Come pronosticare questa domenica di Serie A? Innanzitutto informandoci.

In un campionato così anonimo e senza priscio* ci mancavano soltanto le accuse di Orsi a Milan, Inter e Fiorentina: “Non vogliono i sedicesimi di Europa League”! Sconcerti ha provato a fare le veci dell’istituzione pubblica, quella che senza dire niente, prova spegnere qualunque tipo di vibrazione alla stasi quotidiana.

Che le parole di Orsi siano fondate oppure semplicemente derviano da un’impressione strettamente personale, non ci è dato saperlo. Fatto sta che Milan, ma soprattutto Inter e Fiorentina stanno facendo a gara nel dimostrarsi fragili, inopportune, imbarazzanti.

Con questi presupposti partono gli studi di Genoa – Inter e Sassuolo – Fiorentina che, a dispetto delle statistiche esterne della viola, tra l’ex Matri, il rientro di Kalinc, la sfida tutta mancina tra Berardi e Bernardeschi e la serie in corso di 6 “Gol” consecutivi della squadra di Di Francesco, profuma tanto di “Gol”.

Questo campionato è stato così scarso (così come un po’ negli ultimi 32 anni anche tutti gli altri 5 campionati europei) che Icardi si ritrova ad 1 sola rete di distanza da Ibrahimovic e nientepopodimeno che Ronaldo, Il Fenomeno!

Questo campionato è così squilibrato in questo suo costante avvicinamento all’intrattenimento di matrice anglo-americana, che nonostante sia salvo da mesi, il Chievo in Serie A non aveva mai subito così tanti goal. A proposito: e se il Palermo retrocedesse proprio dinnanzi agli occhi della tigre? Come di chi?!? Di Sorrentino!

Parlando di retrocessione e salvezza, mi sto ancora chiedendo se il Bologna dell’ex Verdi cederà facilmente i 3 punti all’Empoli di Mchelidze assente. E a proposito di bomber: se è vero che nelle ultime 5 giornate il Crotone ha fatto gli stessi punti di Juventus e Napoli, è vero anche che i pitagorici, all’Adriatico di Pescara, in casa Caprari ci andrano senza Crisetig, Stoian e Falcinelli.

Tornando alla corsa per l’Europa League, mi incuriosisce verificare la tenuta mentale di una Lazio tornata in campo solo mercoledì dopo la vittoria nel derby. Simone Inzaghi ha messo le cose in chiaro, vuole i 3 punti proprio perché il calendario prevede partite impegnative oltre che la finalissima di Coppa Italia.

La giornata sarà aperta da Udinese – Atalanta, Del Neri vanta precedenti da urlo contro la Dea, però è reduce da una sconfitta per 4-0. A chiudere la 33ª ci penserà il posticipo Milan – Roma. La partita potrà essere condizionata dai risultati di Atalanta e Inter? Probabilmente si. Intanto vi anticipo che la “X”della Roma ritarda da 11 trasferte, 5 “2” consecutivi per la Lupa lontano dall’Olimpico.

Se non avete tempo o voglia di degustare partita per partita tutti gli approfondimenti preparati apposta per voi, fate riferimento alla Schedina fai da Te. Intanto, con un semplice click,e qualche secondo di tempo, potrai scoprire le serie in corso più interessanti di Serie A.

N.B.

*Cos’è il “priscio”? Innanzitutto, è su suggerimento della mia ex professoressa di italianistica che ho scelto il corsivo per italianizzare questo vocabolo dialettale. Cos’è? Avete presente quella smania di seguire l’evolversi avvincente della giornata di Serie A che avete perso non appena Roma e Napoli hanno lasciato scappare la Juventus, mentre contemporaneamente le ultime tre della classe hanno cominciato ad allontanarsi dall’Empoli? La parola priscio è valida anche per indicare quella sensazione lì. Per quelli che le scelte non le fanno per routine, volete un consiglio? Divertitevi a seguire le ultime 2 giornate di Serie B!

Buon divertimento!

Con rinnovata passione per la scoperta,

Il Direttore di Okpronostico

Ecco i link ai nostri articoli

Domenica 12:30

Domenica 15:00

Domenica 15:00

Domenica 15:00

Domenica 15:00

Domenica 15:00

Domenica 15:00

Domenica 20:45