Euro-2016-logo-1

L’attesa è finita. Ore 21:00 di sabato 2 luglio, comincia Germania – Italia. La partita più sentita, una finale anticipata come l’hanno definita tutti. Sia Loew che Conte hanno sottolineato di volere a tutti i costi la semifinale. Ecco le loro dichiarazioni della vigilia.

Le dichiarazioni:
Loew, c.t. Germania:Chi vince domani può conquistare l’Europeo. Germania, Francia e Italia devono avere l’obiettivo di vincere il torneo, tutte hanno delle qualità. Ora per noi è tempo di concentrarci sulla prossima partita, poi ci sarebbe una semifinale contro gli organizzatori del torneo… ma non sarà facile nemmeno per loro passare il turno. C’è molta strada da percorrere, ma chi passa può sognare la vittoria finale”.

La storia dice che non ho mai battuto l’Italia, ma stavolta non commetteremo gli errori del passato e vorrei giocarmela in maniera diversa – dice Loew -. Lo abbiamo dimostrato nell’amichevole di marzo, se ci concentriamo su noi stessi possiamo vincere con tutti. E ora abbiamo autostima e buoni automatismi di gioco. Di sicuro, mi aspettavo che l’Italia sarebbe tornata in alto dopo il 4-1 di Monaco, c’è il blocco di giocatori della Juve e gli azzurri hanno visto crescere l’unità d’intenti man mano che sono andati avanti in questo Europeo. Non so se giocherà De Rossi, ma gli italiani sono molto flessibili nell’undici di partenza, con loro bisogna sempre aspettarsi sorprese. So che De Rossi è infortunato, se non dovesse giocare… Conte troverà un’altra soluzione“.

“In questi giorni abbiamo analizzato l’Italia, abbiamo guardato la partita, non è una squadra solo difensiva. E sa creare tante situazioni davanti – sottolinea Löew -. Abbiamo preparato bene la gara e analizzato qualche dato, siamo coscienti di ciò che affronteremo. Dobbiamo trovare un equilibrio sia davanti che dietro, bisogna creare opportunità ma senza commettere errori. E sarà necessario essere cinici, perché non avremo tante occasioni come è accaduto con l’Irlanda del Nord. Abbiamo qualità, ma non solo. Anche esperienza. C’è un bel mix con calciatori di talento. Conte ci ha fatto complimenti? Siamo consapevoli dei nostri mezzi, giochiamo come squadra sia difensivamente che offensivamente. Ciò che è importante è vincere domani e fare quel che ci chiederà il nostro tecnico”.

Conte, c.t. Italia: “Le condizioni di De Rossi sono discrete. Non ci sbilanciamo, perché queste sono partite in cui bisogna essere al 120%. Sono gare intense, fisiche, non basta stare ‘quasi bene’, occorre stare benissimo. Ho fiducia in tutti i componenti del nostro gruppo. Se dovremo adattare qualcuno a giocare in una posizione diversa dal solito non verrà catapultato nel nulla, c’è un contesto organizzato. E questo accadrà sia se dovessimo proporre tre uomini a centrocampo sia se fossero solo due. Dite che ho stressato troppo i miei giocatori emotivamente? Non scherziamo, ho problemi ben più gravi di cui occuparmi… Stiamo dimostrando che attraverso il lavoro e il sacrificio dei ragazzi si può far fronte a un periodo non brillante del nostro calcio. Servirà qualcosa di super-straordinario, ma ci siamo costruiti certezze, sia nei momenti in cui avremo il pallone che in quelli in cui non l’avremo”.

“Questa gara è diversa dalla Spagna, è la squadra più completa al mondo, figlia di un movimento calcistico importante –  ha continuato Conte -. Ha tecnica, talento, fisicità, principi di gioco, organizzazione, stelle che si mettono al servizio del gruppo… ha tutto quello che serve per essere una grande nazionale. Si avvicina più a un club che a una selezione. Dovremo essere bravi a imitare la Germania in alcuni aspetti e poi a farle male. Ci giocheremo le nostre carte conoscendo pregi e difetti, nostri e degli avversari, come è accaduto con la Spagna. Sarà una grande partita per noi. Se si tornasse indietro, un mese fa non ci sarebbe stata storia.

“Ma oggi siamo qui, a giocarci meritatamente un quarto di finale. Siamo cresciuti tanto rispetto all’amichevole di Monaco a marzo, in cui venimmo sconfitti sonoramente. E proveremo a ribaltare una situazione impari. Abbiamo rispetto per la Germania, ma non partiamo battuti. Vedremo se il gap si è allargato o ristretto. Abbiamo studiato, siamo preparati. I tanti diffidati? Non sono una preoccupazione, qui non c’è domani per chi perde“.

Probabili formazioni:
Germania (4-2-3-1): Neuer; Kimmich, Boateng, Hummels, Hector; Khedira, Kroos; Ozil, Muller, Draxler; Gomez. C.T:: Loew.
Indisponibili e squalificati: nessuno. Diffidati: Boateng, Hummels, Khedira, Kimmich, Ozil.
Italia (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Florenzi, Parolo, Sturaro, Giaccherini, De Sciglio; Eder, Pellè.C.T.: Conte.
Indisponibili: Candreva e De Rossi. Squalificato: Thiago Motta. Diffidati: Barzagli, Bonucci, Buffon, Chiellini, De Rossi, De Sciglio, Eder, Insigne, Pellè, Sirigu, Zaza.

>