Svezia-Italia

Venerdì 10 novembre ore 20:45

L’Italia non ha mai segnato più di un goal dopo la sosta estiva

L’Italia di Gian Piero Ventura si gioca l’accesso al Mondiale di Russia 2018. Lo sappiamo tutti, ma provate a rileggere la stessa frase con tono solenne, ed immaginate quello che sta passando nella testa dei calciatori. Già, in questa doppia sfida bisognerà sbagliare il meno possibile, a cominciare dalla gara d’andata. Come da tradizione sembra questa la filosofia d’azione azzurra.

Gli azzurri, stando alle dichiarazioni della vigilia, arrivano belli concentrati a questo appuntamento. Ventura: “Jorginho è stato convocato perché siamo di fronte ad una doppia sfida non importante, ma importantissima. In 72 ore ci giochiamo una qualificazione al mondiale, e quindi abbiamo la possibilità di fare delle scelte sul modo di stare in campo. Noi in 48 di lavoro mi sembra che dobbiamo semplicemente cercare di fare la cosa più logica che si può fare in 48 ore: dare delle certezze, delle convinzioni”. 3-5-2 insomma…

Intanto, la nazionale italiana arriva a questa partita reduce da un percorso nel girone di qualificazione che l’ha vista chiudere al 2° posto alle spalle della Spagna. La Svezia, invece, seppur priva di un grande trascinatore come Zlatan Ibrahimovic, si è compattata attorno al suo addio, e si è ben comportata nel proprio raggruppamento, chiudendo alle spalle della Francia e determinando la clamorosa esclusione dell’Olanda.

Nei 23 precedenti incontri tra Italia e Svezia in tutte le competizioni, sono  arrivati ben 11 successi azzurri, 6 pareggi e 6 vittorie scandinave. L’ultima sfida tra Italia e Svezia risale agli Europei 2016: gli Azzurri di Conte s’imposero per 1-0 grazie a 1 goal di Eder. Ma occhio a questo dato: la Svezia non batte l’Italia dal 1998 (1-0 in amichevole a Göteborg): 4 vittorie azzurre e 1 pareggio da allora.

Le poche chiacchiere e la strana tosse da interrogazione di matematica, confermano che anche Gianluigi Buffon sente la tensione che dall’orizzonte emotivo, piano piano comincia ad avvicinarsi ai cuori e alle menti degli azzurri. “Eeeehm, loro hanno meno pressioni, ma… Non farei cambio con il loro stato d’animo. Alcuni dei nostri si esaltano sotto pressione!”.

Buono studio signori! Non siamo maghi, ma vestendoci da allenatori, giochiamo ad immaginare la partita che ci aspetta. Buona lettura a tutti! 😉

Il pronostico:

“Italia passa il turno” (1.32) – rischio medio

“X2 + Under 3.5” (1.56) – rischio alto

“X 1° Tempo” (1.95) – rischio altissimo

Alternative“Under 1.5 1° Tempo” (1.26) – rischio medio; “X” (3.10) – rischio altissimo

Che tipo di partita aspettarci?

Quanto ai marcatori, viene facile pensare ad Immobile (3.25), il pupillo di Ventura, oltre che ad una rete sporca, magari di Chiellini o Bonucci (entrambi a quota 12.00) o di De Rossi (9.00) eventuale rigorista!?! Si tratta di troppe tentazioni più che di opportunità. Se non fosse per la regola dei goal in trasferta, diremmo 0-0 primo tempo e forse pure finale. Invece, stando alle statistiche, non va escluso neanche un overino (“Over 1.5” costante nei risultati di entrambe le squadre). Affidare il pronostico su Svezia – Italia ad un risultato esatto tipo “1-1” (5.80)? Scelta plausibile, ma non nel nostro stile, meglio, al massimo e soltanto, per una eventuale multipla sognatrice e dall’importo giocato spicciolo. Vista la regola dei goal fuori casa, il “Gol” a quota 2.09, farebbe comodo agli azzurri. Il “Gol Ospite” (1.30) è quotato poco. La “X” ci sembra una buona giocata, ma molto rischiosa e da considerare comunque per una eventuale multipla sognatrice, a quota alta e senza particolari pretese.

