Juventus - Torino

Sabato 6 Maggio ore 20:45

33 “1” consecutivi allo Stadium, 13 “Gol” di fila per il Toro.
La Juventus giocherà il derby a 3 giorni di distanza dalla partita di ritorno contro il Monaco. E per un giorno dovrà tenere lontano sia dalla testa che dal cuore la parola TRIPLETE, e più che altro tutti i sogni e i sovrappensieri di derivazione europea.

E già, più che del ritorno con i monegaschi, si parla già della caccia ai biglietti per la finalissima di Champions League. Tra l’altro, nelle ultime ore, si sono fatte concrete le possibilità che sia la volta buona che Buffon alzi al cielo sia Champions League che Pallone d’Oro.

In tutto questo c’è da giocare questo derby Juventus – Torino che, a dirla tutta, in caso di vittoria bianconera e mancata vittoria della Roma, potrebbe voler dire già scudetto con ben 3 giornate ancora da giocare.

Suona facile immaginare che Mihajlovic e i suoi ragazzetti viziati si stiano leccando i baffi all’idea di poter recitare il ruolo di guastafeste senza pensieri né pressioni di classifica.

A proposito, Sinisa un vero giocatore in rosa può vantarlo. Si tratta naturalmente di bomber Belotti, un po’ in calo, ma capocannoniere del campionato con Dzeko, a + 1 su Icardi e a + 2 reti su Gonzalo Higuain. Tra l’altro il Gallo è già andato a segno in entrambe le gare da titolare disputate in campionato contro i bianconeri. Eppure il derby d’andata fudeciso però dalla doppietta dell’argentino (6 reti in 7 precedenti contro i granata) oltre che dalle solite cagate difensive del Torino.

Passando ad uno studio più tecnico della sfida, vi dico subito che se gli uni presentano sia il miglior attacco che la miglior difesa casalinga, gli altri presentano il 5° miglior attacco esterno, ma anche la 5ª peggior difesa esterna del torneo.

Attenzione attenzione: SEMPRE “Gol” negli ultimi 5 precedenti in Serie A; SEMPRE “1” invece, nei 4 precedenti allo Stadium per un totale di 8 reti segnate dai bianconeri. Chiudiamo questa maxi premessa con una curiosità offerta da Eurosport: il Torino è la formazione che ha segnato più goal con cross in questa Serie A (18) e la Juventus ha subito 4 degli ultimi 10 gol in campionato in questo modo

Il pronostico:

“1X” (1.11) – rischio basso

Alternativa: “1X + Under 4.5” (1.42) – rischio alto

Verrebbe da dire “1” (1.50) fisso, ma le variabili che potrebbero generare qualche sorpresa, non mancano. La Vecchia Signora per il momento è rimasta abbastanza concentrata, eppure già a Bergamo, come da mio pronostico, qualcosa l’ha regalato al suo avversario. Il turn over è un’ipotesi concreta, e Belotti è Belotti.

Del resto la festa scudetto comunque non potrebbe essere consumata sabato stesso allo Stadium, e rimandarla di una giornata creerebbe al massimo qualche impiccio in più per quanto riguarda gli spostamenti e i tempi degli spostamenti. Quanto ai marcatori, se proprio volete escludere l’ipotesi 0-0, valutate “Higuain segna si” (1.82) che, data la sua emotività, mi stuzzica un po’ più di Belotti (2.50).

Restano però i dubbi sulla tenuta mentale di un Torino cacasotto che in già in diverse partite si è squagliato sul più bello, ora facendosi rimontare, beffare, irridere in tutti i laghi, in tutti i luoghi, in tutta la penisola italiana. Mihajlovic ha bisogno di uomini prima che di giocatori, lo vedrei benissimo sulla panchina della Vecchia Signora a combattere al fianco di Bonucci, Chiellini, Mandzukic e compagni.

Per ora resta il fatto che Sinisa ha trascorso la fase cruciale del campionato lamentandosi costantemente dei limiti caratteriali dei vari Ljajic con cui fa i conti la sua voglia di emergere, lottare, vivere a pieno e fino in fondo la sua passione per il calcio.

