SerieA-08

NAPOLI - ROMA

SABATO 15 OTTOBRE ORE 15:00

San Paolo esaurito senza i tifosi della Roma per questo derby del Sud. Ah, nelle gare casalinghe di Serie A, il Napoli targato Sarri è imbattuto.

Suonano un tantino strani gli ultimi 5 precedenti tra le 2 squadre finiti tutti con “Under 2.5 + No Gol”. Sempre “Under 2.5” negli ultimi 6 precedenti.

O per essere più precisi, il Napoli non segna alla Roma in campionato da 275 minuti, dal gol di Callejón del novembre 2014. Quel Callejon che, fatiche post viaggio di ritorno dalla nazionale permettendo, dovrebbe ricordarsi bene di aver già segnato 2 reti nei 3 precedenti con la Roma al San Paolo.

Ultima premessa.

Nell’ultima giornata, se il Napoli è parso sbiadito sul piano dell’emotività e dell’entusiasmo, la Roma ha confermato di essere ancora indietro sia sul piano atletico che tattico.
Entrambi gli allenatori hanno appena confermato quanto scritto. Sarri infatti continua a chiedere ai suoi di crescere sul piano caratteriale e Spalletti continua a sottolineare l’importanza della preparazione giornaliera alla partita, chissà perché…

 

Il pronostico:

“Gol Casa” (1.13) – rischio medio

Alternativa: “1X” (1.26) – rischio medio; “1” (2.00) – rischio alto

La Combo “1X + Over 1.5” (1.52), probabilmente più del “Gol” (1.55) va considerata per le sole multiple senza pensieri. L'”1″ non è impossibile, la Roma potrebbe giocare senza i 2 centrocampisti di maggiore personalità in rosa, per questo, data la quota, in alternativa suggeriamo una possibile vittoria del Napoli nonostante manchi di Milik.
Faccia a faccia la squadra con la più alta percentuale di possesso palla della Serie A e la squadra con la più alta percentuale di conclusioni. La Roma, specie se pressata, soffre ad uscire coi difensori palla al piede; non appare un caso infatti la presenza nell’11 titolare di Fazio che ha già dimostrato di poter essere utile proprio in fase di costruzione. Resta il fatto che Spalletti in difesa concede tendenzialmente troppo.
Sfida tra due allenatori interessantissimi sul piano concettuale e filosofico, ma spesso troppo legati agli schemi fissi, e per giunta, in contro tendenza con la tradizione italiana, svariate volte colti impreparati di fronte alla necessità di cambiare volto all’interno della stessa partita. Due allenatori poco sanguigni e che nei casi di difficoltà spesso dimenticano di vestire i panni dell’allenatore (del leader!), per poi finire in quelli degli opinionisti tecnici delle proprie squadre (con tutto ciò che ne consegue sul piano mentale per i loro stessi calciatori). Entrambi capita si lascino mandare in tilt da 2 tipologie di situazioni su tutte:

  1. gli imprevisti tattici
  2. gli imprevisti emotivi

 

Tra lo scorso e l’attuale campionato il Napoli in casa è reduce da 9 “1” (vittorie), 22 “1X”, 14 “Gol Casa”10 “Over 1.5” consecutivi in casa; 13 “1” (vittorie) nelle ultime 14 gare al San Paolo e 8 “Over 2.5” nelle ultime 9. Partenopei reduci da 3 “No Gol”, hanno chiuso 2 delle ultime 3 gare di Serie A senza reti all’attivo.
Se il Napoli ha chiuso tutte e 3 le gare casalinghe con almeno l'”Over 1.5 Casa”, la Roma ha chiuso tutte e 3 le trasferte senza vittoria e con almeno 1 rete al passivo. Tra lo scorso e l’attuale campionato, Roma reduce da 10 “Gol Casa” consecutivi in trasferta. 9 “Over 2.5 + Gol” nelle ultime 10 trasferte.

 

 

Lo studio:

NAPOLI

IN GENERALE (7 gare)

  • 3 “Under 2.5” consecutivi
  • 3 “No Gol Ospite” consecutivi
  • 6 gare senza sconfitte nelle ultime 7
  • 6 “1X” nelle ultime 7 gare

IN CASA (3 gare)

  • 3 “1” (vittorie) consecutivi in casa
  • SEMPRE vittorie
  • SEMPRE “1X”
  • SEMPRE “Gol Casa”

ROMA

IN GENERALE (7 gare)

  • 7 “Gol Casa” consecutivi
  • 7 “1X” consecutivi
  • 6 “Over 2.5” nelle ultime 7 gare
  • 6 “1” nelle ultime 7 gare

IN TRASFERTA (3 gare)

  • MAI vittorie
  • SEMPRE “1X”
  • SEMPRE “Gol Casa”

