Inter - Roma

Domenica 26 Febbraio ore 20:45

Altro che normalizzatore! Pioli sotto sotto è un integralista, così come Spalletti che però, probabilmente da quando ha fiutato il disincanto tra Allegri e la Vecchia Signora, ha cominciato a farle la corte. A chi? Alla Juventus? Come? Come piace a lei, mettendo al 1° posto su ogni altro idealismo una sola cosa: il risultato“L’unica cosa che conta”. In termini didascalici, si spiegano più o meno così i diversi “Under 2.5” offerti dai giallorossi nel 2017. Si si, possiamo parlare di Spalletti 2.0.

Provocazioni a parte… Signore e Signori, siamo di fronte alla sfida tra la e la 2ª miglior difesa del campionato. 2° miglior attacco per i giallorossi che però in trasferta, di tanto in tanto perdono colpi.

Come sottolineato dall’articolo di Eurosport, Roma e Inter sono le due squadre che hanno segnato più goal nel quarto d’ora finale in questo campionato (13). Quelli che, non avendo nulla da fare se la prendono con la moviola e gli arbitri si tappino le orecchie, o meglio chiudano gli occhi… La Roma ha segnato 9 goal su rigore in questo campionato, più di ogni altra squadra, l’Inter invece solo 1 (solo il Palermo ha fatto “peggio”).

Spicca la sfida a distanza tra Icardi (appena rientrato dalla squalifica) e Dzeko!

Curiosità: la Roma è la squadra di Serie A contro cui l’Inter ha vinto più partite. Ma Mr. Pioli ha vinto solo 1 dei 13 confronti con la Roma in Serie A, la sua bestia nera per numero di sconfitte: 8! Ah, i giallorossi saranno i prossimi ospitanti del Napoli, mentre i nerazzurri saranno ospiti del Cagliari!

Il pronostico:

“Under 2.5 1° Tempo” (1.13) – rischio basso

“1X” (1.44) – rischio alto

Alternative: “Under 1.5 1° Tempo” (1.53) – rischio alto; “1X + Under 4.5” (1.65) – rischio alto

Lo so, l'”Under” di fronte a due delle squadre storicamente più matte della Serie A fa un certo effetto, ma tattica e statistica dicono questo. Le quote sui segni sono in equilibrio, così come in equilibrio dovrebbe essere la sfida. Per chi preferisce giocare ad interrompere le serie in corso, sappia che l’Inter è reduce da 5 “No Gol” consecutivi e che il “Gol” è quotato 1.55. Di seguito scoprirete da quanto ritarda la “X” nelle partite di entrambe le squadre.

Entrambe le squadre sono state protagoniste di un avvio di stagione piuttosto deludente. Dopodiché la strada si è fatta improvvisamente in discesa quando sia Pioli che Spalletti hanno inteso l’importanza di proteggere la propria porta; ecco che la costanza di vittorie è stata direttamente proporzionale alla crescita del rendimento difensivo. Eppure i due allenatori hanno scelto strade diverse per arrivare allo stesso risultato, intendiamoci: se l’Inter preferisce sia difendersi che attaccare attraverso il pressing sull’avversario, la Roma spesso preferisce una linea di difesa bassa e attendista per poi ripartire subito in verticale con Dzeko, Salah, Bruno Peres e gli inserimenti di Nainggolan.

Attenzione, proprio il pressing nerazzurro potrebbe evidenziare i 2 difetti principali dei giallorossi: l’uscita palla al piede (difetto in parte limitato dal professor Fazio!) e le marcature preventive. In generale, possiamo sostenere che Pioli soffre gli scontri diretti oltre che le partite da dentro o fuori. Ma tra singhiozzi esterni, sconfitta del Napoli e imminente derby di Coppa Italia… la Lupa potrebbe ritrovarsi alle prese con più di qualche distrazione.

Il ritardo della “X” spicca nelle statistiche di entrambe: l’Inter non pareggia da 12 turni, la Roma addirittura da 14. Si sfidano due squadre in gran salute: 9 vittorie nelle ultime 10 agre per gli uni, 7 nelle ultime 8 per gli altri. Entrambe tendono a non concedere goal, ma se l’Inter (reduce da 8 “1” casalinghi consecutivi) ha perso 1 sola gara casalinga, la Roma ha già perso 5 trasferte. Pioli senza vittorie e battuto in 4 dei 5 precedenti contro Spalletti (SEMPRE “Over 2.5” in questo parziale)!

