I campioni adattandosi, si evolvono!

Quando una grande squadra fiuta i 3 punti, sa che ci sono tanti modi per andarseli a prendere. Ma quasi mai lo fa a viso aperto. Perché inseguire la preda se la si può azzannare quando meno se lo aspetta? La si può avvicinare piano piano, quatti quatti, nascosti tra gli arbusti della savana, e non darle neanche il tempo di pensare a come difendersi.

Il calcio è la sublimazione dell’istinto animale che ci riconduce alla nostra natura di essere umani in lotta costante per la sopravvivenza, in continuo adattamento evolutivo. Il bel gioco invece, è solo un artificio, un’astrazione dalla realtà, un’esibizione, una finzione scenica che diventa intrattenimento, ma che non ha nulla a che fare con il gioco calcio. Il gioco con cui ogni adulto torna bambino, quindi selvaggio.

Il bel gioco può essere al massimo un mezzo, ma non un fine, non vorremmo mica abituarci all’idea che i calciatori facciano parte della stessa categoria dei cabarettisti?

Allegri è furbo, ma Sarri è impreparato

Per mesi ho sentito parlare di chiacchiere sul bel gioco moderno e quisquilie varie. Ma poi guardo ai fatti: tutt’oggi nel 2017, in Italia e in Europa, i titoli si conquistano con difesa & contropiede. Allegri non è un fenomeno del carisma, ma almeno non è pollo. E come preannunciato nell’articolo, ha capito quello che aveva già capito Maran del Chievo (0-0 contro il Napoli): se giochi con la linea di difesa bassa senza concedere la profondità, il Napoli diventa un agnellino, anzi un robot in corto circuito.

Caro Sarri, lo so, ti critico sempre, prima e dopo le partite, ma ho il dovere giornalistico di ricordarlo: nel calcio oltre alla tattica e alla tecnica, bisogna allenare anche cuore & cervello. Una squadra senza fame, senza agonismo, né cazzimma, non è degna di indossare la casacca del Napoli. È un controsenso antropologico! E i tifosi partenopei dovrebbero tirar fuori l’onore storico di pretendere più anima e più artigli da giocatori e staff azzurri. Non ho visto denti digrignati né prima né dopo la partita. Ma possibile?

A parer mio, questo Napoli non ha né il pane né i denti, ecco perché rischia di morire di fame di tituli. La cosa che più mi sorprende, è che sembra che non se ne sia neanche accorto. Ad oggi, Mazzarri ha fatto meglio di Sarri. I fatti dicono questo, ve n’eravate accorti?

Con Passione,

Il Direttore

p.s.
In questo Napoli – Juventus ho rivisto Italia – Svezia. Già, la Juventus ha vinto a Napoli con difesa e contropiede, la Svezia ha sbattuto l’Italia fuori dal mondiale con difesa e contropiede, il Portogallo di Cristiano Ronaldo ha vinto l’Europeo con difesa e contropiede, e addirittura il Real Madrid ha vinto le ultime 3 Champions League con difesa e contropiede. Le tecniche di caccia dei grandi predatori sono le stesse della savana. E i campioni ce lo ricordano! 😉