News dai campi:
Qui Napoli. Sarri deve scegliere chi affiancare a Koulibaly, il preferito è Maksimovic. Nessun dubbio sul vice Milik: sarà Gabbiadini. Indisponibili anche El Kaddouri, Albiol. Così Sarri sul match come riportato da Corrieredellosport.it: “Ho chiesto che qualcuno della società parlasse del Napoli, non dei torti arbitrali contro il Napoli”. Sarri inizia a precisare dopo le polemiche di qualche giorno fa. Ma è la vigilia della partita contro la Roma, un match speciale: “Da questa partita uscirà l’anti Juve? E’ prematuro parlare di questi argomenti con 30 partite da giocare. E’ un match importante per noi, la Roma è una squadra di altissimo livello con un allenatore di grandissimo livello. Spero che la squadra stia bene dopo la sconfitta contro l’Atalanta. Abbiamo una squadra che deve crescere in mentalità e personalità nel gestire certi momenti all’interno delle partite. Il nostro limite è l’incapacità di gestire le situazioni di partita leggermente diversa da quello che siamo abituati a fare. Dobbiamo saper giocare in maniera diversa anche per delle parti delle sfide. Ho grande fiducia in questo gruppo e a Bergamo sono rimasto amareggiato per la prestazione. Se vogliamo diventare una squadra adulta, bisogna fare passi avanti. Dove possiamo arrivare nel breve periodo? Dalla nostra capacità di maturare. Abbiamo preso ragazzi giovani che nel lungo periodo posso darci tanto, ragazzi del 94, del 95, del 97: nel lungo periodo ho fiducia nel percorso scelto dalla società.
Qui Roma. Spalletti ha pochi dubbi. La buona notizia è il recupero di Nainggolan che si candida per una maglia da titolare nonostante non sia ancora ai suoi livelli. Possibile riposo per Strootman alle prese con la lombalgia, una sua assenza difficilmente passerà inosservata, un eventuale presenza tra le linee di Perotti potrebbe creare qualche problema al Napoli nei pressi di Jorginho. Indisponibili Mario Rui, Rudiger, Nura, Vermaelen. Spalletti sul bigmatch: “Il Napoli è la miglior squadra della Serie A per gioco espresso. Ci sono anche altre squadre, ma per modo di stare in campo ed equilibrio sono i più bravi. Sia per qualità che continuità. Voglio fare i complimenti a Sarri perché è uno ingegnoso, ha fatto vedere cose nuove e fatte bene”. Sull’addio di Sabatini: “E’ una persona di valore, che vive il calcio dalla mattina alla sera. Ho ascoltato la sua conferenza, ho capito quello che vi ha detto e quello che non vi ha detto. Mi dispiace che abbia fatto questo, mi sento tirato in ballo. Probabilmente, se la squadra avesse fatto meglio, con più risultati e fosse riuscita a delineare la sua forza, a creare presupposti importanti, avrebbe avuto qualche ripensamento in più. Il Napoli è forte, poi ci sono anche Sassuolo e Chievo che hanno fatto vedere buon calcio e che ricercano sempre il massimo dentro le partite. Noi in alcune partite non siamo stati all’altezza e dobbiamo far vedere il nostro massimo in questa partita. Spero che possa essere una partita allo stesso livello di quella della passata stagione. Più che un bivio, direi che è un’occasione per predire il futuro ed evidenziare subito delle qualità e lavorare bene. Ci saranno altre partite importanti, ma resta una bella occasione nella quale dovremo farci trovare pronti”. Sul San Paolo esaurito ma senza i tifosi della Roma: “Quando si attua una regola e si prende una posizione così netta bisogna vedere in profondità le ragioni. Non ho i mezzi per valutare se sono prese di posizione corrette o no. Penso, in generale, che il recinto e che la chiusura, che la barriera invoglino sempre a saltare per vedere cosa c’è fuori. Però è chiaro che se questo mette in discussione l’incolumità o può creare problemi a un’altra persona, nessuno ha diritto di farlo. Quelli che hanno queste intenzioni vanno limitati. Per quanto riguarda la partita, dobbiamo dare tutti un contributo per creare un ambiente dove le persone possono vivere le passioni sportive in base ai colori che amano nella correttezza, nella possibilità di esprimere le passioni e le voglie altrui. È proprio questo che ti permette di essere all’altezza del confronto, di far vedere che sei uno che ha capacità. Lasciare che gli altri si esprimano ed esprimersi meglio. Devo essere più bravo per avere una classifica migliore, non sperare che gli altri sbagliano. L’individuo libero deve essere quello che ha la possibilità di esprimersi senza voler male a ciò che lo circonda“.

