liga 13a giornata

E già, trovare statistiche costanti e veramente interessanti in Serie B, sembra quasi un’impresa. Diciamo che più che di una raccolta funghi, si tratta di una caccia al tartufo. Le occasioni vanno annusate con molta molta calma, e soprattutto tanta tanta pazienza. Ancora diversi risultati risultano particolari. Certo siamo partiti bene con il “Gol” di Pescara – Palermo e settimana scorsa siamo riusciti a scovare l’occasione del week end: la “X” di Spezia – Cittadella annunciata dallo stesso Mr. Venturato. 😉

Ma qui siamo in Serie B, e se il portafoglio va tenuto ulteriormente stretto, la fantasia va estesa dagli aspetti statistici a quelli psico-fisici. Il programma di questo sabato presenta innanzitutto il Derby del Riso tra Novara e Pro Vercelli. Intanto scoprite le mie riflessioni su Salernitana – Bari, le statistiche dicono che i pugliesi hanno subito ben 24 “1X” nelle ultime 25 trasferte di campionato. Si si, il gemellaggio richiamato nel titolo è proprio quello tra i granata e i galletti. In questa matta classifica di Cadetteria entrambe le squadre sono a quota 19 punti.

Tra i match più interessanti spicca Foggia – Cremonese. Il big match? Frosinone – Parma… Pensate un po’: i ciociari che a inizio campionato erano stati definiti “la Juventus di Serie B”, hanno vinto solo 1 delle ultime 7 partite. Mentre l’allenatore degli ospiti D’Aversa, dopo aver rischiato – almeno secondo i media – più volte l’esonero, è reduce da 3 vittorie consecutive. Roba da matti? No, per il momento l’incostanza è la costanza di questo campionato! ;D

Ah, quasi dimenticavo… Non mi dite che vi state ancora chiedendo chi è il nuovo Oronzo Canà? Pochesci della Ternana… “Attacchiamo in 7 e difendiamo in 3”. Tra disquisizioni tattiche e polemiche contro “i furbi del calcio” (i catenacciari), l’allenatore della squadra della ricerca scientifica italiana, ha dato di nuovo prova di esilaranti doti da cabarettista. Non ditelo all’Oronzo vero però colui che Pochesci ancora non ha raggiunto: Mentre i cinque della difesa vanno avanti, i cinque attaccanti retrocedono e così viceversa. Allora la gente pensa: «Ma quelli che c’hanno cinque giocatori in più?» Invece no, perché mentre i cinque vanno avanti, gli altri cinque vanno indietro, e durante questa confusione generale le squadre avversarie si diranno: «Ah! Ah! Che cosa sta succedendo?»E non ci capiscono niente”. 😉

Buono studio signori!

Con Passione, 

Il Direttore

Ecco i link ai nostri articoli

Sabato 15:00

Sabato 15:00

Sabato 15:00

Sabato 15:00

Sabato 15:00

Sabato 15:00

Sabato 15:00