Schermata-2016-05-11-alle-10.56.54

Con i campionati principali giunti ormai all’epilogo e gli ultimi pronostici settimanali da preparare, l’attenzione degli analisti e degli scommettitori è ormai proiettata sul grande evento sportivo dell’estate: Euro 2016 promette di essere una manifestazione piena di sorprese e di incognite, proprio come l’anno che abbiamo appena vissuto, con imprese come quelle del Leicester che hanno fatto felici quegli appassionati che hanno creduto fino alla fine nel miracolo sportivo.

L’Europeo che ci accingiamo a vivere sarà figlio anche di quest’annata particolare, in cui abbiamo visto tantissime situazioni al limite dell’impossibile: la rimonta della Juventus in Serie A, la Liga che si riapre quando oramai sembrava destinata da mesi al Barcellona, la mini-rimonta del Dortmund in Germania, il crollo del Porto in Portogallo, ma anche situazioni meno appariscenti come la cavalcata dell’Astra in Romania o il ritorno agli antichi fasti del Club Brugge in Belgio.

Per capire meglio come questi risultati possano influire sulla rassegna continentale che si svolgerà tra un mese in Francia, abbiamo deciso di scrutare le quote proposte da William Hill, di cui trovare un’interessante recensione qui, che oltre ai “soliti sospetti” mette tra le “papabili” anche squadre da sempre considerate outsider.

Per la vittoria finale secondo il bookmaker inglese ci sono i padroni di casa della Francia, con una quota di 4.00: per i Blues sarà fondamentale l’apporto del fenomeno Griezmann, oltre che alla qualità di Paul Pogba, che potrebbe consacrarsi definitivamente in questo Europeo. Subito dietro la Francia ci sono i Campioni del Mondo della Germania, con una quota di 4.50, che nelle ultime uscite hanno fornito prestazioni più che convincenti e che vogliono mettere insieme l’accoppiata Coppa del Mondo ed Europeo, proprio come fatto dalla Spagna. A chiudere il podio delle favorite c’è proprio la formazione iberica, che quest’anno ha portato ancora una volta due squadre in finale di Champions League e ha completato un processo di rinnovamento che le consente di arrivare a quest’Europeo con un mix di esperienza e gioventù che potrebbe nuovamente lasciare il segno.

E l’Italia? Secondo William Hill gli azzurri non sono nel novero delle favorite ma la quota assegnata lascia trasparire una certa “preoccupazione” del bookmaker: dare la squadra di Conte 17 a 1 implica che non ci vedono in finale ma che tutto sommato dagli Azzurri ci si aspetta sempre che possa saltar fuori qualcosa dal cilindro.

Prima di noi sono inserite Belgio (12.00) e Inghilterra (9.00): per Nainggolan e compagni questa è sicuramente una delle migliori squadre della storia del Paese, con campioni internazionali e un secondo posto nel ranking FIFA che è un chiaro messaggio alle avversarie. Per gli inglesi invece è arrivato il momento di vincere qualcosa, dopo un lungo periodo di digiuno, magari sull’onda dell’entusiasmo di Vardy, che dopo il sogno Leicester è pronto a guidare l’attacco dei Leoni.

Tra le possibili sorprese però vengono inserite anche Portogallo e Croazia, che sebbene non siano storicamente vincenti, possono creare più di un grattacapo alle avversarie. I lusitani possono sfoggiare Cristiano Ronaldo, senza però dimenticare qualche altro giocatore interessante come André Gomes, mentre la Croazia è composta da giocatori che ormai militano da anni nei principali campionati europei e talvolta nei top team. Se volete sfidare la sorte, la scommessa sui portoghesi è pagata 21 volte la posta, mentre quella sui croati ben 26 volte.

Concludiamo con un pizzico di irriverenza e vi forniamo anche le quote delle squadre meno accreditate per la vittoria: l’Albania di Gianni De Biasi, alla prima partecipazione agli Europei, è data a 301.00, mentre i debuttanti islandesi, dopo aver buttato fuori dal proprio girone l’Olanda, vengono pagati 81 volte. Infine l’Irlanda del Nord, vincitrice del gruppo F, moltiplicherebbe 251 volte l’importo scommesso.

Certo, i miracoli non succedono tutti i giorni, ma la squadra di Ranieri era data a 5.000 in Premier League, una quota più alta di quella dello sbarco degli alieni a Londra. E lui nel contratto aveva fatto aggiungere delle ricche clausole per il raggiungimento del vertice della classifica. Come dire: “non succede, ma se succede…