Il dubbio

Gli Azzurri giocheranno per sfruttare la regola dei goal in trasferta, oppure farà una prestazione di grande tradizione difensiva? In tal caso, data la probabile assenza di Zaza, chi tra Belotti e Immobile sarà in grado di fare quel lavoro sporco a venire incontro utile a consolidare il possesso del pallone e quindi utile ad una prestazione “intelligente” come chiesto da De Rossi? Con i loro movimenti in verticale, i bomber di Lazio e Torino potrebbero sfilacciare troppo la squadra, le distanze potrebbero allargarsi, e l'”Under 2.5″ rischierebbe di vacillare.

Il punto psicologico

Se quantomeno a parole la Svezia sembra arrivare a questa sfida fiduciosa e libera dalla pressione, l’Italia sembra arrivarvi un po’ tirata, ma con la giusta convinzione e con la giusta smania di riscatto mediatico, magari anche di quel biscotto tra Svezia e Danimarca del 2004 che però Buffon ha commentato così: “Nulla da riscattare. La responsabilità fu nostra, fummo noi a non metterci nelle condizioni di essere padroni del nostro destino”. Stando alla posta in palio (almeno 2 anni di lavoro!) e nonostante gli “Over 2.5” offerti dagli uni in casa e dagli altri in trasferta, i presupposti per una gara tattica e inizialmente chiusa, non mancano. Fatto sta che la Svezia in casa ha pareggiato 1-1 con l’Olanda e battuto la Francia 2-1 (seppur su una papera del portiere), mentre l’Italia ha affrontato una sola trasferta veramente difficile e l’ha persa 3-0 in casa della Spagna.

Il punto tattico

La Svezia si presenta a questa partita con la nomea di squadra scorbutica e tatticamente, al momento, più consolidata rispetto a quella azzurra. Una compagine insidiosissima sulle seconde palle, ma che aldilà dei due talenti in rosa, il capocannoniere Berg e il rifinitore Forsberg, è comunque una quadra scolastica con delle difficoltà difensive legate sia alla macchinosità dei due centrali che alle difficoltà nelle transizioni difensive.

L’Italia invece nelle ultime esibizioni dalla Spagna in poi ha perso tutte le certezze tattiche che Ventura sembrava avesse dato ai media. Fatto sta che in vista di questa partita, sembra proprio che lo spogliatoio lo abbia messo alle strette ed obbligato a passare al 3-5-2. Una soluzione tattica che non solo darà la possibilità agli azzurri di ripresentare la BBC, ma che permetterà anche di inserire un centrocampista in più per contrastare la forza sulle seconde palle degli svedesi.

Il punto statistico

Nelle gare di qualificazione la Svezia ha ottenuto 6 vittorie, 1 pareggio e 3 sconfitte, per un totale di 26 reti realizzate e 9 subite. La squadra di Andersson in queste 10 partite, pur offrendo 6 “No Gol”, ha offerto ben 7 “Over 2.5” e 9 “Over 1.5“. In casa gli svedesi non solo hanno offerto SEMPRE “1X”, ma sono anche reduci da 4 “1” consecutivi; ben 4 “Over 2.5” e SEMPRE “Over 1.5” nelle gare interne dei gialloblu. Altalenanti le statistiche sui “Gol/No Gol”.

Nel girone di qualificazione l’Italia invece, ha ottenuto 7 vittorie, 2 pareggi e 1 sconfitta (3-0 contro la Spagna), per un totale di 21 reti realizzate e 8 subite; quanto alle statistiche relative alla giocata “Under2.5/Over 2.5”, l’Italia ha presentato una tendenza 50-50, 6 su 10 i “No Gol”, 8 gliOver 1.5“. Nelle 5 trasferte gli azzurri hanno offerto 4 “2”, 1 solo “1”, e stranamente nessuna “X”. 4 su 5 gli “Over 2.5”, mentre nulla di interessante spicca in merito alla dicotomia “Gol/No Gol”.

