Euro-2016-logo-1

Le dichiarazioni di Cacic e Santos alla vigilia di Croazia – Portogallo. Qui per leggere il nostro studio.

Le dichiarazioni:
Čačić, c.t. Croazia:E’ una sfida dentro o fuori. Siamo entrati nella fase ad eliminazione diretta e solo una delle due ottime squadre che si affronteranno approderà al turno successivo. L’altra, sfortunatamente, se ne tornerà a casa. Affronteremo una squadra che punta molto sul talento individuale. Forse nella fase a gironi il Portogallo non ha reso al meglio in fatto di punti conquistati, ma ha giocato molto bene. Hanno dominato tutte le partite giocate, creando tantissime occasioni. 

“Quando una squadra gioca come noi – continua Cacic – abbiamo fatto finora, gli elogi di riflesso arrivano anche a chi la guida. Un allenatore influisce sempre sui risultati, nel bene e nel male. Sfortunatamente, la cosa risalta di più quando sono negativi, ma sono comunque felice per gli elogi ricevuti. Non sono però appagato, come non lo è la squadra. Vogliamo proseguire nel tornero il più a lungo possibile. Dopo tanto tempo, finalmente la Croazia sta di nuovo assaporando un forte senso di unità. Tutti guardano le nostre partite in televisione e tutti ci sostengono“.

Santos, c.t. Portogallo:Le statistiche non significano nulla. Si sfideranno due squadre forti e il nostro obiettivo è quello di provare a vincere la partita. La Croazia ha qualità immense, proprio come noi. Sarà una sfida tra due squadre di qualità, che vogliono proseguire nel loro cammino. sarà una grande partita, ne sono sicuro. Sono convinto che battere la Croazia sia possibile. Sarà una gara completamente diversa dalle precedenti. L’Austria ha disputato un’ottima gara contro di noi e tutti pensavano che alla fine avremmo battuto l’Islanda, invece non è accaduto. Ora siamo pronti per un tipo di partita che saà completamente diverso. Renato Sanches fa parte del gruppo, decideremo domani se giocherà. La Croazia ha avuto un po’ più di tempo per riposare. Anche a noi sarebbe piaciuto, ma è inutile piangere sul latte versato. Fare in modo che i giocatori siano pronti a livello fisico è compito mio”.

Probabili formazioni:
Croazia (4-2-3-1): Subašić; Srna, Ćorluka, Vida, Strinić; Modrić, Badelj; Brozović, Rakitić, Perišić; Mandžukić. C.T. Cacic.
Portogallo (4-4-2): Rui Patrício; Vieirinha, Carvalho, Pepe, Guerreiro; William Carvalho, João Moutinho, André Gomes, João Mário; Nani, Ronaldo. C.T. Santos.