Roma - Juventus

Domenica 14 Maggio ore 20:45

In palio 2° posto e scudetto, ma la Juve ha la testa alla finale di Coppa Italia?

In caso di vittoria, la Juventus anticiperebbe la festa dello scudetto in vista del più importante impegno infrasettimanale contro la Lazio. Ah si, per i giallorossi si tratta di una sfida decisiva che sicuramente sarà condizionata dal risultato finale del Napoli a Torino.

Nei prossimi turni la Roma sarà impegnata contro Chievo e Genoa, mentre i bianconeri contro Crotone e Bologna. Vincere lo scudetto a Roma, per la Juventus rappresenta dunque al massimo un capriccio, uno sfizio da togliersi.

Quanto alla Lupa, è una squadra strana, a dire il vero, così mediocre, da essere spesso imprevedibile nelle sue reazioni. Nessuna delusione l’anno scorso dopo l’eliminazione contro il Real Madrid nonostante le parole forti di Spalletti (“Non possiamo farci i complimenti per aver perso due volte 2-0 contro il Real Madrid”), reazione immediata quest’anno alla sconfitta nel derby. Giocatorini come El Shaaray, Salah e Dzeko sembrano così limitati nello spirito, da non risentire quasi mai delle offese all’onore via via incassate nei match decisivi stagionali. Ecco perché dico che la Roma è una squadra strana.

Poi Spalletti, una volta che ha perso la bussola mediatica, non si è più ritrovato. E gli scempi televisivi continuano a susseguirsi. Già, all’Olimpico arriva una squadra in teoria meno motivata, ma che però nel corso di questi anni, si è dimostrata al contrario di quella giallorossa, capace di soffrire, imparare e superare se stessa dopo le delusioni subite nei momenti cruciali delle scorse stagioni. I toni sono cambiati si in casa della Vecchia Signora. E nel frattempo anche lo stesso Allegri comincia a crescere sul serio stando a contatto con una società seria e uno spogliatoio fatto di uomini maturi, affamati sul serio!

Attenti perché nonostante tutto il divario psicologico tra le due squadre, abbiamo assistito a 4 “1X” negli ultimi 5 precedenti in casa giallorossa. Non ci sarà Dzeko, al suo posto Perotti… Magari per questa giornata, la manovra giallorossa potrebbe anche giovarne in imprevedibilità, a patto che Nainggolan abbia recuperato al meglio e che che El Shaarawy e Salah non se la facciano sotto come al solito fanno contro avversari di calibro. Ah, ricordiamoci che Higuain, in caso di rete, agguanta nientepopodimeno che Omar SIVORI!

Il pronostico:

Gol (1.60) –  rischio alto

X (3.35) – rischio altissimo

Alternative: /

Brutta partita in chiave pronostico!

Anche in merito alle motivazioni bianconere, non ha alcun senso pronosticare questa partita prima di conoscere il finale di Torino – Napoli. La somma delle incognite supera di gran lunga la somma delle certezze.

La sfida potrebbe essere condizionata dal risultato del Napoli che in caso di vittoria, potrebbe mettere addosso alla Lupa una pressione esagerata.

Se la Roma da quando è tornato Salah dalla Coppa d’Africa, è tornata ad offrire “Over 2.5” e soprattutto “Over 1.5” con una certa costanza, la Juventus in trasferta è reduce dal 2-2 di Bergamo arrivato dopo ben 7 “Under 2.5” esterni consecutivi. Si si, la Vecchia Signora oscilla tra “Over 1.5” e “Under 2.5”. Col nuovo modulo non ha mai perso in campionato! 

Importante: SEMPRE “Gol Casa” in casa degli uni, 16 “Gol Ospite” nelle 17 trasferte degli altri.

Lo studio statistico: 

Risultato andata: Juventus – Roma 1 – 0

ROMA (2°)

IN GENERALE (35 gare)

  • Solo 1 sconfitta nelle ultime 8 gare
  • 4 “2” nelle ultime 5 gare
  • 23 “12” (senza pareggi) nelle ultime 24 gare
  • 18 gare consecutive in cui segna almeno un goal
  • 4 “Gol” consecutivi
  • 11 “Gol Ospite” nelle ultime 12 gare
  • 3 “Over 2.5” consecutivi
  • 9 “Over 2.5” nelle ultime 11 gare
  • 14 “Over 1.5” consecutivi

IN CASA (17 gare)

  • 14 “1” (vittorie) nelle 17 gare
  • 16 “12” (senza pareggi) nelle 17 gare
  • 15 “1X” nelle 17 gare
  • SEMPRE “Gol Casa”
  • 5 “Gol” nelle ultime 6 gare
  • 7 “Over 1.5” consecutivi
  • 8 “Over 1.5” nelle ultime 9 gare

