SerieA-13

MILAN - INTER

DOMENICA 20 NOVEMBRE ORE 20:45

Il Milan occupa il 3° posto, quello ambito dai nerazzurri ora distanti 8 punti, un’occasionissima insomma per i nerazzurri.
Si parla tanto dei problemi difensivi dell’Inter, ma il Milan ha subito 1 rete in più rispetto ai cugini, e le reti segnate in più sono state appena 3.
Da una parte Bacca reduce da 8 partite (tra club e nazionale) senza reti e dall’altra Icardi alla ricerca della 1 rete nel derby (ha promesso: “Segnerò nel derby!”).
Bonaventura (uno dei leader rossoneri) ha segnato 4 reti in carriera all’Inter, ma mai in un derby, Candreva (ammesso che abbia già riparato il rapporto con Pioli) nei derby romani ha dimostrato di non soffrire troppo la pressione.
p.s.
Prima del 3-0 per il Milan dell’ultimo precedente, nei precedenti 7 derby, nessuna delle due squadre era riuscita a segnare più di 1 solo goal.

Il pronostico:

“X2” (1.44) – rischio alto

Alternative: “Under 1.5 1° Tempo” (1.35) – rischio alto; “Icardi segna si” (2.45) – rischio alto

“Gol” (1.65) e “X2 + Over 1.5″ (1.90) non ci convincono. Non escludo nemmeno una matta vittoria dell’Inter, quotata meno della vittoria del Milan (2.70).
Lo studio statistico dettagliato lo trovate nell’apposito specchietto rosa qui in basso. Il Milan in casa tende all'”1″ e all’Under”, l’Inter in trasferta è da un po’ che prende ceffoni, e in generale tende ad oscillare tra l'”Over 1.5″ e l'”Under 3.5″.
Ma soffermiamoci un attimo sullo studio tattico e psicologico.

Lo Studio tattico:

Il Milan cerca in qualche modo di rispettare le idee di Montella, cultore del possesso palla; a tal proposito Niang risulta fondamentale negli schemi e pure in fase realizzativa (le sofferenze incontrate dai rossoneri a Palermo senza di lui, le avevamo preannunciate).
Sicuramente è presto per capire che Inter vedremo con Pioli, ma il tecnico a suo modo è pure lui un integralista fissato per l’aggressività, il pressing alto e le ripartenze (condizione fisica nerazzurra permettendo, queste caratteristiche sono spesso indigeste alle squadre fissate col possesso palla).
Una constatazione: il terzetto di centrocampo dell’Inter è da paura, e potrebbe sopperire all’anarchia di Perisic e Candreva che tra l’altro, rispetto ai dettami di De Boer, potrebbero giocare più stretti per favorire gli scambi, le sovrapposizioni e soprattutto per garantire maggiore equilibrio alla squadra.

Lo Studio psicologico:

Lo spogliatoio rossonero è compatto come non succedeva da anni. La spensieratezza di Montella abile a sfuggire alle pressioni sembra ideale per una squadra che presenta l’età media più bassa del campionato e che negli ultimi anni ha sofferto molto le pressioni… le risposte a questa tesi le abbiamo riscontate in occasione della sconfitta di Genova (da noi preannunciata!) quando la squadra ha cominciato a sentire il peso della classifica appunto.
Dall’altra parte però, i calciatori nerazzurri non hanno più scuse, Pioli lo hanno scelto loro. E secondo la stampa, almeno quelli che sono rimasti alla Pinetina durante la sosta, si sono dichiarati entusiasti del nuovo allenatore.

Lo studio statistico: 

MILAN

IN GENERALE (12 gare)

  • 2 vittorie consecutive
  • 6 “Gol Casa” consecutivi
  • 6 “12” (senza pareggi) consecutivi
  • 5 vittorie nelle ultime 6 gare
  • Solo 1 sconfitta nelle ultime 9

IN CASA (6 gare)

  • SEMPRE “12” (senza pareggi)
  • 4 “1” (vittorie) consecutivi
  • 5 “1” (vittorie) nelle ultime 6 gare
  • 3 “No Gol Ospite” nelle ultime 4 gare
  • 4 “Under 2.5” nelle ultime 5 gare

DALLO SCORSO CAMPIONATO

  • 13 “12” (senza pareggi) nelle ultime 14 gare
  • 7 “12” (senza pareggi) consecutivi in casa
  • 14 “Gol Casa” nelle ultime 16 gare in casa

INTER

IN GENERALE (12 gare)

  • SEMPRE “Under 3.5”
  • 7 “Gol Casa” consecutivi
  • 6 “12” (senza pareggi) consecutivi
  • 4 sconfitte nelle ultime 6 gare
  • Solo 2 vittorie nelle ultime 7
  • 6 gare in cui subisce goal nelle ultime 7
  • 5 “Over 2.5” nelle ultime 6 gare
  • 11 “Over 1.5” nelle ultime 12 gare
  • 10 gare in cui segna almeno un goal nelle ultime 11

