Cagliari - Pescara

Domenica 30 Aprile ore 15:00

Amichevole per far segnare Borriello qualora dovesse giocare?

Il 6° miglior attacco casalingo nonché 2ª peggior difesa casalinga di Serie A, ospita la 2ª peggior difesa esterna di Serie A. Attenti però, perché gli abruzzesi vantano il 13° attacco esterno di questo torneo. Nel prossimo turno il Cagliari giocherà a Napoli, mentre il Pescara già retrocesso, ospiterà il Crotone.

Da una parte Borriello a – 4 reti dalla doppia cifra, ma leggermente in dubbio, dall’altra Ahmed Benali (5 reti nelle ultime 11 presenze). Ah, la precisazione firmata Eurosport: negli ultimi 60 anni (dal 1957 ad oggi) solo altre due squadre hanno subito così tanti goal (74) come il Pescara dopo 33 giornate di Serie A: il Padova 1995/96 e il Napoli 1997/98.

Il pronostico:

“Over 1.5” (1.10) – rischio basso

“Over 2.5” (1.32) – rischio alto

“1” (1.58) – rischio altissimo

Alternative: “1X + Over 1.5” (1.25) – rischio medio; “Borriello segna si” (1.67) – rischio alto; “Gol” (1.40) – rischio alto

La riflessione: In chiave pronostico, le squadre appena retrocesse, solitamente non mi piacciono. A volte sono protagoniste di atteggiamenti anomali, e spesso, tanto sono mediocri, che non avendo più nulla da perdere, cominciano a giocare proprio quando si sentono più leggere e spensierate. Forse è su questi aspetti che in conferenza stampa Mr. Rastelli ha voluto porre l’attenzione o addirittura le mani avanti quando ha parlato di “partita non difficile, ma pericolosa”.

Quanto ai marcatori, vi consiglio vivamente di aspettare le formazioni ufficiali prima di puntare eventualmente su Borriello, Benali (4.00) è da considerare eventualmente per la schedina matta su cui puntare al massimo 2 euro. 😀

Se gli uni hanno vinto l’ultima partita casalinga (4-0 sul Chievo) dopo ben 5 “X2” casalinghi consecutivi, gli altri sul campo hanno sempre subito l’“1X”; 6 “1” nelle ultime 7 trasferte. Nonostante il lavoro difensivo che i sardi stanno facendo da quando al fianco di Rastelli è arrivato Legrottaglie, l’esito più frequente sia nelle gare casalinghe degli uni che nelle trasferte degli altri è l’“Over 1.5”; addirittura 22 gli “Over 1.5” consecutivi degli adriatici.

Lo studio statistico: 

Risultato andata: Pescara – Cagliari 1 – 1

CAGLIARI (12°)

IN GENERALE (33 gare)

  • 2 sconfitte nelle ultime 3 gare
  • 7 “12” (senza pareggi) nelle ultime 8 gare
  • 27 gare in cui subisce goal nelle ultime 29
  • 3 “Gol” nelle ultime 4 gare
  • 30 “Gol Casa” nelle 33 gare
  • 4 “Over 2.5” consecutivi

IN CASA (16 gare)

  • 3 “2” (sconfitte) nelle ultime 5 gare
  • 5 “X2” nelle ultime 6 gare
  • 13 “12” (senza pareggi) nelle 16 gare
  • 12 “Gol Ospite” nelle ultime 14 gare
  • 13 “Over 2.5” nelle 16 gare
  • 15 “Over 1.5” nelle 16 gare

DALLO SCORSO CAMPIONATO

  • 32 “Gol Casa” nelle ultime 35 gare
  • 41 “Over 1.5” nelle ultime 46 gare
  • 15 “Over 2.5” nelle ultime 18 gare in casa
  • 21 “Over 1.5” nelle ultime 22 gare in casa

PESCARA (20°)

IN GENERALE (33 gare)

  • 2 sconfitte consecutive
  • 20 sconfitte nelle ultime 25 gare
  • 8 gare consecutive senza vittorie
  • Solo 1 vittoria nelle ultime 31 gare
  • 8 gare consecutive in cui subisce goal
  • 27 gare in cui subisce goal nelle ultime 28
  • 3 “Gol” nelle ultime 4 gare
  • 15 “Gol Casa” nelle ultime 16 gare
  • 22 “Over 1.5” consecutivi
  • 3 “Under 2.5” nelle ultime 4 gare

IN TRASFERTA (16 gare)

  • 6 “1” (sconfitte) nelle ultime 7 gare
  • 15 “1X” consecutivi
  • 13 “12” (senza pareggi) nelle 16 gare
  • 15 “Gol Casa” consecutivi
  • 11 “Over 1.5” consecutivi
  • 15 “Over 1.5” nelle 16 gare

DALLO SCORSO CAMPIONATO

  • 16 “Gol Casa” nelle ultime 17 gare in trasferta
  • 16 “Over 1.5” nelle ultime 17 gare in trasferta
Most recent football info here. In the process of fetching stats from soccer data source.