DALLO SCORSO CAMPIONATO

  • 17 “1” (vittorie) nelle ultime 20 gare in casa
  • 27 “1X” nelle ultime 29 gare in casa
  • 19 “12” (senza pareggi) nelle ultime 20 gare in casa
  • 35 “Gol Casa” nelle ultime 36 gare in casa
  • 33 “Over 1.5” nelle ultime 36 gare in casa

JUVENTUS (1°)

IN GENERALE (35 gare)

  • 2 “X” (pareggi) consecutivi
  • 16 gare consecutive senza sconfitte
  • Solo 1 sconfitta nelle ultime 21 gare
  • 26 gare consecutive in cui segna almeno un goal
  • 6 “Over 1.5” consecutivi
  • 12 “Over 1.5” nelle ultime 13 gare

IN TRASFERTA (17 gare)

  • 5 “2” (vittorie) nelle ultime 8 gare
  • 2 “X” (pareggi) nelle ultime 3 gare
  • 8 “X2” consecutivi
  • 12 “Gol Ospite” consecutivi
  • 16 “Gol Ospite” nelle 17 gare
  • 11 “Over 1.5” nelle ultime 12 gare
  • 7 “Under 2.5” nelle ultime 8 gare
  • 8 “Under 3.5” nelle ultime 9 gare

DALLO SCORSO CAMPIONATO

  • 53 vittorie nelle ultime 63 gare
  • 46 gare in cui segna almeno un goal nelle ultime 47
  • 60 “12” (senza pareggi) nelle ultime 65 gare
  • 28 “12” (senza pareggi) nelle ultime 32 gare in trasferta
  • 21 “Gol Ospite” nelle ultime 22 gare in trasferta
Most recent football info here. In the process of fetching stats from soccer data source.

News dai campi:

Qui Roma.
Spalletti non avrà Dzeko (infortunato) e Strootman (squalificato). Il tecnico ritrova Nainggolan che assieme a Perotti ha lavorato con il gruppo. Probabile in attacco un tridente ‘leggero’ composto da El Shaarawy, Perotti e Salah. In difesa invece rientra Rüdiger dopo il turno di squalifica scontato col Milan.

Le parole di Spalletti sul suo possibile futuro: “Sabatini è un direttore sportivo forte, un personaggio che ha esperienze importanti. Non mi sorprende che l’Inter abbia chiamato lui. Con lui mi sono trovato bene e, se ci fosse la possibilità di poterlo seguire, perché non farlo? Nainggolan e Perotti sono giocatori forti e li vorrei avere sempre a disposizione”.

Poi ancora: “Ci dispiace che Dzeko non ci sia. La squadra aveva cominciato a servirlo nel modo giusto, a riconoscere i modi di smarcarsi più corretti per la qualità dei compagni. Ormai era l’attaccante, il finalizzatore della Roma, però questa squadra ha altre possibilità per trovare la via della rete. Dobbiamo essere lucidi, nel senso che qualsiasi sforzo fisico-mentale va fatto per tentare di vincere questa partita“.

Qui Juventus.
Oltre a Khedira, Allegri perde anche Marchisio per un affaticamento muscolare alla coscia sinistra. Il tecnico bianconero si affiderà al turn over in difesa, dove ritroveranno la maglia da titolare Lichtsteiner, Benatia e Asamoah. Titolari entrambi gli ex Benatia e Pjanic.

Le parole di Allegri: “Carenze a centrocampo non ce ne sono, ho Lemina, Rincon e Sturaro. Speriamo di recuperare Marchisio per mercoledì. Voglio fare i complimenti alla squadra per il raggiungimento della finale di Cardiff. Non abbiamo ancora vinto niente e e contro la Roma abbiamo una grande occasione. Non sarà facile battere i giallorossi, in questo momento bisogna fare un passo alla volta senza avere fretta. All’Olimpico dipende solo da noi, entrambe avremo i nostri obiettivi e la squadra di Spalletti, come il Napoli, merita i complimenti per questa stagione”.

I precedenti tra Spalletti e Allegri

  1. Juventus – Roma 1-0 (Serie A 16/17)
  2. Juventus – Roma 1-0 (Serie A 15/16)
  3. Milan – Zenit 0-1(UEFA Champions League 12/13)
  4. Zenit – Milan 2-3 (UEFA Champions League 12/13)
  5. Cagliari – Roma 2-2 (Serie A 08/09)
  6. Roma – Cagliari 3-2 (Serie A 08/09)

Probabili formazioni:

Roma (4-3-3) Szczesny; Rudiger, Fazio, Manolas; Emerson; De Rossi, Paredes, Nainggolan; El Shaarawy, Perotti, Salah. Allenatore: Spalletti.
Squalificati: Strootman
Indisponibili: Florenzi, Dzeko

Juventus (4-2-3-1) Buffon; Lichtsteiner, Barzagli, Benatia, Asamoah; Rincon, Pjanic; Cuadrado, Dybala, Mandzukic; Higuain Allenatore: Allegri.
Squalificati: /
Indisponibili: Pjaca, Rugani, Kean, Khedira, Marchisio