Lo studio statistico:
Risultato andata: Roma – Inter 2 – 1

INTER (4°)

IN GENERALE (25 gare)

  • 2 vittorie consecutive
  • 9 vittorie nelle ultime 10 gare
  • 12 “12” (senza pareggi) consecutivi
  • 18 “12” (senza pareggi) nelle ultime 19 gare
  • 4 gare in cui non subisce goal nelle ultime 5
  • 5 “No Gol” consecutivi
  • 4 “Under 2.5” nelle ultime 5 gare
  • 10 “Under 3.5” nelle ultime 11 gare

IN CASA (12 gare)

  • 8 “1” (vittorie) consecutivi
  • 9 “12” (senza pareggi) consecutivi
  • 11 “1X” nelle 12 gare
  • 10 “12” (senza pareggi) nelle ultime 11 gare
  • SEMPRE “Gol Casa”
  • 4 “No Gol Ospite” nelle ultime 5 gare
  • SEMPRE “Over 1.5”
  • 7 “Over 2.5” nelle ultime 9 gare

DALLO SCORSO CAMPIONATO

  • 21 “Gol Casa” consecutivi in casa
  • 19 “Over 1.5” consecutivi in casa
  • 14 “1X” nelle ultime 15 gare in casa
  • 25 “Gol Casa” nelle ultime 26 gare in casa

ROMA (2°)

IN GENERALE (25 gare)

  • 3 vittorie consecutive
  • 7 vittorie nelle ultime 8 gare
  • 14 “12” (senza pareggi) consecutivi
  • 22 “12” (senza pareggi) nelle ultime 23 gare
  • 8 gare consecutive in cui segna almeno un goal
  • 5 gare in cui non subisce goal nelle ultime 7
  • 13 gare in cui segna almeno un goal nelle ultime 14
  • 3 “Over 2.5” nelle ultime 4 gare

IN TRASFERTA (13 gare)

  • 3 “2” (vittorie) nelle ultime 4 gare
  • 7 “12” (senza pareggi) consecutivi
  • 11 “12” (senza pareggi) nelle ultime 12 gare
  • 4 “Gol Ospite” consecutivi
  • 6 “Gol Ospite” nelle ultime 7 gare
  • 3 “No Gol Casa” nelle ultime 4 gare
  • 5 “No Gol” nelle ultime 6 gare
  • 5 “Under 2.5” nelle ultime 6 gare
  • 7 “Under 3.5” nelle ultime 8 gare

DALLO SCORSO CAMPIONATO

  • Solo 5 sconfitte nelle ultime 42 gare
  • 39 gare in cui segna almeno un goal nelle ultime 42

News dai campi:

Qui Inter.
Nonostante l’assenza di Miranda, sembra confermata la difesa a 3 con D’Ambrosio, Medel e Murillo. Kondogbia giocherà in mediana con Gagliardini, in avanti rientra Icardi.

Così Pioli: “La volontà della proprietà è alzare ancora il livello dell’organico investendo bene. Quando parla Mr. Zhang esprime concetti profondi, di gruppo, di forza di volontà e positività. E questi sono concetti importanti per una squadra. La sua presenza è un fattore determinante e positivo“.

Poi sulla Roma:Contro la Roma non è uno spareggio. Di solito si parla di spareggio quando si è a pari punti. Noi stiamo rincorrendo e sappiamo che le partite così pesano ancora di più. Sarà una gara importantissima, ma stiamo facendo benissimo, quindi vogliamo provare a insistere e mettere sotto i giallorossi. A livello mentale la prepariamo come le altre. Se giochiamo da squadra per 95 minuti, abbiamo le carte per battere la Roma. Volevamo arrivare bene a questo appuntamento. I numeri delle due squadre sono simili, i valori si assomigliano, siamo vicini. Vincerà chi colpirà i punti deboli degli avversari”. 

Poi ancora: I pericoli li corriamo quando la palla ce l’abbiamo noi e quando ce l’hanno loro. Io sono stato vicino alla Roma prima che prendessero Luis Enrique, feci il casting con Sabatini 2 volte, non andò bene, ma per fortuna è andata bene qui all’Inter. I grandi numeri sono fatti per essere smentiti. Non sono abituato a guardarmi alle spalle, non tengo in considerazione il passato. L’importante è quello che dobbiamo fare adesso. Miranda ha un valore fondamentale, ma abbiamo alternative giuste per fare una fase difensiva adeguata. Sarà giusto avere la voglia di crederci”.

