12509569_1654007488194429_2528020341862782473_n-1

È un elegante attaccante, dotato di estro e imprevedibilità. Parliamo di Paulo Dybala, argentino classe ’93, al quale è bastata solo una stagione per far innamorare i tifosi juventini e far dimenticare un altro argentino che in casa bianconera ha lasciato il segno: Carlos Tevez. Scoperto dal Palermo di Zamparini, nelle 3 stagioni in rosanero (2 in Serie A ed 1 in Serie B ) ha realizzato 21 reti in 89 presenze, prima di passare alla Juventus dove ha messo a segno 19 reti in 34 presenze.

Veloce nel contropiede e nel dribbling, non importa come segni: di destro (col contagocce), di sinistro, punizione, azione personale, i goal di Paulo Dybala non sono mai banali.

 

Medie reti (Dybala):

  • in carriera ha disputato 150 gare tra Serie A, Serie B e campionato argentino, segnando 48 reti (0,32 media reti a partita; 1 rete ogni 215 minuti);
  • in Serie A ha giocato 95 gare segnando 35 reti (0,45 media reti a partita; 1 rete ogni 191 minuti);
  • nella Serie A 2015/2016 ha disputato 34 gare segnando 19 reti (0,57 media reti a partita; 1 rete ogni 72 minuti);
  • nella Serie A 2015/2016 ha disputato 34 gare offrendo 14 volte la giocata “Dybala segna si” (41%).

La determinazione e la voglia di vincere scorrono nel sangue di Dybala. La scalata per diventare il più forte giocatore in circolazione è solo agli inizi.

 

copy photo: Facebook

Potrebbe anche interessarti :

Pavoletti – Statistiche a misura di marcatore

Lewandowki – Statistiche a misura di marcatore