SerieA-12

Proviamo a farci un giro breve, brevissimo, ma intenso nella testa di alcuni allenatori. Pronti? Via!

Oddo teme tantissimo questo scontro diretto, e lo ha pure sottolineato: “Gli socntri diretti bisogna vincerli, ma è importante non perderli”. Se il Pescara non ha vinto nessuna delle ultime 30 partite di Serie A (fatto 30, faranno 31????), l’Empoli se non segna per la 9ª partita di fila, entra nella storia della Serie A. E Martusciello dovrebbe sapere bene che la sua squadra non ha ancora segnato su azione.

Maran è alle prese con l’assenza di Meggiorini, ma Allegri delle assenze ha perso il conto… Dopo l’1-1 di Champions Buffon haprovato a fare le veci dell’allenatore (il resto sono chiacchiere, oppio per i poveri di spirito, una scusa che i media trovano per distrarci dalle mal’azioni dei governi, un po’ come il gossip insomma!), ma sul piano tattico, la gara è da studiare con attenzione, passione e cervello! Certo la Juve conta spesso del timore riverenziale delle avversarie in A, mentre in Champions soffre aggressività e pressing.

Juric dovrà vedersela con questo Del Neri che sostiene di sentirsi ringiovanito con le sue nuove idee…

De Zerbi affronta il suo Milan, ricorda a voce i sacrifici (“Che non sono più quelli di una volta”) e intanto è a rischio. Montella sa che senza Niang la media punti del Milan si abbassa da far paura, e scuote pubblicamente Bacca. Interrogato Bacca, Bacca risponde?

In Sassuolo – Atalanta Di Francesco conta, anzi perde la conta degli assenti, mentre Gasperini si dichiara preoccupato per la gestione dei complimenti.

Sousa invece sembra preoccupato più del rischio pioggia che dell’ex Quagliarella alla ricerca della 100ª rete in Serie A.

Gli interrogativi di Vecchi ormai li conosce chiunque abbiamo messo piede in un bar nelle ultime 1680 ore circa, ore che non sono altro che il corrispettivo della settimana trascorsa dalla sconfitta dell’Inter a Marassi.

Spalletti ci è o ci fa quando dice “Contro di noi non si scansano”? Secondo me ci fa, e si tratta di una vecchia tattica mourinhana per compattare squadra e ambiente. Donadoni intanto è alle prese con le indisponibilità, ma lo sappiamo da tempo: inconsapevolmente o consapevolmente che si tratti, adora giocare senza la pressione addosso, e con la serenità di chi non vuole responsabilità, predilige la condizione di non aver nulla da perdere insomma.

Signore e Signori,

questo è il quadro della domenica di Serie A.

La corsa è finita, arriva la sosta, e intanto questa volta centrati i pronostici su entrambi gli anticipi del sabato.

Buona domenica!

E mi raccomando…

#NOdipendenza, #SIstudio, anzi…

#studiale

Con Passione, 

Il Direttore di Okpronostico.it

Per leggere il nostro studio di ogni singola partita in programma in questa giornata, basta cliccare sulla gara di tuo interesse ed avrai tutto il materiale che Okpronostico.it mette a tua completa disposizione.

Ecco i link ai nostri articoli

Domenica 12:30

Domenica 15:00

Domenica 15:00

Domenica 15:00

Domenica 15:00

Domenica 18:00

Domenica 18:00

Domenica 20:45

Condividi
>