speciale-marcatori

Spulciando di tutto, da Eurosport a qualsiasi sito o giornale mi venga in mente, ecco alcuni dei numeri più interessarti, molti dei quali frutto di Opta.

Intanto, se non avete ancora letto lo speciale sugli ex di turno, fatelo subito.

Cliccate sul titolo riportato di seguito:

LA DURA LEGGE DELL’EX – 2ª giornata

 

Curiosità (Opta)

  • Gonzalo Higuaín ha trovato il gol con il terzo pallone giocato con la maglia della Juventus. L’argentino ha realizzato sette reti nelle ultime quattro presenze in Serie A;
  • Higuaín ha segnato in tutte le sei sfide di Serie A contro la Lazio, per un totale di 11 gol – almeno cinque più che contro ogni altra squadra del campionato italiano;
  • Dybala ha segnato 5 gol in 6 match di campionato contro la Lazio: contro nessun club ha realizzato più reti in Serie A;
  • Ciro Immobile, che ha esordito in A con la maglia della Juve nel 2009, ha giocato cinque gare di campionato contro i bianconeri, riuscendo a segnare solo nel primo incrocio (settembre 2012 maglia del Genoa);
  • Lorenzo Insigne ha segnato quattro reti in sette match di Serie A contro il Milan, il suo bersaglio preferito nel massimo campionato;
  • Carlos Bacca, autore di una tripletta alla prima di campionato (l’ultimo a riuscirci era stato Trezeguet nel 2007/08), ha realizzato un gol ogni 7.3 palloni giocati nel match di domenica scorsa;
  • quattro delle ultime sette reti di Dries Mertens (tra cui la doppietta di domenica scorsa), sono arrivate subentrando dalla panchina;
  • Mauro Icardi ha segnato tre gol nelle due partite di campionato giocate a San Siro contro il Palermo;
  • per Geoffrey Kondogbia nove dribbling riusciti su nove tentati domenica scorsa, un primato nella prima giornata della Serie A 2016/17;
  • Josip Posavec è il portiere di Serie A che ha effettuato più parate nello scorso weekend, sette;
  • Birsa ha segnato cinque gol nelle ultime 13 presenze in Serie A: aveva trovato sette volte la rete nelle precedenti 99;
  • il primo gol in Serie A di Federico Bernardeschi è arrivato proprio al Franchi contro il Chievo nel maggio 2015: quello è anche il suo unico gol segnato in casa in campionato con la maglia della Fiorentina;
  • Fabio Quagliarella ha realizzato nove reti contro l’Atalanta in Serie A: solo alla sua Sampdoria (10 gol) ha segnato di più nel massimo campionato;
  • Luis Muriel ha segnato quattro gol e fornito due assist in sei partite di Serie A giocate finora nel mese di agosto;
  • contro l’Empoli Ricardo Álvarez ha partecipato attivamente a metà delle 16 conclusioni della Sampdoria, con quattro tiri ed altrettante occasioni create per i compagni;
  • i due giocatori che hanno fatto più tiri nella prima giornata sono del Sassuolo: Domenico Berardi e Matteo Politano, sette conclusioni ciascuno;
  • Politano è anche il giocatore con più conclusioni nello specchio della porta in questo primo weekend (cinque);
  • Francesco Magnanelli ha giocato 127 palloni nella prima giornata, almeno 19 più di ogni altro giocatore di questa Serie A;
  • quello di Ahmad Benali (7’48’’) è stato il gol più veloce della prima giornata di questa Serie A;
  • Luca Mazzitelli ha ricevuto 20 cartellini gialli e un rosso nelle 38 partite disputate in carriera tra Serie A e B;
  • nella prima giornata Josef Martínez ha mandato cinque volte un compagno al tiro, più di ogni altro giocatore;
  • Andrea Belotti ha trovato il gol in entrambi i match di Serie A giocati contro il Bologna, entrambi nella scorsa stagione in maglia granata;
  • la prossima sarà la 300ª presenza in Serie A per Emiliano Moretti;
  • solo uno dei nove gol in Serie A con la maglia del Bologna di Mattia Destro è arrivato lontano dal Dall’Ara;
  • Duván Zapata, che nella prima giornata ha vinto più duelli aerei di qualsiasi altro attaccante (7), ha segnato tre gol in tre gare di A contro l’Empoli, tra cui uno in entrambe le sfide dello scorso campionato;
  • Il giocatore dell’Udinese che ha effettuato più passaggi verso la metà campo avversaria nella partita d’esordio con la Roma è stato il portiere Orestis Karnezis (23);
  • Alberto Gilardino incontra la sua vittima preferita in Serie A: all’Udinese ha segnato 15 reti, ma solo due negli ultimi nove confronti con i friulani.