SerieA-14

INTER - FIORENTINA

LUNEDÌ 27 NOVEMBRE ORE 21:00

In Serie A: 4 “Over 2.5” nelle 6 agre casalinghe dell’Inter reduce da 15 “Gol Casa” e 13 “Over 1.5” consecutivi in casa, 5 “Over 2.5” nelle 6 trasferte della Fiorentina sempre a segno (SEMPRE “Gol Ospite”) in trasferta.

Ma attenti al fattore psicologico. Se l’Inter ha da raccogliere la 1ª vittoria col nuovo allenatore, la Fiorentina potrebbe salutare l’allenatore proprio lì dove l’avventura Sousa ha toccato il picco più alto: INTER – FIORENTINA 1 – 4 dello scorso anno.

L’ultimo pareggio di Serie A tra Inter e Fiorentina a San Siro risale al novembre 1996. La Fiorentina (reduce da 6 gare senza sconfitte), ha vinto tutti gli ultimi 4 precedenti.

Spicca la sfida Icardi e Kalinic (bomber da trasferta che nell’ultimo precedente a San Siro ha firmato una tripletta).

Il pronostico:

“1X” (1.27) – rischio basso

“Gol Casa” (1.16) – rischio basso

“1” (2.05) – rischio alto

Alternative“1X + Over 1.5” (1.58) – rischio alto

AGGIORNAMENTO: Come reagirà la squadra viola alle dichiarazioni di Corvino? Si sentirà messa al centro delle responsabilità e quindi chiamata a fare risultato? Per dovere editoriale del nostro portale, l'”1″ resta confermato, e in realtà anche possibile, ma al momento dipende da più variabili rispetto a sabato sera (giorno di pubblicazione di questo studio!). La combo suggerita in alternativa perde un po’ di fiducia, la doppia chance casalinga (“1X”) è confermatissima ancor più del “Gol Casa”.

I limiti tattici e caratteriali dei nerazzurri restano, ma se l’Inter (prossima ospite del Napoli) approfitta di questa situazione della Fiorentina per riscattare le 2 sconfitte dello scorso campionato? Intanto: nerazzurri reduci da 2 vittorie casalinghe consecutive, viola reduci da 3 vittorie esterne consecutive. La combo suggerita in alternativa è più in linea con le frequenze statistiche (che sono un’altra cosa rispetto alle percentuali di probabilità), ma non mi entusiasma.

Lo studio statistico: 

INTER

IN GENERALE (13 gare)

  • 4 sconfitte nelle ultime 7 gare
  • Solo 2 vittorie nelle ultime 8
  • Solo 1 sconfitta nelle ultime 4
  • 8 “Gol Casa” consecutivi
  • 7 gare in cui subisce goal nelle ultime 8
  • 6 “Over 2.5” nelle ultime 7 gare
  • 12 “Under 3.5” nelle ultime 13 gare
  • 12 “Over 1.5” nelle ultime 13 gare

IN CASA (6 gare)

  • SEMPRE “Gol Casa”
  • SEMPRE “Over 1.5”
  • SEMPRE “Under 3.5”
  • 2 “1” (vittorie) consecutivi
  • 3 “Over 2.5” consecutivi
  • 3 “1” (vittorie) nelle ultime 5 gare
  • 5 “Gol” nelle ultime 6 gare
  • 4 “Over 2.5” nelle ultime 5 gare
  • 5 “1X” nelle ultime 6 gare

DALLO SCORSO CAMPIONATO

  • 16 gare in cui subisce goal nelle ultime 18
  • 16 “Over 1.5” nelle ultime 17 gare
  • 15 “Gol Casa” consecutivi in casa
  • 13 “Over 1.5” consecutivi in casa
  • 7 “Under 3.5” consecutivi in casa
  • 8 “1X” nelle ultime 9 gare in casa
  • 7 “Gol” nelle ultime 8 gare in casa

FIORENTINA

IN GENERALE (12 gare)

  • 6 gare consecutive senza sconfitte
  • 2 vittorie nelle ultime 3 gare
  • 3 “Under 2.5” nelle ultime 4 gare
  • 4 “Over 1.5” nelle ultime 5 gare