Fatto sta che in 10 precedenti Mihajlovic non ha mai battuto Allegri, anzi, contro il tecnico livornese ha raccolto 2 punti e ben 8 sconfitte. 11 “Over 1.5” nelle ultime 12 gare degli uni, 13 “Gol” consecutivi per gli altri reduci da 15 “Over 1.5” consecutivi e che hanno offerto 9 “Over 2.5” nelle ultime 11 gare.

Se gli uni non hanno perso nessuna delle 15 partite di campionato disputate col nuovo modulo, gli altri sono reduci da 6 turni d’imbattibilità.

Lo studio statistico: 

Risultato andata: Torino – Juventus 1 – 3

JUVENTUS (1°)

IN GENERALE (34 gare)

  • 24 vittorie nelle ultime 30 gare
  • 15 gare consecutive senza sconfitte
  • Solo 1 sconfitta nelle ultime 20 gare
  • 31 “12” (senza pareggi) nelle 34 gare
  • 25 gare consecutive in cui segna almeno un goal
  • 3 gare in cui non subisce goal nelle ultime 4
  • 33 gare in cui segna almeno un goal nelle 34
  • 11 “Over 1.5” nelle ultime 12 gare

IN CASA (17 gare)

  • SEMPRE “1” (vittorie)
  • SEMPRE “Gol Casa”
  • 7 “No Gol Ospite” nelle ultime 9 gare
  • 12 “Over 2.5” nelle 17 gare

DALLO SCORSO CAMPIONATO

  • 53 vittorie nelle ultime 62 gare
  • 45 gare in cui segna almeno un goal nelle ultime 46
  • 60 “12” (senza pareggi) nelle ultime 64 gare
  • 33 “1” (vittorie) consecutivi in casa
  • 35 “1X” consecutivi in casa
  • 35 “Gol Casa” consecutivi in casa
  • 19 “Over 1.5” nelle ultime 21 gare in casa

TORINO (9°)

IN GENERALE (34 gare)

  • 4 “X” (pareggi) nelle ultime 6 gare
  • 6 gare consecutive senza sconfitte
  • Solo 1 sconfitta nelle ultime 9 gare
  • 6 “X2” consecutivi
  • 15 gare consecutive in cui subisce goal
  • 13 gare consecutive in cui segna almeno un goal
  • 14 gare in cui segna almeno un goal nelle ultime 15
  • 13 “Gol” consecutivi
  • 14 “Gol” nelle ultime 15 gare
  • 15 “Gol Casa” consecutivi
  • 20 “Gol Casa” nelle ultime 21 gare
  • 9 “Over 2.5” nelle ultime 11 gare
  • 15 “Over 1.5” consecutivi

IN TRASFERTA (17 gare)

  • 2 “2” (vittorie) consecutivi
  • 3 “X2” nelle ultime 4 gare
  • 6 “Gol” consecutivi
  • 7 “Gol Casa” consecutivi
  • 5 “Over 2.5” consecutivi
  • 7 “Over 1.5” consecutivi
  • 13 “Over 1.5” nelle ultime 14 gare

DALLO SCORSO CAMPIONATO

Non ci sono statistiche in corso interessanti

Most recent football info here. In the process of fetching stats from soccer data source.

News dai campi:

Qui Juventus.
Ampio turn over per Allegri in vista della Champions. Indisponibile Rugani: ci sarà Bonucci e al suo fianco sarà schierato Benatia, mentre sulle fasce agiranno Lichtsteiner e Asamoah. A centrocampo probabile l’impiego di Khedira. Possibile riposo per Buffon, sostituito da Neto.

