football-730418_960_720

Italia - Liechtenstein

Domenica 11 giugno ore 20:30

L’obiettivo non è vincere, ma stravincere!

Si si, gli azzurri devono vincere e per giunta cercando di limitare la differenza reti rispetto alla Spagna che al momento, in vista del prossimo impegno contro la Macedonia, presenta un sostanzioso + 8 rispetto alla squadra di Ventura. A proposito, quanto agli azzurri, sembrano confermatissimi sia il modulo che la coppia d’attacco Immobile – Belotti.

Detto questo, proviamo a fare un punto sulla situazione. Questo primo annetto del ciclo Ventura sembra confermare l’inversione di tendenza che sta caratterizzando il calcio italiano. Al contrario di quanto accaduto in passato infatti, la nazionale spesso passeggia sulle piccole, e poi fatica con le grandi (sconfitta all’esordio contro la Francia e 1-1 casalingo contro la Spagna).

Contrario rispetto al passato è anche l’approccio alle gare importanti così come alle amichevoli. Sinora gli azzurri hanno disputato 2 gare di cartello, e come riportato pocanzi, non hanno vinto nessuna delle due.

Altra novità: il bel gioco e l’entusiasmo offensivo. Che il movimento italiano stia scambiando il Calcio per un gioco da circo? Possibile si e pericoloso pure. Per intenderci: le strade del bel gioco e della promozione dei giovani vanno benissimo, purché non le si confondino per un fine invece che per un mezzo.

Vorremmo ricordare a tutti infatti, che aldilà dei ripetuti applausi alle sconfitte “a testa alta“, sono state diverse le squadre italiane che negli ultimi anni, nonostante il bel gioco, hanno portato a casa zero tituli.

L’innovazione senza tradizione vale poco, e non dimentichiamo infatti, che con l’attenzione difensiva ed un atteggiamento speculare agli avversari, il Real Madrid ha vinto 3 Champions in 4 anni. Chiudendosi, sbarrando gli sbocchi offensivi altrui, e sfruttando al massimo – con fame e convinzione -ciascuna opportunità offensiva, il Portogallo si è aggiudicato l’Europeo della scorsa estate.

Ok, non tutti vantano in rosa la fame di Ronaldo. Ma questa premessa vuol dire proprio questo: siamo sicuri che bel gioco e lavoro per il futuro siano sufficienti per ottenere risultati qui e ora, nel tempo presente?

Signore e Signori,

Buono studio!

Il pronostico:

“1 1° Tempo” (1.12) – rischio basso

“Over 3.5” (1.22) – rischio medio

Alternative: “Over 4.5” (1.50) – rischio alto; “Over 5.5” (2.00) – rischio altissimo

Lo studio statistico:
Quote poco interessanti: godetevi il mare oppure un bel film. Perché l'”Over 4.5″ a rischio alto? Perché l’Italia, nelle gare di qualificazione fino a questo momento, ha offerto solo una volta questo pronostico contro la Macedonia, ma per merito dell’avversario. Quanti ai marcatori, ci passa un pochino la voglia perché la quota “Belotti segna si” è offerta a 1.25, “Immobile segna si” è quotato 1.35. Vi citiamo le quote sulle possibili doppiette: la più interessante è quella di Immobile (2.20) rispetto a Belotti (1.60).

9 “Over 1.5” nelle 10 gare disputate complessivamente dall’Italia del ct Ventura che nelle gare qualificazioni al mondiale ha offerto SEMPRE “Over 1.5”  4 “Gol” su 5 gare disputate. Il Liechtstein, tra campionato e qualificazioni mondiali, ha offerto SEMPRE “Over 1.5“, mentre nelle 5 gare delle gare di qualificazioni ha segnato solo 1 rete.

I risultati dell’”Italia 2016/2018″ (in ordine cronologico):

  1. Italia – Francia 1 – 3 (amichevole)
  2. Israele – Italia 1 – 3 (Qualificazione Russia 2018)
  3. Italia – Spagna 1 – 1 (Qualificazione Russia 2018)
  4. Macedonia – Italia 2 – 3 (Qualificazione Russia 2018)
  5. Liechtenstein – Italia 0 – 4 (Qualificazione Russia 2018)
  6. Italia – Germania 0 – 0 (amichevole)
  7. Italia – Albania 2 – 0 (Qualificazione Russia 2018)
  8. Olanda – Italia 1 – 2 (amichevole)
  9. Italia – San Marino 8 – 0 (amichevole)
  10. Italia – Uruguay 3 – 0 (amichevole)

