Lega-Pro-1

Nell’ultimo campionato la squadra ha provato, senza riuscirci, a qualificarsi ai play-off. Nella fase di preparazione della nuova stagione, però, il Matera ha deciso di riaffidarsi all’esperienza di mister Auteri, reduce dalla fresca promozione con il Benevento. Questa scelta ha chiarito sin da subito le ambizioni della società: il presidente Columella vuole assolutamente vincere il campionato di Lega Pro. L’organico è composto da diverse pedine importanti. Tra i pochi volti nuovi, troviamo il difensore Mattera e il centrocampista Papini, oltre che l’attaccante Strambelli.

 

Il Matera degli ultimi tempi:
Nel 2013/2014 il sodalizio ha conquistato la promozione in Lega Pro con l’ormai compianto Vincenzo Cosco alla guida. Nel primo anno tra i professionisti la società ha ottenuto un buon 3° posto.

 

La carriera di mister Auteri:
Inizia la carriera da allenatore in qualità di preparatore dei portieri dell’Atletico Catania. Nel gennaio 1995 il Ragusa gli affida la guida tecnica in Serie D. La stagione successiva, però, viene esonerato. Dal 1998 al 2001 conduce l’Igea Virtus, conquistando la promozione in Serie C2. Nel 2001/2002 allena l’Avellino. Un anno dopo si siede sulla panchina del Crotone, in Serie C1. Nel 2005 viene chiamato dal Gallipoli, dopo un’esperienza al Martina. Qui vince il campionato di Seconda Divisone e si aggiudica la Coppa Italia Serie C. Seguono due anni al Sicurasa ed uno al Catanzaro.Nel 2010 approda alla Nocerina, in Serie C1. Qui conquista la Serie B e la Supercoppa di Lega Pro Prima Divisione. Tra i cadetti, intorno a metà campionato, viene prima esonerato e poi richiamato. La squadra non riesce a salvarsi, ma ottiene comunque la conferma. Il 24 giugno 2013 il Latina lo nomina trainer, in Serie B: viene sollevato dall’incarico poco dopo. Nella stagione 2014-2015 allena per la prima volta il Matera, club neopromosso tra i professionisti con il quale raggiunge la semifinale play-off. Nell’annata 2015/2016 conduce il Benevento in Serie B.

 

Il modulo e i risultati di mister Auteri:
Il tecnico predilige il 3-4-3 come modulo di gioco. Durante la lunga carriera da allenatore, come riportato da transfermarkt.it, ha vinto il 47,4% delle gare. Ha pareggiato, invece, il 25,5% dei match, mentre ne ha perso il 27,0%.