liga 12a giornata

Difficilmente assisteremo ad una domenica di Serie A all’insegna dell’anomimato. Alle 12:30 le danze si apriranno subito con Inter – Torino. Si, è vero, i nerazzurri a San Siro viaggiano a ritmo di “1” e le difficoltà in trasferta di un Toro tra l’altro ancora convalescente, sono chiare a tutti. Ma la lista degli ex, qualche variabile psico-tattica potrebbe scatenarla. Mihajlovic è in difficoltà, Ljajic è inaffidabile, ma gli ex si sa, sono bombe ad orologeria, e discorso da scudetto a parte, Spalletti & Co.dovranno stare attenti a disinnescarle. L’obiettivo nerazzurro infatti, è di continuare ad illudersi o a sognare…

Nel pomeriggio spicca la sfida a distanza tra azzurri e bianconeri. E se la Juventus ha il vantaggio di ospitare le streghe di Benevento con un Dybala polemico, ma un Higuain ritrovato, almeno in formato ammazza matricole, il Napoli dovrà in quattro e quatr’otto cancellare sia i fantasmi del 1 novembre di Champions che trovare una soluzione per sostituire Ghoulam, sinora pedina fondamentale nella catena di sinistra, il lato forte della squadra di Sarri. Fortuna vuole che almeno prima delle partite di campionato, Sarri stia zitto e non carichi di esagerata pressione i suoi ragazzi.

Intanto, mentre Lazio e Roma proveranno a dare seguito alle soddisfazioni infrasettimanali cercando di restare il più possibile ancorate alle prime 3 della classe, al Milan non resta altro che vincere. Aldilà della possibilità di accedere alla Champions attraverso la vittoria dell’Europa League, la società pretende i 3 punti per non sentirsi costretta ad inventarsi un sostituto di Montella.

Si si, è giunto il momento che Vincenzino dimostri di essere utile, la squadra è in ritardo atletico e da un po’ di tempo singhiozza in trasferta, è ora che l’allenatore rossonero si faccia venire le giuste intuizioni tattiche. La partita col Sassuolo in passato è già costata la panchina ad Allegri, e mentre l’Aeroplanino sembra volare tra enormi nuvole di dubbi, la pausa delle nazionali avanza minacciosamente dall’orizzonte.

Il risultato al Mapei Stadium? Potrà dipendere molto dal rapporto tra e allenatore e la maggior parte della squadra, tra l’altro non molto unita attorno alla fascia di capitano di Bonucci. I punti cominciano a farsi preziosi e caldi per tutti, eppure conosco più di un tifoso milanista che spera in una sconfitta rossonera così da non dover essere più costretto a sentire Montella ripetere, ripetere e ancora ripetere che “Abbiamo perso, ma la squadra è in crescita e gioca bene”. Ma attenzione, fate finta che non vi abbia scritto nulla. Pellegatti ha precisato: “Difficile che Montella venga cacciato, la società ha diramato il piano B, la qualificazione alla prossima Europa League.

Tutte le altre gare potete studiarle spulciando i nostri articoli pre-partita pieni zeppi di dettagli raccolti apposta per soddisfare la vostra sete di curiosità e approfondimenti. Vi ritroverete di fronte a certezze statistiche e a domande probabilistiche. Ad esempio, secondo voi si interromperà oppure no il ritardo della “X” del Cagliari, che in Serie A, prosegue da 20 partite? #studiale

Mi raccomando, appassionatevi, divertitevi, ma senza spendere troppo!

Con Passione,

Il Direttore

Ecco i link ai nostri articoli

Domenica 12:30

Domenica 15:00

Domenica 15:00

Domenica 15:00

Domenica 15:00

Domenica 15:00

Domenica 18:00

Domenica 20:45