I risultati dell’ “Liechtenstein 2016/2018″ (in ordine cronologico):

  1. Spagna – Liechtenstein 8 – 0 (Qualificazione Russia 2018)
  2. Liechtenstein – Albania 0 – 2 (Qualificazione Russia 2018)
  3. Israele – Liechtenstein 2 – 1 (Qualificazione Russia 2018)
  4. Liechtenstein – Italia 0 – 4 (Qualificazione Russia 2018)
  5. Liechtenstein – Macedonia 0 – 3 (Qualificazione Russia 2018)
  6. Finlandia – Liechtenstein 1 – 1 (amichevole)

 

La classifica del gruppo G

  1. Spagna 13
  2. Italia 13
  3. Israele 9
  4. Albania 6
  5. Macedonia 3
  6. Liechtenstein 0

News dai campi:

Qui Italia.
Vincere non è importante, ma è l’unica cosa che conta. Questo è un detto di marchio bianconero, ma che si addice molto alla nazionale italiana in questo momento, con un’unica, grande, variabile: vincere si, ma con tanti goal di scarto. L’Italia ha gli stessi punti della Spagna capolista del girone e impegnata domenica sera in Macedonia. La nazionale di Lopetegui, però, alla voce “differenza reti” presenta 8 goal in più rispetto agli azzurri. Questo è un parametro decisivo per la qualificazione diretta in caso di arrivo in vetta a pari punti.

La qualificazione diretta al prossimo mondiale però passa dalla gara contro la Spagna del prossimo 2 settembre. Infatti gli azzurri, solo in caso di vittoria al Bernabeu, eviterebbero l’arrivo a pari punti in vetta alla classifica del girone G con gli spagnoli.

Ventura dovrebbe riproporre il 4-2-4. Rispetto al test con l’Uruguay rientreranno Buffon e Chiellini, mentre a centrocampo dovrebbe esserci una maglia da titolare per Pellegrini accanto a De Rossi.

Sulla gara ha parlato in conferenza stampa Immobile: “Speriamo che la Spagna non segni molti goal contro la Macedonia, che è una squadra ostica. Intanto noi dobbiamo pensare a vincere a tutti i costi. Ventura ci ha già annunciato che giocheremo col 4-2-4. Credo che faremo una partita diversa rispetto all’andata. In mezz’ora potevamo fare 4 goal, poi purtroppo per un po’ di sfortuna non siamo più riusciti a concretizzare”.

Il calciatore ha proseguito: “Occorre rispetto, anche se sappiamo di dover fare tanti goal. La pressione ci deve essere, la qualificazione al Mondiale è importantissima. Certo, ci può stare che, se la partita non si sblocca subito, arrivi l’ansia, come quando non si segna da parecchio e si sente la pressione. Però insieme alla squadra cerchiamo di dare il massimo. Siamo sereni. Passare per differenza reti è difficile, ma non impossibile”.

Qui Liechtenstein.
Come spesso accade ai gironi di qualificazione, il Liechtenstein vi partecipa solo per il gusto di farlo. Basta leggere la classifica per accorgersi che le ambizioni della squadra di Pauritsch non possono essere elevate. 

0 punti dopo 5 giornate disputate e la bellezza di solo 1 rete realizzata contro l’Israele. Il dato dei goal subiti, 19, fa ben sperare però gli azzurri che hanno bisogno di segnare tanti goal. Il C.T. dovrebbe schierare un modulo più difensivo, come il 4-5-1. Unico terminale offensivo sarà Frick.

Probabili formazioni:

Italia (4-2-4): Buffon; Darmian, Bonucci, Chiellini, Spinazzola; De Rossi, Pellegrini; Candreva, Immobile, Belotti, Insigne.
C.T.: Ventura.
In panchina: Donnarumma, Scuffet, Astori, Barzagli, Ferrari, D’Ambrosio, Conti, Riccardo Montolivo, Bernardeschi, Eder, El Shaarawy, Gabbiadini.

Liechtenstein (4-1-4-1): R. Buchel; Rechtsteiner, Malin, Gubser, Goppel; Polverino; Burgmeier, M. Buchel, Hasler, Salanovic; Frick. CT.: Pauritsch.
In panchina: Jehle, Hobi, Brandle, Hofer, F. Wolfiger, Sele, Meier, Foser, Oehri, Erne, S. Wolfiger.