IN TRASFERTA (6 gare)

  • SEMPRE “12” (senza pareggi)
  • SEMPRE “Under 3.5”
  • 3 “1” (sconfitte) consecutivi
  • 4 “Gol Ospite” nelle ultime 5 gare
  • 5 “Over 1.5” nelle ultime 6 gare
  • 5 “Gol Casa” nelle ultime 6 gare

DALLO SCORSO CAMPIONATO

  • 15 gare in cui subisce goal nelle ultime 17
  • 15 “Over 1.5” nelle ultime 16 gare
  • 14 “Under 3.5” nelle ultime 15 gare
  • 10 “12” (senza pareggi) consecutivi in trasferta
  • 7 “1” (sconfitte) nelle ultime 9 gare in trasferta
  • 8 “Gol Casa” nelle ultime 9 gare in trasferta
  • 7 “Over 1.5” nelle ultime 8 gare in trasferta
  • 12 “Under 3.5” nelle ultime 13 gare in trasferta

News dai campi:

Qui Milan. Montella: “La partita è difficile e non può essere sottovalutata. Non vi dico come ho visto la squadra. Non mi da fastidio che si possa essere additati come favoriti, qualora i calciatori non ci credano. L’Inter ha fatto molto bene nelle singole partite contro Juventus e Roma quindi dovremo stare molto attenti. Romagnoli? Pochissime speranze per Romagnoli, non possiamo rischiare un calciatore per dei mesi. Troppi goal subiti senza Romagnoli o Paletta? Vorrà dire che dovremo farne tanti. Loro due hanno trovato un’importante affinità che ti permette di fare la differenza. Non è tutta colpa di chi subentra al loro posto se i numeri son diversi. La sfida non sarà decisiva per l’Inter e nemmeno per noi. Per noi sarà fondamentale perché vogliamo continuare a toglierci delle soddisfazioni e vogliamo far contenti i tifosi che ci hanno dato credito anche nei momenti di difficoltà. Perisic, Icardi e Candreva sono calciatori di primo livello mondiale. Io credo che per marcarli serve impedire i rifornimenti. Bacca o Lapadula? Questi sono dolci problemi. Carlos ha 30 anni e non deve dimostrare nulla, Lapadula deve stare sereno, smania per giocare, ma io sono molto sereno. Gomez? È tornato bene, ieri si è allenato e ha fatto tutto l’allenamento. Ha recuperato. Zapata? La sua condizione sta migliorando, non può garantire i 95 minuti ma a volte l’esperienza ti fa sopperire alla mancanza di condizione fisica. Ho già scelto chi far giocare, ma non ve lo dico. Se farò l’aeroplanino in caso di vittoria? Ho qualche chilo in più e ho paura di cadere o atterrare male da qualche parte”.
Qui Inter.
Pioli sul derby: “L’aria è quella giusta, sono orgoglioso di come il gruppo ha lavorato in questi giorni. Sono sereno. Sono positivo e fiducioso per il derby. Sono stato accolto bene dai tifosi e sento il sostegno della società. È chiaro che in una gara così sarà importante mettere in campo veramente tutto ciò che abbiamo, e di più. Ho visto nella squadra grande consapevolezza. Il derby per noi è una grande occasione e vogliamo sfruttarla. Vogliamo fare di tutto per far si che sia nostro e credo che la testa dei miei giocatori sia quella giusta per affrontare una partita così importante. Ora dobbiamo pensare poco al passato e di più al futuro. Indossiamo una maglia prestigiosa, con una grande storia. Il Milan ha trovato compattezza e solidità, ma abbiamo le qualità per poterli mettere in difficoltà”

 

Probabili formazioni:

Milan (4-3-3): Donnarumma; Abate, Paletta, Romagnoli, De Sciglio; Kucka, Locatelli, Bonaventura; Suso, Bacca, Niang
A disp.: Gabriel, Antonelli, Ely, Gomez, Zapata, Pasalic, Honda, Sosa, Mati Fernandez, Poli, Lapadula, L. Adriano. All.: Montella
Squalificati: nessuno
Indisponibili: Bertolacci, Montolivo, Calabria, Vangioni.

Inter (4-3-3): Handanovic; D’Ambrosio, Miranda, Murillo, Ansaldi; Joao Mario, Medel, Brozovic; Candreva, Icardi, Perisic
A disp.: Carrizo, Nagatomo, Santon, Ranocchia, Gnoukouri, Biabiany, Kondogbia, Banega, Eder, Jovetic, Palacio, Gabigol. All.: Pioli
Squalificati: nessuno
Indisponibili: nessuno

>