Euro-2016-logo-1

Inghilterra e Islanda cercano il pass per gli ottavi di Euro 2016. Ecco le dichiarazione dei 2 tecnici alla vigilia della sfida, mentre per leggere il nostro studio clicca qui.

Le dichiarazioni:
Hodgson, c.t. Inghilterra:Il risultato di domani sarà molto importante, per me, per i giocatori e per tutto il Paese. Vogliamo rimanere dentro il torneo, ci sentiamo abbastanza pronti ma dobbiamo dimostrarlo iniziando da domani. Sono contento di come hanno giocato gli attaccanti nelle scorse partite. Non si può mai sapere prima che scendano in campo ma di sicuro, al momento della scelta, ho selezionato sempre i migliori. Poi se qualcosa durante la partita non va bene sono abbastanza fortunato da avere ottimi giocatori anche in panchina”.

L’esperienza di Lars Lagerbäck e Roland Andersson, unita alla loro capacità di saper organizzare la squadra, ottenendo il massimo dai propri giocatori, a cui hanno anche saputo insegnare come si lavora sul campo, è tutto ciò che ha portato l’Islanda fin qui.  Sinceramente non conosco l’Islanda tanto quanto gli altri paesi nordici, ma sicuramente il loro carattere, la determinazione e l’abilità che hanno nel vivere in condizioni ambientali così difficili spiega tanto di loro. Dobbiamo accettare il ruolo di favoriti, tuttavia sappiamo che sarà una gara difficile“.

Lagerbäck, c.t. Islanda:Mi aspetto che l’Inghilterra abbia più possesso di noi, ma non si sa mai. Fa molto caldo e la temperatura può incidere sulla gara. Vedremo se saremo in grado di accelerare quando saranno un po’ più stanchi. L’atmosfera in squadra è fantastica dato che tutti i giocatori si conoscono molto bene. Sono molto contento dell’atteggiamento e del lavoro che hanno fatto con me negli ultimi quattro anni e mezzo. Ci siamo allenati sui rigori, alcuni sono bravi, altri meno. Conosco Roy dal 1976 ma ci siamo incrociati parecchie volte in Svezia rimanendo poi in contatto per tutti questi anni, anche se negli ultimi periodi non ci siamo visti molto. I giocatori che sono partiti titolari contro l’Austria hanno avuto due giorni per ricaricarsi, sia fisicamente che mentalmente e sono già pronti per il prossimo impegno”.
Hallgrimsson, co-c.t. Islanda:L’abbiamo già spiegato: per noi questa è una situazione in cui vinciamo sempre e comunque. I giocatori hanno già conquistato i cuori e le menti del popolo islandese e con una buona prestazione domani usciranno comunque vincitori. Se invece dovessimo battere anche l’Inghilterra le loro vite cambierebbero per sempre e il calcio islandese aumenterebbe la propria considerazione in giro per l’Europa”.

Probabili formazioni:
Inghilterra (4-3-3):
 Hart; Walker, Smalling, Cahill, Rose; Dier, Rooney, Alli; Sturridge, Kane, Sterling. C.T. Hodgson.
Islanda (4-4-2): Halldórsson; Sævarsson, Árnason, Sigurdsson, Skúlason; Gudmundsson, Gunnarsson, Sigurdsson, Bjarnason; Bödvarsson, Sigthórsson. C.T. Lagerbäck