Lo studio statistico:

I risultati della “Svezia 2016/2018” (in ordine cronologico):

  1. Svezia – Olanda 1 – 1 (Qualificazione Russia 2018)
  2. Lussemburgo – Svezia 0 – 1 (Qualificazione Russia 2018)
  3. Svezia – Bulgaria 3 – 0 (Qualificazione Russia 2018)
  4. Francia – Svezia 2 – 1 (Qualificazione Russia 2018)
  5. Ungheria – Svezia 0 – 2 (amichevole)
  6. Svezia – Costa d’Avorio 1 – 2 (amichevole)
  7. Svezia – Slovacchia 6 – 0 (amichevole)
  8. Svezia – Bielorussia 4 – 0 (Qualificazione Russia 2018)
  9. Portogallo – Svezia 2 – 3 (amichevole)
  10. Svezia – Francia 2 – 1 (Qualificazione Russia 2018)
  11. Norvegia – Svezia 1 – 1 (amichevole)
  12. Bulgaria – Svezia 3 – 2 (Qualificazione Russia 2018)
  13. Bielorussia – Svezia 0 – 4 (Qualificazione Russia 2018)
  14. Svezia – Lussemburgo 8 – 0 (Qualificazione Russia 2018)
  15. Olanda – Svezia 2 – 0 (Qualificazione Russia 2018)

I risultati dell’”Italia 2016/2018″ (in ordine cronologico):

  1. Italia – Francia 1 – 3 (amichevole)
  2. Israele – Italia 1 – 3 (Qualificazione Russia 2018)
  3. Italia – Spagna 1 – 1 (Qualificazione Russia 2018)
  4. Macedonia – Italia 2 – 3 (Qualificazione Russia 2018)
  5. Liechtenstein – Italia 0 – 4 (Qualificazione Russia 2018)
  6. Italia – Germania 0 – 0 (amichevole)
  7. Italia – Albania 2 – 0 (Qualificazione Russia 2018)
  8. Olanda – Italia 1 – 2 (amichevole)
  9. Italia – San Marino 8 – 0 (amichevole)
  10. Italia – Uruguay 3 – 0 (amichevole)
  11. Italia – Liechtenstein 5 – 0 (Qualificazione Russia 2018)
  12. Spagna – Italia 3 – 0 (Qualificazione Russia 2018)
  13. Italia – Israele 1 – 0 (Qualificazione Russia 2018)
  14. Italia – Macedonia 1 – 1 (Qualificazione Russia 2018)
  15. Albania -Italia 0 – 1 (Qualificazione Russia 2018)

News dai campi:

Qui Svezia.
La Svezia scenderà in campo con il solito 4-4-2, con la coppia d’attacco che sarà formata da Toivonen e Berg, con l’ex Panathinaikos in grande spolvero nelle qualificazioni (8 le reti messe a segno). Il tecnico dunque potrà contare su tutta la rosa a disposizione, eccezion fatta per Lusting che è squalificato e Durmaz che non è al meglio. Confermato sulla linea dei centrocampisti il giocatore più creativo, l’assist-man Forsberg.

Queste le parole di Andersson alla vigilia della gara riportate su Sportmediaset.it: “Ci siamo allenati bene e non vediamo l’ora di giocare. L’Italia ha un’ottima difesa, ma noi in casa abbiamo segnato 18 reti e vinto 4 gare. Sarà una gara d’andata e ritorno, quindi sarà importante non sbagliare nel match che giochiamo in casa. Sulla formazione che scenderà in campo ho un’idea di base, poi ci sono delle varianti anche sulla base dell’avversario”.