 

Probabili formazioni:

Napoli (4-3-3): Reina; Hysaj, Maksimovic, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Jorginho, Hamsik; Callejon, Gabbiadini, Insigne. A disp.: Rafael, Sepe, Chiriches, Maggio, Tonelli, Strinic, Diawara, El Kaddouri, Giaccherini, Zielinski, Rog, Mertens. All.: Sarri
Squalificati: –
Indisponibili: Milik, Albiol

Roma (4-2-3-1): Szczesny; Florenzi, Manolas, Fazio, Juan Jesus; De Rossi, Paredes; El Shaarawy, Perotti, Salah; Dzeko. A disp.: Alisson, Lobont, Emerson, Seck, Gerson, Iturbe, Nainggolan, Totti. All.: Spalletti
Squalificati:
Indisponibili: Mario Rui, Rudiger, Nura, Vermaelen, Strootman, Bruno Peres

NAPOLI 

FREQUENZE 

IN GENERALE (7 gare)

  • 4 vittorie (57%), 2 pareggi (29%), 1 sconfitta (14%)
  • 14 gol fatti, 6 gol subiti
  • 4 “1” (57%), 2 “X” (29%), 1 “2” (14%)
  • 6 “1X” (86%), 3 “X2” (43%), 5 “12” (71%)
  • 3 “Gol” (43%), 5 “Gol Casa” (71%), 4 “Gol Ospite” (57%)
  • 4 “No Gol” (57%), 2 “No Gol Casa” (29%), 3 “No Gol Ospite” (43%)
  • 5 “Over 1.5” (71%), 4 “Over 2.5” (57%)
  • 4 “Under 3.5” (57%), 3 “Under 2.5” (43%)

IN CASA (3 gare)

  • SEMPRE vittorie
  • 9 gol fatti, 3 gol subiti
  • SEMPRE “1”
  • SEMPRE “1X”, SEMPRE “12”
  • 2 “Gol” (67%)SEMPRE “Gol Casa”, 2 “Gol Ospite” (67%)
  • 1 “No Gol” (33%), MAI “No Gol Casa”, 1 “No Gol Ospite” (33%)
  • SEMPRE “Over 1.5”, 2 “Over 2.5” (67%)
  • 1 “Under 3.5” (33%), 1 “Under 2.5” (33%)

LE SERIE IN CORSO PIU’ INTERESSANTI

IN TOTALE (7 gare)

  • Napoli reduce da 3 “No Gol Ospite” consecutivi
  • Napoli reduce da 3 “Under 2.5” consecutivi

IN CASA (3 gare)

  • Napoli reduce da 3 “1” (vittorie) consecutivi in casa

I RISULTATI (in neretto i risultati in casa)

  1. Pescara – Napoli 2 – 2
  2. Napoli – Milan 4 – 2
  3. Palermo – Napoli 0 – 3
  4. Napoli – Bologna 3 – 1
  5. Genoa – Napoli 0 – 0
  6. Napoli – Chievo 2 – 0
  7. Atalanta – Napoli 1 – 0

ROMA 

FREQUENZE 

IN GENERALE (7 gare)

  • 4 vittorie (57%), 1 pareggio (14%), 2 sconfitte (29%)
  • 16 gol fatti, 9 gol subiti
  • 6 “1” (86%), 1 “X” (14%), MAI “2”
  • SEMPRE “1X”
  • 4 “Gol” (57%), SEMPRE “Gol Casa”, 4 “Gol Ospite” (57%)
  • 3 “No Gol” (43%), MAI “No Gol Casa”, 3 “No Gol Ospite” (43%)
  • 6 “Over 1.5” (86%)6 “Over 2.5” (86%)
  • 2 “Under 3.5” (29%), 1 “Under 2.5” (14%)

IN TRASFERTA (3 gare)

  • MAI vittorie, 1 pareggio (33%), 2 sconfitte (67%)
  • 3 gol fatti, 6 gol subiti
  • 2 “1” (67%), 1 “X” (33%), MAI “2”
  • SEMPRE “1X”
  • 2 “Gol” (67%)SEMPRE “Gol Casa”, 2 “Gol Ospite” (67%)
  • 1 “No Gol” (33%), MAI “No Gol Casa”, 1 “No Gol Ospite” (33%)
  • 2 “Over 1.5” (67%), 2 “Over 2.5” (67%)
  • 1 “Under 3.5” (33%), 1 “Under 2.5” (33%)

LE SERIE IN CORSO PIU’ INTERESSANTI

IN TOTALE (7 gare)

  • Roma reduce da 3 gare consecutive in cui segna almeno un goal
  • Roma reduce da 5 “1” consecutivi
  • Roma reduce da 7 “1X” consecutivi
  • Roma reduce da 7 “Gol Casa” consecutivi
  • Roma reduce da 3 “Over 2.5” consecutivi

IN TRASFERTA (3 gare)

  • Non ci sono serie in corso interessanti

I RISULTATI (in neretto i risultati in trasferta)

  1. Roma – Udinese 4 – 0
  2. Cagliari – Roma 2 – 2
  3. Roma – Sampdoria 3 – 2
  4. Fiorentina – Roma 1 – 0
  5. Roma – Crotone 4 – 0
  6. Torino – Roma 3 – 1
  7. Roma – Inter 2 – 1