speciale-ex

Di seguito sono riportati i possibili autori delle reti più spiacevoli da subire: stiamo parlando degli ex di Serie A. Sono in verde i probabili marcatori dei rispettivi match da ex. Occhio!! Sotto viene riportata la lista di tutti gli ex che dovrebbero giocare dal primo minuto.

JUVENTUS – SAMPDORIA. Nella sfida tra bianconeri e blucerchiati spicca l’ex per eccellenza della Serie A: Fabio Quagliarella (S). E’ lui l’unico ex del match. Il “buon” Fabio ha voglia di segnare nello stadio che lo ha visto protagonista dal 2010 al 2014. Il consiglio è forzato, ma non chiuderei completamente le porte ad una sua possibile rete. Meglio non rischiare però.

MILAN – ROMA. Tantissimi gli ex nella sfida dell’Olimpico (ben 5). Iniziamo dalla truppa francese composta da Menez e Mexes (M): l’esterno rossonero arrivò a Trigoria nel 2008 con l’etichetta del futuro campione. Dopo 3 stagioni in anonimato, lasciò la capitale nel 2011, così come Mexes. Il difensore ha disputato ben 7 stagioni in giallorosso, condite da 11 reti totali, prima di svincolarsi e passare ai rossoneri. Gli altri 2 ex sono invece prodotti delle giovanili della Roma: parliamo di Bertolacci e Romagnoli (M), dove il solo centrocampista ex Lecce non ha mai debuttato in prima squadra. Infine c’è El Shaarawy (R): il faraone è ancora di proprietà del Milan, dove ha militato dal 2011 al 2015 chiudendo la sua avventura con 21 reti. La Roma ha tutta la volontà di trattenerlo ancora un’altra stagione in capitale, viste le ottime prove messe in mostra in questi 6 mesi da lupacchiotto. Consiglio l’egiziano.

NAPOLI – FROSINONE.  L’ex del match è il tecnico ciociaro Stellone (F). Ha giocato nel Napoli dal ’99 al ’03 segnando la bellezza di 30 gol in 90 presenze con la maglia azzurra.

SASSUOLO – INTER. Nell’ultima partita quest’anno al Mapei Stadium, l’unico ex è il giovane centrocampista neroverde Duncan (S), cresciuto nelle giovanili interiste.

CHIEVO – BOLOGNA. Gli ex della sfida sono 6. Stiamo parlando di Brighi (B), in prestito per 3 stagioni dalla Roma ai clivensi dal 2004 al 2007 con 9 gol totali segnati, Constant (B), che al Chievo deve il suo approdo in Italia nel 2010/11, ed infine Gastaldello (B), ai gialloblu nel 2003/04. Per i veneti invece troviamo Meggiorini e Radovanovic (C), entrambi al Bologna nel 2010, e il difensore Gamberini (C), dal ’99 al ’02 prima e dal ’03 al ’05 poi con la maglia del Bologna, collezionando 78 presenze in totale. Se titolare, dovreste schierare Meggiorini, magari inserendolo anche nelle vostre bolle come marcatore.

EMPOLI – TORINO. Nessun ex per questo match.

GENOA – ATALANTA. Passiamo subito alle presentazioni degli ex del match. Il tecnico Edy Reja, Gakpè, Masiello e Pinilla (A) sono tutti ex genoani che militano ora nelle fila neroazzurre. Reja ha allenato il Genoa nella stagione 2001/02 mentre per la punta cilena Pinilla, il suo trascorso in rossoblu risale al 2014/15 con 12 presenze e 3 reti. Masiello invece disputò solo il campionato 2007/08 con il Grifone, dove segnò anche una rete. Recentissimo è il passato di Gakpè, visto che nei sei mesi scorsi era al Genoa dove ha pure segnato 3 reti in 13 gare. Ho tralasciato, ma non dimenticato, colui che incoroniamo come re degli ex di questa Serie A: Borriello (A). Il più assiduo a rimanere nella nostra rubrica, e anche colui che non ha mai deluso le aspettative da marcatura. Borriello ha vestito la maglia del Genoa in 3 distinte avventure (prima nel 2007/08, poi nel 2012/13 ed infine nel 2015). Infine il solo giocatore del Genoa ex della Dea rimane Cerci (G), che nel 2008/09 finì in prestito dalla Roma ai lombardi. Consiglio per l’ultima e ripetitiva volta Marco Borriello, stavolta ultima per davvero.

LAZIO – FIORENTINA. Sono solo 2 gli ex della gara. Parliamo di Zarate (F), esploso e maturato proprio nel periodo biancocelste dal 2008 al 2013 (mettendoci di mezzo anche il prestito all’Inter nel 2011). Mentre l’ altro ex è Alessandro Matri (L). In viola ci arrivò in prestito nel 2014, segnando 4 reti in 15 partite. Non partirà titolare e quindi non lo consigliamo. Quasi quasi invece evidenziamo di verde l’estroso Zarate, dal quale non si sa mai cosa aspettarsi.

PALERMO – VERONA. Complessivamente sono 5 gli ex della gara. Parliamo di Pisano, Toni, Jankovic, Mr.Del Neri (HV) e di Gilardino (P). Gila ha giocato dal 2000 al 2002 a Verona, totalizzando 5 reti in 39 presenze. Poi c’è Pisano, arrivato dal Varese al Palermo nel 2011, terminando la sua avventura nel 2015 (parentesi al Genoa di mezzo). Poi troviamo Jankovic, nel 2007/08 in rosanero con 2 sole reti in 29 presenze, e il tecnico Del Neri che allenò i siciliani nel 2005/06. Discorso un po’ più di spessore per Luca Toni: in Sicilia ci ha giocato dal 2003 al 2005 segnando la bellezza di 50 reti in 80 partite e diventando il capocannoniere di B al suo primo anno da palermitano. Consiglio vivissimo per Gilardino.

UDINESE – CARPI. Gli ex della sfida salvezza alla Dacia Arena sono tutti non partecipi alla causa, vista la loro non titolarità. Parliamo di Matos (U), Brkic e Bubnjc (C). Il primo, ha giocato con gli emiliani proprio nei primi sei mesi del campionato, per poi accasarsi ai friulani a gennaio. 15 presenze e 2 reti per il brasiliano. Delusione invece per Brkic, che dopo la panchina perenne con i biancorossi quest’anno, si è visto scappare l’opportunità di giocare con l’Udinese in passato, dopo i flop avuti nelle stagioni dal 2012 al 2015 con la maglia bianconera. Infine il difensore Bubnjic, ha militato nel club dei Pozzo dal 2013 al 2015.

IL LISTONE DEGLI EX PROBABILI TITOLARI:

Riassumo di seguito i giocatori in teoria più in odore di marcatura:

  • Quagliarella
  • Duncan
  • Mexes
  • Romagnoli
  • El Shaarawy
  • Masiello
  • Borriello
  • Gamberini
  • Radovanovic
  • Meggiorini (ballottaggio con Pellissier)
  • Brighi
  • Zarate
  • E.Pisano
  • Gilardino
>