IN TRASFERTA (6 gare)

  • SEMPRE “Gol Ospite”
  • 3 “2” (vittorie) consecutivi
  • 4 “X2” nelle ultime 5 gare
  • 5 “Over 2.5” nelle ultime 6 gare
  • 5 “12” (senza pareggi) nelle ultime 6 gare

DALLO SCORSO CAMPIONATO

  • 7 “Gol Ospite” consecutivi in trasferta
  • 6 “12” (senza pareggi) nelle ultime 7 gare in trasferta
  • 5 “Gol” nelle ultime 7 gare in trasferta
  • 6 “Over 2.5” nelle ultime 7 gare in trasferta

Statistiche a cura di Okpronostico

News dai campi:

Qui Inter. Titolare l‘ex D’Ambrosio (nessuna partita diputata con la prima squadra viola), in panchina gli ex Melo e soprattutto Jovetic. La squadra sembra evidentemente dalla parte dell’allenatore, che però ha rimproverato i suoi giocatori del calo di tensione nel 2° tempo della partita per sa per 3-2 giovedì in Europa League.

AGGIORNAMENTO: Ha parlato Pioli:La Fiorentina è stata la parentesi più importante della mia carriera, però ora conta solo l’Inter. Gabigol? Deve continuare ad allenarsi così, l’occasione arriverà anche per lui. Obiettivo 3° posto? Il campionato è ancora lungo, dovremmo vincere tante partite. Alla fine tireremo le sommeSfoltimento della rosa a gennaio? Il mio pensiero è rivolto alla prossima partita e a quelle fino al 21 dicembre: dopo faremo le scelte migliori per migliorare la nostra squadra.

Giovedì non mi è piaciuto l’aver staccato la spina, errore che non si può commettere: certi errori non vanno più commessi, vogliamo ripartire nel migliore dei modi. Quanto conta l’assenza di Medel? Gary è un giocatore importante per caratteristiche tecniche e temperamento, ma ho a disposizione calciatori di qualità che possono sopperire: ho dei difensori che hanno dimostrato di essere ottimi, dobbiamo migliorare nella fase di non possesso palla. In tutte le stagioni ci sono dei momenti in cui la squadra pecca in fase difensiva o offensiva, noi dobbiamo migliorare gli equilibri. Mi aspetto dei miglioramenti in tal senso.

Tabella punti per le prossime 5 partite? Dobbiamo correre forte perché abbiamo punti da recuperare, ma non è giusto fare tabelle: pensiamo una partita per volta, lunedì dobbiamo sfruttare l’occasione di battere una squadra che ci è davanti. Tenuta atletica? Ci sono tante situazioni da poter migliorare, anche quella fisica, ma molto parte dalla testa: dall’approccio da mettere in una partita, lavorando insieme miglioreremo tante situazioni.

Vedo una squadra molto consapevole della situazione: vogliono tutti fare meglio, ho visto grande professionalità e grande attaccamento. Ci vuole personalità per giocare nell’Inter, ci vogliono qualità e valoriPerisic, Icardi e Eder insieme? Si può fare sempre qualsiasi cosa, ho tante possibilità di scelta: ciò che conta è l’equilibrio, non contano le caratteristiche quanto l’approccio e l’interpretazione alla gara. Abbiamo sempre creato più dei nostri avversari, non prendo in considerazione il 2° tempo contro il Beer Sheva, dove abbiamo staccato completamente la spina.

Difesa a 3 possibile? Non precludo mai niente dal punto di vista tattico: può essere una opzione, giovedì sera nel 1° tempo l’abbiamo già interpretata. Non è un problema di difesa a 3 o 4, ma di attenzione e concentrazione: mi aspetto dei risultati migliori. Ranocchia o Murillo? Miranda è un ottimo difensore e pretendo molto da lui, al suo fianco sceglierò il migliore in questo momento. Sia Ranocchia che Murillo hanno ottime qualità, è un momento dove dobbiamo cercare di essere precisi e lavorare bene di squadra.