Qui Italia.
Come abbiamo già detto, è probabile che Ventura abbandoni il 4-2-4 per passare al 3-5-2 di contiana memoria. Immobile e Belotti guideranno l’attacco anche perché Zaza è in dubbio per un infortunio. Chi potrebbe non giocare è dunque Lorenzo Insigne, che tanto bene sta facendo in Serie A con il Napoli, mentre a centrocampo spazio a Verratti, De Rossi e Parolo. In difesa ci sarà la BBC e capitan Buffon tra i pali.

Così Florenzi alla vigilia del match come riportato su Skysport.it: “Servirà fame e cattiveria per passare lo spareggio, a partire dai più giovani. Io poi sono in una via di mezzo, ho tanti anni di azzurro ma non come i senatori che ci hanno trasmesso l’obiettivo comune: dobbiamo andare ai Mondiali. Questa è una gara fondamentale e i motivi si sanno. La Svezia è fisica e gioca in pochi metri, ha eliminato una squadra forte come l’Olanda. Ma noi abbiamo tanta qualità per tenere il loro passo, siamo certi di poter fare una grande gara”.

Gli fa eco De Rossi come riportato sulla Gazzettadellosport.it: “Sono 2 partite che non si possono sbagliare. La posta è altissima. Sangue e sudore vanno bene, ma occorre anche lucidità. Se servisse solo fare la lotta in campo, allora giocherebbero tutti. C’è bisogno di intelligenza, perché la partita è importante”. 

Ventura in conferenza stampa si è limitato ad affiancare Buffon che non si è nascosto: “La pressione? Alcuni dei nostri calciatori in questo momento hanno anche bisogno di sentire la pressione“.

Curiosità (Opta)

  • Sono 23 i precedenti incontri tra Italia e Svezia in tutte le competizioni: 11 successi azzurri, 6 pareggi e altrettante affermazioni scandinave.
  • L’ultima sfida tra Italia e Svezia risale agli Europei 2016: gli Azzurri di Conte s’imposero per 1-0 grazie a 1 goal di Éder.
  • La Svezia non batte l’Italia dal 1998 (1-0 in amichevole a Göteborg): quattro vittorie azzurre e 1 pareggio da allora.
  • Italia e Svezia non si sono mai sfidate in gare di qualificazione alla Coppa del Mondo – due, invece, gli incroci nella fase finale dei Mondiali: vittoria scandinava nel 1950 e successo italiano nel 1970.
  • Gli Azzurri disputano per la seconda volta uno spareggio per l’accesso alla fase finale dei Mondiali: nel 1997 superarono la Russia (1V, 1N) staccando il pass per Francia 1998.
  • La squadra di Ventura non è mai riuscita a segnare più di un solo gol nelle quattro partite giocate dopo la pausa estiva: 3 reti in 4 gare (vs Spagna, Israele, Macedonia e Albania).
  • Gli Azzurri hanno vinto 5 delle ultime 6 partite giocate fuori casa, perdendo l’altra contro la Spagna.
  • Svezia imbattuta in casa nelle qualificazioni a Russia 2018: in particolare gli scandinavi hanno vinto tutte le ultime quattro, segnando 17 reti e subendone soltanto una (contro la Francia).
  • Solo Belgio e Macedonia hanno fatto registrare una percentuale di tiri nello specchio superiore a quella della Svezia (54%) nelle qualificazioni europee ai Mondiali 2018.
  • 10 dei 27 gol dell’Italia nell’era Ventura sono stati firmati da uno tra Ciro Immobile (6) e Andrea Belotti (4).
  • Con una presenza, Daniele De Rossi supererebbe Andrea Pirlo (116 gare) diventando il 4° giocatore con più partite giocate con la Nazionale italiana.

Probabili formazioni:

Svezia (4-4-2): Olsen; Krafth, Lindelof, Granqvist, Augustinsson; Claesson, Larsson, Ekdal, Forsberg; Toivonen, Berg. All.: Andersson.

Italia (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Candreva, Parolo, De Rossi, Verratti, Darmian; Immobile, Belotti. All.: Ventura.