Europa-League

HAPOEL BEER SHEVA - INTER

GIOVEDÌ 24 NOVEMBRE ORE 19:00

Uno dei punti più bassi dell’esperienza di De Boer è coinciso proprio con la gara d’andata vinta col risultato di 0-2 dagli israeliani.

Cosa è cambiato nell’Inter dopo l’arrivo di Pioli?

Principalmente 2 aspetti, uno psicologico e l’altro tattico:

  1. La squadra sembra unita attorno al tecnico (lo hanno voluto i giocatori in sostituzione di De Boer)
  2. Gli esterni sono chiamati ad un lavoro più centrale al fine del consolidamento degli scambi con il resto dei compagni e delle sovrapposizioni dei terzini

Il pronostico:

“X2” (1.37) – rischio basso

“2” (2.40) – rischio alto

Alternativa: “Gol Ospite” (1.27) – rischio basso

Icardi cerca la 1ª rete con il nuovo allenatore. Il “2” non va escluso, ma attenti a non puntarci fortune.

Se in campionato gli israeliani hanno vinto tutte e 5 le gare casalinghe, in Europa League hanno chiuso entrambe le gare in casa con “No Gol Casa” (senza segnare).

L’Inter è ultima nel girone, ma vincendo potrebbe mettersi nelle condizioni di passare il turno (ipotesi comunque complicata data la classifica). Al debutto contro il Milan si è vista una squadra ancora tatticamente ignorante, ma quanto meno vogliosa. Nel derby è parsa in crescita anche la condizione atletica, fondamentale per il pressing a cui Pioli difficilmente rinuncia. Restano i limiti nella gestione del possesso del pallone, ma come previsto per il derby, la squadra ha voglia e più che altro bisogno di scaricare le colpe dei fallimenti recenti tutte su De Boer.

Le statistiche inerenti le giocate “Gol/No Gol” e “Under/Over” non sono interessanti.

Le possibili combinazioni:

  • La vincente tra Sparta e Southampton si qualifica. In caso di parità nel confronto la qualificazione si deciderà all’ultima giornata
  • L’Hapoel per restare in corsa deve evitare la sconfitta o sperare che il Southampton perda
  • L’Inter, per restare in corsa deve vincere, oppure pareggiare e sperare che l’altra partita non termini in parità

 

I risultati dell’Hapoel in Europa League (in ordine cronologico):

  1.  Inter – Hapoel Beer Sheva 0 – 2
  2.  HAPOEL BEER SHEVA – SOUTHAMPTON 0 – 0
  3.  HAPOEL BEER SHEVA – SPARTA PRAGA 0 – 1
  4.  Sparta Praga – Hapoel Beer Sheva 2 – 0

 

I risultati dell’ Inter in Europa League (in ordine cronologico):

  1.  Inter – Hapoel Beer Sheva 0 – 2
  2.  SPARTA PRAGA – INTER 3 – 1
  3.  Inter – Southampton 1 – 0
  4.  SOUTHAMPTON – INTER 2 – 1

 

La classifica del Girone K

  1. Sparta Praha 7
  2. Southampton 7
  3. Hapoel Beer-Sheva 4
  4. Inter 3

AGGIORNAMENTO: (Di seguito la classifica corretta, la Redazione di Okpronostico si scusa per un errore redazionale conseguente all’errore della Uefa):

  1. Sparta Praga 9
  2. Southampton 7
  3. Hapoel Beer-Sheva 4
  4. Inter 3

 

Lo studio statistico (in Champions)

HAPOEL BEER SHEVA

IN GENERALE (4 gare)

  • SEMPRE “No Gol”
  • SEMPRE “Under 2.5”
  • sconfitte consecutive
  • 3 gare consecutive senza vittorie
  • 3 gare consecutive in cui non segna goal
  • “No Gol Casa” nelle ultime 4 gare

IN CASA (2 gare)

  • “X2” (100%)
  • “No Gol” (100%)
  • “Under 2.5” (100%)

INTER

IN GENERALE (4 gare)

  • SEMPRE “12” (senza pareggi)
  • “1” consecutivi
  • sconfitte nelle ultime 4 gare
  • 3 gare in cui subisce goal nelle ultime 4
  • 3 gare in cui segna almeno un goal nelle ultime 4

IN TRASFERTA (2 gare)

  • “1” (sconfitte) consecutivi
  • “1X” (100%)
  • “Gol” (100%)
  • “Over 2.5” (100%)

News dai campi:
Qui Beer Sheva. I padroni di casa, terzi in classifica a quota 4 punti, dopo la vittoria con i nerazzurri non hanno più segnato e sono ancora alla ricerca della 1ª rete dinanzi al loro pubblico. Così Bakhar alla vigilia: “Penso che possiamo vincere anche in casa nostra. Faremo il possibile finché avremo una chance di qualificazione, ma credo che faremo anche una rotazione di uomini visto che domenica ci attende una sfida molto importante in campionato”.
Qui Inter. Ancora 4-3-3 per la banda di Pioli, che al centro della difesa si affiderà a Murillo con Miranda visto l’infortunio di Medel. A centrocampo tante le assenze  dovute alla ristrettezza della lista UEFA. Pioli sul match: “Abbiamo bisogno di giocare queste partite e vedo la squadra pronta per questa scalata difficile. Abbiamo davanti una montagna e partiamo dal basso, ma vogliamo arrivare in vetta per vedere cosa c’è dietro. Quanto a me, essere sotto esame ogni partita è il bello del mio lavoro. Io lo so già: saremo sempre sotto pressione, ma siamo l’Inter, è normale così. Però, visto che siamo l’Inter, abbiamo anche grandi potenzialità. Siamo usciti dal derby dimostrando carattere e voglia di fare: è da lì che vogliamo ripartire. Lavoriamo per crescere velocemente e non c’è molto tempo, ma ora conta solo la partita di domani, poi penseremo alle prossime. Abbiamo studiato il Beer Sheva: è una squadra organizzata, fisica e con buone qualità tecniche, tosta, dunque andrà approcciata bene anzitutto dal punto di vista mentale. Ma noi siamo l’Inter e quindi dobbiamo giocarci le nostre carte. Saremo pronti domani sera, questa gara arriva nel momento migliore”.
Jao Mario non è nella lista Uefa, ma sia da parte sua, che da parte di Icardi, Perisic e non solo, sono arrivate parole di stima ed elogio per il nuovo allenatore.

 

 

Probabili formazioni:
Hapoel Beer Sheva (5-4-1): Goresh; Bitton, Miguel Vitor, Taha, Zedek, Korhut; Buzaglio, Radi, Hoban, Melikson; Lucio Maranhao. All.: Bakhar.
Inter (4-3-3): Handanovic; Ansaldi, Murillo, Miranda, Nagatomo; Brozovic, Banega, Felipe Melo; Eder, Icardi, Perisic. All.: Pioli

Condividi
>