Euro-2016-logo-1

Uno Iordanescu un po’ nervoso in conferenza stampa presenta la gara contro la Svizzera.
Ecco le parole dei due tecnici alla vigilia del match, mentre per leggere il nostro studio della gara, cliccate qui.

Le dichiarazioni:

Iordanescu, c.t. Romania:E’ una gara estremamente importante per noi e per il calcio rumeno. Dopo la partita contro la Francia, il primo aspetto da considerare è stato il recupero fisico e mentale della squadra. Ci auguriamo di farci trovare pronti per la sfida. Abbiamo giocato una buona partita contro la Francia venerdì; non abbiamo avuto molte occasioni per segnare e accettiamo la sconfitta. Ora affronteremo un’ottima squadra e dovremo fare del nostro meglio per vincere. Dobbiamo essere realisti ed essere consapevoli che sarà dura. I loro 23 giocatori militano nei migliori campionati d’Europa come la Bundesliga. Ma il nostro obiettivo resta la qualificazione”.
Petkovic, c.t. Svizzera: “Non dico mai che è il favorito. Per quanto riguarda questa gara, la questione non è sapere chi è il favorito, ma chi entrerà meglio in partita. Dobbiamo migliorare, aumentare il nostro ritmo. Contro la Francia, abbiamo visto che, per 90 minuti, la Romania ha giocato ad un ritmo e portato diversi pericoli nella metà campo avversaria. Vogliamo ottenere sempre il massimo e quindi i tre punti. Si tratterebbe di una seconda vittoria, cosa che la Svizzera non è mai riuscita ad ottenere in un girone durante l’Europeo. Sarebbe una buona base su cui costruire il futuro“.

Probabili formazioni:

Romania (4-4-1-1): Tătărușanu; Raț, Chiricheș, Grigore, Săpunaru; Chipciu, Pintilii, Stanciu, Prepeliță; Torje, Stancu. C.T. Iordanescu
Svizzera (4-3-1-2): Sommer; Lichtsteiner, Djourou, Schär, Rodríguez; Xhaka, Behrami, Džemaili, Shaqiri; Seferović, Mehmedi. C.T. Petkovic.

>