Europa-League

INTER - SOUTHAMPTON

GIOVEDÌ 20 OTTOBRE ORE 19:00

Mentre il tecnico olandese chiede tempo, la proprietà preme e la dirigenza si spazientisce. Dopo la sconfitta casalinga contro il Cagliari, la dirigenza ha chiesto un altro faccia a faccia all’allenatore. In definitiva, oltre a un gioco che ancora non si vede, convincono poco i suoi metodi decisamente nordici e poco latini che si stanno ripercuotendo su gioco, scelte tattiche a gara in corso e condizione atletica generale.

Secondo Caressa: “Se perde col Southampton sarà addio”.

Questa è la premessa doverosa dello studio di Inter – Southampton.

 

Il pronostico:

“Gol Casa” (1.23) – rischio alto

Alternativa: “Gol” (1.68) – rischio alto

GARA DA NON GIOCARE. Leggero rischio “X”, né un “1-1”, né uno “0-0” né una sconfitta nerazzurra ci sorprenderebbero così tanto in una gara simile. “X2” e “Gol Ospite” sono quotati troppo poco per valere la nostra considerazione. Siamo sicuri dell’atteggiamento della squadra? Ad esempio, siamo sicuri che dopo essere stato reintegrato solo “grazie” alla pressione della dirigenza, Brozovic giocherà per il proprio allenatore? Intanto in campo scenderà una squadra che sembra molto simile alla migliore possibile. Probabile rinuncia alla compresenza tra Perisic e Candreva, compresenza che, come già scritto mesi fa, può avere come conseguenza una squadra troppo troppo larga e poco densa centralmente. Le gare che valgono le panchine, non si giocano, non conosciamo tutte le sfumature psicologiche nei rapporti squadra / allenatore.
Sempre almeno “Over 1.5” nelle prime 10 gare ufficiali dell’Inter di De Boer; l’unico “Over 3.5” però è arrivato proprio nell’ultimo turno di Europa League. Sempre “Gol Ospite” e 4 “Gol” nelle prime 5 gare casalinghe ufficiali. Il bilancio totale? Solo 3 vittorie (1 sola in casa!), 2 pareggi e ben 5 sconfitte.
Se l’Inter è ancora alla ricerca del 1° punto in questa Europa League, il Southampton in questa competizione è imbattuto in quanto ha chiuso le prime 2 gare di questa competizione senza reti al passivo. Gli ospiti sono reduci dal 1° “Over 3.5” stagionale, ed hanno chiuso le ultime 2 trasferte di Premier senza reti al passivo.

 

I risultati dell’Inter in Europa League (in ordine cronologico):

  1. Inter – Hapoel Beer Sheva 0 – 2
  2. Sparta Praga – Inter 3 – 1

 

I risultati del Southampton in Europa League (in ordine cronologico) 

  1. Southampton – Sparta Praga 3 – 0
  2. Hapoel Beer Sheva – Southampton 0 – 0

 

La classifica del Girone K

  • Southampton 4
  • Beer Sheva 4
  • Sparta Praga 3
  • Inter 0

 

Lo studio nei rispettivi campionati:

INTER

IN GENERALE (8 gare)

  • 8 “Over 1.5” consecutivi
  • 8 “Under 3.5” consecutivi
  • 7 “Gol Ospite” nelle ultime 8 gare
  • 7 “Gol Casa” nelle ultime 8 gare

IN CASA (4 gare)

  • 4 “Gol” consecutivi in casa
  • SEMPRE “Gol”
  • SEMPRE “Gol Casa”
  • SEMPRE “Gol Ospite”

SOUTHAMPTON

IN GENERALE (8 gare)

  • 4 gare consecutive senza sconfitte
  • 7 “Under 3.5” nelle ultime 8 gare
  • 7 “1X” nelle ultime 8 gare
  • 5 gare in cui segna almeno un goal nelle ultime 6

IN TRASFERTA (4 gare)

  • 3 “No Gol” nelle ultime 4 gare in trasferta
  • SEMPRE “Under 3.5”

News dai campi:
Qui Inter. Spazio a una formazione di livello con tanti titolari. Non dovrebbe però essere il collaudato 4-2-3-1 il modulo scelto da De boer, in quanto sembra probabile l’esclusione di Ever Banega. Al suo posto ci sarà infatti Assane Gnoukouri in un 4-3-3. Out Melo. Così De Boer sulla sfida contro il Southampton: “Quando non si vince è difficile. Voglio vedere la squadra vincere. I risultati contro Roma e Cagliari non sono stati a nostro favore, dobbiamo migliorare molto in questo perché le ultime sconfitte non sono state giuste. Siamo una buona squadra, l’abbiamo dimostrato, ma dobbiamo migliorare. Sappiamo che dobbiamo cambiare, nel calcio non c’è molto tempo. Dobbiamo migliorare rapidamenteSappiamo che i risultati non sono buoni. Stiamo cominciando un progetto. Mi sento come in Formula Uno: la macchina è buona, ma durante la stagione bisogna migliorarla. E questo si fa nel precampionato, io devo ancora conoscere la squadra. Abbiamo giocato alcune partite molto buone ma con brutti risultati. Ho molta fiducia nella squadra, lo so che i risultati non sono buoni, è solo questione di tempo. In un progetto serve tempo, specialmente quando non cominci dall’inizio, ma durante la stagione. E’ difficile. Dobbiamo migliorare molto in alcune cose, in altre meno. Serve solo tempoSo che i risultati sono negativi, ma credo sia solo una questione di tempo. Normale quando inizia un progetto. La società ne è consapevole e io, ripeto, ho fiducia in questa squadra, sempre sapendo che bisogna migliorare in certi aspettiDifficile da dirsi, 2 settimane, 4… Dipende da quanto tempo avrà bisogno la squadra per imparare, ma il tempo rimane questo. Ripeto, come in Formula Uno si può correre quando l’auto è a posto in tutto, è normale. Lo staff tecnico deve conoscere la squadra e la squadra deve conoscere lo staff tecnico“.
Qui Southampton. A supportare gli inglesi ci saranno 7 mila tifosi. Senza l’ex Chelsea Ryan Bertrand, il tecnico Claude Puel opta per un 4-3-1-2 in cui Dusan Tadic agirà tra le linee di centrocampo e attacco, alle spalle della coppia Shane Long-Charlie Austin. Indisponibili anche Redmond, Targett, Cedric. Puel: “Questa partita è molto importante, ma è solo una gara delle tante nel girone. Vogliamo i 3 punti. E’ una grande occasione per la qualificazione. Non dobbiamo farci condizionare dal fascino di giocare a San Siro. Ci siamo preparati molto bene, vogliamo restare calmi. Loro sono obbligati a vincere, ma anche noi vogliamo fare bene e le grandi squadre si vedono anche quando la situazione è difficile. L’Inter è una squadra difficile da affrontare, con un buon allenatore, ma vogliamo vincere. Se approfitteremo dei problemi dei nerazzurri? E’ una grande opportunità per noi, ma anche se non stanno passando un momento facile sono un grande club“.

 

Probabili formazioni:
Inter (4-3-3): Handanovic; D’Ambrosio, Miranda, Murillo, Santon; Gnoukouri, Medel, Brozovic; Candreva, Icardi, Eder. All.: De Boer.
Southampton (4-3-1-2): Forster; Martina, Yoshida, José Fonte, McQueen; Hojberg, Romeu, Ward-Prowse; Tadic; Long, Austin. Alle.: Puel.

Condividi
>