Fiorentina? Gioca un buon calcio, ha giocatori di qualità e hanno perso in Europa League: non possiamo sottovalutare nessuno, tanto meno un avversario come la Fiorentina. Giocheremo in casa, dovremo trovare la spinta giusta: dobbiamo trascinare i nostri tifosi giocando con furore contro un avversario difficile. Chance per Gabigol? Tutti possono avere possibilità dimostrandomi condizione e atteggiamento: lui lo sta facendo, come tutti i suoi compagni. Le possibilità ci sono, sceglierò di partita in partita le caratteristiche migliori. Dobbiamo dimostrare di essere l’Inter, che possiamo recuperare posizioni in campionato”.

Qui Fiorentina. In panchina l’ex Zarate. La squadra sembra in salute, vedi le condizioni di Ilicic, Kalinic e soprattutto Bernardeschi. Ma secondo la stampa nazionale, dopo la sconfitta casalinga di Europa League giovedì, la tensione tra allenatore e società è salita alle stelle. Il divorzio a fine stagione sembra roba certa, ma pare che Sousa rischi l’esonero già lunedì in caso di debacle a San Siro. Secondo la stampa locale lo spogliatoio è spaccato e pare stia crescendo giorno per giorno il numero degli anti Sousa. Anche i tifosi ora sono arrabbiati con l’allenatore dopo la seguente dichiarazione: “Bernardeschi giocherà in squadre con maggiori ambizioni”.

AGGIORNAMENTO: Ha parlato Sousa: “Sono sempre concentrato sul mio lavoro, in modo tale da dare il massimo alla squadra. Penso soltanto a questo. Sensazioni? Non ho mai vissuto situazioni simili in carriera, ma non voglio né aggiungere né togliere qualcosa a quanto esternato da Corvino. In bilico? Noi allenatori lo siamo in ogni partita. Spero che tutto ciò non pesi sulla squadra: parliamo di professionisti che, adesso, devono pensare soltanto all’Inter. Affronteremo un avversario diverso: l’Inter ha cambiato allenatore e in campo mette maggior intensità e pressione.

I miei ragazzi stanno tutti bene fisicamente, oggi scenderemo in campo per la rifinitura. Il nostro obiettivo è dare continuità ai risultati raccolti fin qui. Fiducia società? Fa sempre piacere. Tutti noi vogliamo il meglio per la Fiorentina e non voglio più parlare di questo episodio. Lavoro sempre al massimo delle mie possibilità e dico ai tifosi che voglio renderli orgogliosi e soddisfatti di quanto fatto in campo dalla Fiorentina”.

In conferenza, accanto all’allenatore si è presentato Corvino: “Voglio evitare che certe situazioni (le polemiche seguite alle frasi di Sousa sul futuro di Bernardeschi) possano portare divisioni quando invece noi siamo impegnati su tutti i fronti per obiettivi importanti. Serve compattezza, unità e fiducia. Leggo che stiamo pensando ad altri allenatori ed al futuro con nuovi tecnici e ci tengo a dire che sono tutte voci infondate. Sousa ha la massima stima e la fiducia di tutta la società: la nostra compattezza non può essere messa in discussione”.

Probabili formazioni:

AGGIORNAMENTO:

Inter (4-2-3-1): Handanovic; D’Ambrosio, Miranda, Ranocchia, Ansaldi; Joao Mario, Kondogbia; Candreva, Brozovic, Perisic; Icardi.
A disp.: Carrizo, Berni, Miangue, Murillo, Nagatomo, Andreolli, Melo, Gnoukouri, Banega, Eder, Jovetic, Gabigol. All.: Pioli
Squalificati: –
Indisponibili: Medel, Santon, Palacio, Radu

Fiorentina (4-3-2-1): Tatarusanu; Salcedo, G. Rodriguez, Astori, Milic; Vecino, Badelj, Borja Valero; Ilicic, Bernardeschi; Kalinic.
A disp.: Lezzerini, Dragowski, De Maio, Tomovic, M. Olivera, Cristoforo, Sanchez, Tello, Chiesa, Perez, Zarate, Babacar. All.: Sousa
Squalificati: –
Indisponibili: –

>