale, poi prendiamo lo Scudetto e poi prendiamo…”. 

Sul momento della squadra: La squadra sta bene, bisogna affrontare la partita con serenità e coscienza perché è sempre il ritorno di una semifinale di Champions e il risultato dell’andata non conta. Non dovremo avere l’assillo di vincere per forza in virtù del risultato dell’andata, ma bisognerà giocare come se fosse una partita secca. Dovremo uscire con un risultato positivo, perché ci saranno difficoltà. Ci vorrà l’approccio giusto, mettendo sotto pressione il Monaco”.

In conferenza stampa ha parlato anche Chiellini: Il Monaco ci ha messo in difficoltà. Abbiamo incontrato una squadra molto forte offensivamente. Falcao e Mbappè sono un mix di esperienza e gioventù e hanno un livello altissimo. C’è grande rispetto per una squadra che può metterci in difficoltà. Triplete? Non ci penso, il segreto di ogni grande squadra è pensare di partita in partita. Ora dobbiamo arrivare a Cardiff. Il Triplete è giusto che lo sognino i tifosi, noi è bene che pensiamo di partita in partita per arrivare all’obiettivo di giocarci tutte le manifestazioni fino in fondo”.

Qui Monaco.
Il Monaco arriva allo Stadium consapevole di dover realizzare una vera e propria impresa. La sconfitta dell’andata rende tutto più complicato e anche segnare 2 goal senza subirne, porterebbe i monegaschi a giocarsi la gara ai supplementari. Contro però c’è una difesa che non subisce goal da 621 minuti. La squadra di Jardim è lanciata in vetta al campionato di Ligue 1, a +3 dal Paris Saint Germain 2° in classifica. Nell’ultimo turno è arrivato il successo per 3-0 sul campo del Nancy.

C’è anche Mendy tra i 20 convocati di Jardim. Il tecnico dei monegaschi ha annunciato che giocherà solo se è al 100%. Tourè out per problemi muscolari. Falcao e Mbappé hanno segnato 10 degli ultimi 16 goal del Monaco in Champions League.

Queste le parole di Jardim: “All’andata la Juventus ha messo a tacere i nostri punti di forza. Se vogliamo qualificarci dobbiamo fare qualcosa di più. Dovrò fare qualche modifica, altrimenti c’è il rischio che finisca allo stesso modo della settimana scorsa. La Juve è fortissima sulle fasce, Dani Alves ha qualità enormi, ma tutta la squadra di Allegri ha grandissima esperienza. I giocatori della Juventus sono abituati a questi palcoscenici: tra i bianconeri quello che ha giocato meno partite in Champions ne ha disputate quante il nostro con il maggior numero di presenze. Per noi l’ideale sarebbe chiudere il 1° tempo sull’1-0 per giocarci poi tutto nella ripresa”.

Poi ancora: “Mendy giocherà se sarà al 100%, altrimenti non lo rischieremo. I giocatori sono pronti a dare tutto, sono molto fiero di loro. Abbiamo fatto molto, siamo arrivati in semifinale di Champions e ora vorremmo la finale. Nessuno a inizio stagione credeva che avremmo superato la fase a gironi e dobbiamo cercare di continuare col nostro sogno. È questo il nostro obiettivo”.

Il tecnico ha concluso: “Se siamo qui è chiaro che fin dall’inizio crediamo in questa competizione. Abbiamo perso il 1° round, ma faremo il possibile per giocare una grande partita e batterci fino in fondo. Buffon? Un ottimo portiere, ma dovremo trovare la chiave giusta per fargli goal. Dobbiamo crederci, abbiamo fatto un’ottima stagione sia in campionato che in Champions e cercheremo di dare il massimo per vincere. Sarà difficile, ma non è impossibile. La nostra intenzione è fare la partita perfetta, anche noi abbiamo delle qualità e dobbiamo arrivare a fine partita senza rimorsi”.

Curiosità

Questa è la 2ª volta che queste due squadre si affrontano in semifinale di Champions

I precedenti tra le due squadre

  1. Monaco – Juventus 0-2 (Semifinale Champions 2016/2017)
  2. Monaco – Juventus 0-0 (Quarti Champions 2014/15)
  3. Juventus – Monaco 1-0 (Quarti Champions 2014/15))
  4. Monaco – Juventus 3-2 (Semifinale Champions 1997/98)
  5. Juventus – Monaco 4-1 (Semifinale Champions 1997/98)
  • La Juve si è qualificata 37 volte su 37 in Europa dopo aver vinto fuori casa all’andata.
  • Nessun club francese ha mai vinto a Torino e nessuna squadra ha mai rimontato un risultato come quello dell’andata nelle ultime 14 occasioni.

Probabili formazioni:

Juventus (3-4-2-1): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Dani Alves, Khedira, Pjanic, Alex Sandro; Dybala, Mandzukic; Higuain. All.: Allegri.

Indisponibili: Pjaca e Rugani.

Diffidati e squalificati: nessuno.

Monaco (4-4-2): Subasic; Dirar, Glik, Jemerson, Sidibé; Silva, Fabinho, Bakayoko, Lemar; Falcao, Mbappé. All.: Jardim.

Indisponibili: Boschilia e Carrillo.

Diffidati e squalificati: nessuno.