News dai campi:

Qui Cagliari.
Lavoro personalizzato per Miangue, che ha riportato una distorsione alla caviglia destra. Contro il Pescara sarà indisponibile Ceppitelli.

Mr. Rastelli: “Abbiamo perso Isla per un affaticamento muscolare, anche Miangue è fuori dalla lista per un problema. Abbiamo anche altre situazioni da valutare domani, fra queste c’è Borriello che ha sentito il riacutizzarsi di una botta presa la partita scorsa. Gli esami hanno dato esito negativo, lui sente qualche dolorino: è convocato, vedremo”.

Sulla partita: “Non voglio usare frasi fatte da allenatore, ma è una partita pericolosa. Non difficile, pericolosa. La vittoria sarebbe scontata, ma non c’è nulla di sicuro nel calcio. Le gare vanno vinte sul campo, non prima. Il Pescara è retrocesso, ma ha fatto sudare sette camicie a tutti, è una squadra molto propositiva e lo era anche prima che arrivasse Zeman. Dobbiamo loro il massimo rispetto, ci vorrà la stessa prestazione offerta contro il Chievo”.

Sul momento:I ragazzi da 2 mesi non sbagliano un allenamento, poi certo bisogna portare l’entusiasmo anche in gara e nei momenti difficili delle partite. A volte siamo usciti dal match e il risultato ne ha sofferto, dobbiamo evitarlo. Vincere significherebbe consolidare il 12° posto e poter poi continuare a cercare di salire in classifica. Alla squadra martedì ho detto che siamo la squadra in Serie A ad aver ribaltato le gare più volte. Dobbiamo puntare su questo e cercare di non compromettere le partite per qualche blackout, è un difetto su cui lavoriamo da tanto, ma che ci portiamo ancora appresso”.

Sulla sconfitta di Udine: “C’è rammarico per quei 20 minuti di Udine, potevamo andare in vantaggio e lì si è fatta la differenza. L’Udinese ha segnato e abbiamo permesso loro di raddoppiare, potevano anche farne altri. È lì che dobbiamo migliorare, nel finale poi potevamo farne 3 noi. In queste ultime gare ogni componente si gioca la riconferma, siamo tutti sotto esame. Il modo in cui finiremo il campionato condizionerà le scelte”.

Sul Pescara: “Del gioco di Zeman dobbiamo curare particolarmente le verticalizzazioni veloci, ogni azione può essere pericolosa, ma ogni volta che perdono palla possiamo far male. Mi piace la mentalità di calcio di Zeman, quella di attaccare sempre gli spazi”.

Sul suo futuro: “Io sono un allenatore giovane, devo fare ancora tanta strada. Fra dieci anni sarò molto più bravo, ma fin qui credo che i miei risultati raccolti in 8 anni siano qualcosa che ben pochi possono vantare. Vedere il cantiere dello stadio provvisorio è stata un’emozione, nella nostra mente ci immaginiamo già una piccola bomboniera colma di gente e mi auguro di esserci io in panchina”.

Qui Pescara.
Differenziato per Campagnaro, Vitturini e Stendardo. In attacco assente Bahebeck che quasi sicuramente salterà la trasferta di Cagliari. Gilardino in gruppo.

Le parole di Zeman: “Ho le giuste motivazioni per andare avanti. Voglio fare bene, ma soprattutto non voglio fare brutte figure. Anche la squadra ha voglia far bene da qui fino alla fine come me. Abbiamo buoni giocatori in rosa, ma spesso non riusciamo a giocare da squadra. In queste ultime partite voglio proprio vedere chi può essere utile e può darci una mano nella prossima stagione. Non ho preclusioni, ma oggi non posso dire quanti calciatori di questa rosa rimarranno”.

Sulla gara: Cagliari? Sono un ex, ma è una partita come le altre. Quella di Cagliari è stata un’esperienza negativa nei rapporti, ma positiva con la squadra che aveva dei limiti, ma che giocava a calcio. Quella di oggi è sicuramente una buona squadra soprattutto a livello di singoli. I rossoblù non hanno avuto una continuità nei risultati, anche se stanno facendo bene in campionato”.

Probabili formazioni:

CAGLIARI (4-3-2-1) Rafael; Isla, Pisacane, Bruno Alves, Murru; Padoin, Tachtsidis, Ionita; Joao Pedro, Sau; Borriello. All. Rastelli
Squalificati: –
Indisponibili: Miangue, Melchiorri, Dessena, Ceppitelli, Colombo, Isla

PESCARA (4-3-3) Fiorillo; Zampano, Coda, Bovo, Crescenzi; Coulibaly, Muntari, Memushaj; Benali, Cerri, Caprari. All. Zeman
Squalificati: Biraghi
Indisponibili: Gilardino, Vitturini, Pepe, Campagnaro, Bahebeck, Stendardo