liga

Il menu del sabato prevede Barcellona – Betis con i blaugrana che battezzano il loro debutto in campionato. Alle ore 20:15 toccherà al Villareal contro il Granada dimostrare di non essere un sottomarino che sta affondando. Infine Siviglia – Espanyol ci dirà se il rodaggio della squadra di Sampaoli sia effettivamente concluso oppure no.

C’era un Ronaldo, un Messi… e un Simeone!

Un campionato che ai nastri di partenza si presenta apparentemente congelato allo scorso maggio. Appena il 20 % dei club (solo 4!) ha deciso di cambiare allenatore. Siviglia e Villareal rischiano di non affrontare al meglio una stagione sulla carta piuttosto complicata. Il Valencia, può probabilmente solo fare meglio dello scorso campionato naufragato con Neville al timone. Il Barcellona è partito più o meno con gli stessi uomini, ma con un colore diverso: quello biondo Super Sayan di Messi. Che è incapace di prendersi la nazionale argentina sulle spalle (resa da vergogna in estate!), ma lì, a casa sua, coccolato e sbaciucchiato da flash, compagni e dirigenti, in campo, sul piano tecnico ed individuale(!) risulta ancora un alieno sulla Terra. Il Real sembra avere la saggezza Ancelottiana del Milan dell’ultima Champions, ma in Liga è da verificare… durante lo scorso campionato, a furia di contropiede alla Carletto, Zidane ha sfiorato l’impresa pure in Liga. A proposito, a Zuizou tocca fare in modo che Morata diventi “una pasta al forno del giorno dopo” (per dirla alla Mazzone) e non una minestra fresca, ma comunque riscaldata; lo ha conosciuto da vicino qualche anno fa, DOVREBBE cavarsela, anzi deve! Ronaldo è tra quelli che partiranno in ritardo. E l’Atletico Madrid del Cholo Simeone? La sua depressione sembra superata, la stagione passata è finita malissimo e forse per la prima volta il popolo cholista ha avuto modo di scoprire che anche Diego è un essere umano. Gaitan e Gameiro sono colpi spettacolari, ma i dubbi restano e più o meno sono sempre gli stessi, quelli che temevamo alla vigilia della 2 ª finale di Champions persa. I dubbi? 1) L’incapacità di gestire le partite; 2) la fissa per i contropiedisti che a volte allungano troppo la squadra; 3) la dipendenza da questo calcio bellissimo sul piano emotivo, esemplare, da portare nelle scuole di vita, ma che rischia di diventare un’etichetta che Simeone sta faticando a staccare dalla propria fronte. E durante una stessa partita, è necessario sapersi evolvere in più forme e in più stati d’animo per portare a casa le coppe. Per ora l’affetto del popolo cholista lo carica, vedremo se Simeone sarà sempre lo stesso, se è cresciuto o addirittura, a stagione in corso, possa rivelarsi disincantato dopo l’espressa esigenza di rifiatare e riflettere sul suo “fallimento”.

Statistiche, tattica, psicologia, tecnica, atletica… Mercato! Tutto e molto altro, puoi trovarlo approfondito nei seguenti articoli pre-partita, partita per partita.

BUONA LIGA… a TODOS!

Lo Staff di Okpronostico.it 

Per leggere il nostro studio di ogni singola partita in programma in questa giornata, basta cliccare sulla gara di tuo interesse ed avrai tutto il materiale che Okpronostico.it mette a tua completa disposizione.

Ecco i link ai nostri articoli

Sabato 18:15

Sabato 20:15

Sabato 22:00

Domenica 18:15

Domenica 22:15