Le parole di Allegri: “L’Atalanta, il Monaco e il Torino sono 3 squadre che giocano in maniera simile e soprattutto hanno giocatori con caratteristiche simili. Giocano in verticale, hanno velocità e tecnica individuale. Le scelte da fare contro il Torino? Sono un problema. Deciderò dopo l’allenamento. In 6 giorni abbiamo 3 partite e ho scelte per poter cambiare. Davanti, senza Pjaca, non ho alternative. Dietro di solito qualche cambio l’ho sempre fatto, come a centrocampo. Ma i cambi non pregiudicheranno la prestazione”

Il derby: C’è un buon clima e deve essere così. Si tratta di un evento sportivo importante e bello, di cui Torino deve andare fiera. Per questo i tifosi devono comportarsi in maniera educata e rispettosa. Per quanto riguarda Superga, di fronte alle tragedia non ci sono né colori, né bandiere. Serve solo grande rispetto”.

Parlando di calcio: “Sarà una partita molto difficile. Il Torino è in condizione e farà una gara molto aggressiva. Dobbiamo venire via con un risultato positivoBisogna vincere il derby e vedere cosa fa la Roma. In Champions poi c’è ancora da raggiungere la finale e in mezzo ci sarebbe anche la finale di Coppa Italia. Pensiamo a una partita per volta”.

Sul momento dei suoi: “Dani Alves qualche finale l’ha già vinta… In questo momento pensare troppo può mandare fuori giri. Per ora la certezza è la finale di Coppa Italia. Per il resto non c’è ancora nulla, è ancora tutto da conquistare. Pensiamo al derby, per non disperdere energie. C’è un tempo per tutto. Se ci sarà da festeggiare, sarà giusto festeggiare. Ma restiamo concentrati su tutti gli obiettivi”.

Qui Torino.
Mihajlovic dovrebbe affidarsi al 4-2-3-1, con Zappacosta e uno tra Avelar e Molinaro sulle fasce. Nel caso in cui dovesse essere scelto quest’ultimo, il Toro presenterà in campo 3 ex: Moretti, Iago Falque e Molinaro appunto.

Le parole di Mihajlovic: “Con noi scenderanno in campo gli Eroi di Superga. Questo non vuol dire che vinceremo, perché incontriamo forse la squadra più forte d’Europa, ma che lotteremo al massimo delle nostre forze. La Juventus non ha punti deboli, ma io penso che non esistano squadre imbattibili e questo vale anche per la Juve: per questo noi ci proveremo”.

Poi ancora: Non sarebbe disonorevole perdere: lo sarebbe perdere senza aver dato tutto quello che si poteva dare. Noi per fare risultato dobbiamo fare una gara perfetta, perché allo Stadium hanno perso tutti. Dovremo essere bravi a sfruttare le occasioni che capiteranno con rabbia e cinismo, perché non avremo tutte le occasioni che abbiamo avuto nelle partite precedenti. Non possiamo pensare che siano distratti dalla Champions anche perché con lo 0-2 hanno la qualificazione in tasca”.

I precedenti tra Allegri e Mihajlovic

  1. Torino – Juventus 1-3 (Serie A 16/17)
  2. Milan – Juventus 1-2 (Serie A 15/16)
  3. Juventus – Milan 1-0 (Serie A 15/16)
  4. Sampdoria – Juventus 0-1 (Serie A 14/15)
  5. Juventus – Sampdoria 1-1 (Serie A 14/15)
  6. Fiorentina – Milan 1-2 (Serie A 10/11)
  7. Milan – Fiorentina 1-0 (Serie A 10/11)
  8. Cagliari – Catania 2-2 (Serie A 08/09)
  9. Bologna – Cagliari 0-1 (Serie A 08/09)
  10. Cagliari – Bologna 5-1 (Serie A 08/09)

Probabili formazioni:

Juventus (4-2-3-1) Buffon; Lichtsteiner, Benatia, Bonucci, Asamoah; Khedira, Pjanic; Cuadrado, Dybala, Mandzukic; Higuain. All. Allegri.
Squalificati: /
Indisponibili: Pjaca, Rugani

Torino (4-2-3-1) Hart; Zappacosta, Moretti, Rossettini, Avelar; Baselli, Acquah; Iago Falque, Ljalic, Boyè; Belotti. All. Mihajlović.
Squalificati: /
Indisponibili: De Silvestri