Ha parlato anche Handanovic: “Non mi sono mai pentito di avere scelto l’Inter, una chiamata da questo club è il sogno di tutti. E oggi la sensazione è quella di essere nuovamente all’inizio di qualcosa di importante, con Suning si può fare la storia. Il mister è arrivato subito molto carico. Si capiva che conosceva già bene ogni caratteristica dei giocatori che avrebbe allenato. Si è presentato pronto, forse se l’aspettava questa chiamata. Subito è entrato in sintonia. Contro la Roma è una gara fondamentale per noi e importantissima per loro. Sarà durissima: li ho visti rifilare in pochi giorni 4 goal a Fiorentina, Villarreal e Torino. Ma ora anche noi non siamo semplicissimi da affrontare”.

Qui Roma.
Spalletti si affida ai migliori per il match di San Siro. Dzeko agirà da boa offensiva con Salah e Nainggolan alle sue spalle. Dubbi superati sulle condizioni di Manolas.

Così Spalletti: “Pioli è un allenatore capace, molto bravo. Non lo so quanto c’è di Pioli, ma l’Inter è una squadra forte che ha trovato degli equilibri. Pioli sa parlare di calcio con i giocatori. Ora gioca con i 2 trequartisti. La squadra ha soluzioni interne e ha fantasia e qualità”.

Il tecnico toscano sulla formazione: “È quasi impossibile che giochino sempre gli stessi. Alcuni verranno cambiati nelle prossime sfide.  Manolas è disponibile e gioca. Guardando il calendario sembra un periodo molto intenso, ma conviene pensare a una sola gara per volta. Valuteremo man mano tutto, pensando poi alla partita successiva. Saranno tutte gare difficili. Da qui in avanti, del rinnovo ne parlerò con la società e basta. Lo stadio è un risultato importante e straordinario”.

Sull’Inter: “Candreva e Perisic sono forti, ma credo che Peres avrà a che fare maggiormente con D’Ambrosio. Sarà un duello uomo contro uomo su tutto il campo. Questi sono duelli importanti, ma non sono gli unici. L’Inter ha una squadra con grandi nomi, con tanta qualità. Ma tra Icardi e Dzeko io mi tengo sempre i miei calciatori. Sembra sia stato fatto un lavoro ad hoc da altre squadre per questo. Vedremo in futuro. L’anno scorso abbiamo usufruito di 1 solo rigore, ma nessuno di noi ha parlato”.

Ha parlato anche Manolas:L’Inter ha tanti giocatori forti, ma io non temo nessuno. Noi siamo la Roma, andiamo a Milano per vincere. Loro non prendono tanti goal, sono compatti, l’Inter è sempre l’Inter, dobbiamo fare attenzione. Anche noi prendiamo pochi goal. Siamo sempre in equilibrio, possiamo ripartire facilmente, abbiamo sempre un uomo in più per coprire un eventuale errore. Aiutandoci l’un l’altro, stiamo diventando più solidi in difesa”.

I precedenti tra Pioli e Spalletti

  • Lazio – Roma 1-4 (Serie A 15/16)
  • Roma – Parma 3-0 (Serie A 06/07)
  • Parma – Roma 2-2 (Coppa Italia 06/07)
  • Roma – Parma 2-1 (Coppa Italia 06/07)
  • Parma -Roma 0-4 (Serie A 06/07)

Probabili formazioni:

Inter (4-2-3-1) Handanovic; D’Ambrosio, Medel, Murillo, Ansaldi; Kondogbia, Gagliardini; Candreva, Joao Mario, Perisic; Icardi. All. Pioli
A disp. Carrizo, Andreolli, Sainsbury, Santon, Nagatomo, Biabiany, Gabigol, Pinamonti, Banega, Palacio, Eder
Indisponibili: /
Squalificati: Brozovic, Miranda

Roma (3-4-2-1) Szczeny; Manolas, Fazio, Rudiger; Bruno Peres, Strootman, De Rossi, Emerson; Nainggolan, Salah; Dzeko. All. Spalletti
A disp. Alisson, Lobont, Vermaelen, Juan Jesus, Paredes, Mario Rui, Perotti, Grenier, Gerson, Totti, El Shaarawy
Indisponibili: Florenzi
Squalificati: /