Markus-Weinzierl

Alla fine il lungo corteggiamento si è concluso con un si. Dopo una stagione di insistenza, lo Schalke 04 e Markus Weinzierl sono diventati finalmente sposi. Il giovane allenatore, classe 1974, dopo essersi messo in luce sulla panchina dell’Augusta nelle ultime 4 stagioni, è approdato su una prestigiosa panchina per continuare il suo processo di crescita.

Ex giocatore, tra gli altri, del Bayern Monaco, Weinzierl ha iniziato la propria carriera di allenatore nello Jahn Regensburg, prima di approdare, nel 2012, sulla panchina dell’Augusta. Qui ha sempre lavorato sodo, riuscendo ad ottenere ottimi risultati come lo storico 5° posto nella stagione 2014-2015, centrando la qualificazione in Europa League; nella stessa stagione ha vinto anche in casa del Bayern Monaco per 1-0 (cosa che in Germania non capita tutti i giorni).
154 le gare da allenatore dell’Augusta con 56 vittorie, 32 pareggi e 66 sconfitte. Conclusi questi 4 anni, per lui era arrivato il momento di cambiare, di provare a migliorarsi ancora.

Essere l’allenatore dello Schalke è una grande sfida e sono lieto di raccoglierla. Non vedo l’ora di iniziare, farò di tutto affinché la mia collaborazione con la società abbia successo“. Con queste parole il tecnico si è presentato ai suoi nuovi tifosi lo scorso giugno. Per conoscerlo meglio, ripercorriamo la sua ultima stagione di campionato da allenatore dell’Augusta. Stagione un po’ opaca per la squadra bavarese, visto che l’Augusta è riuscita a vincere solo il 26% delle gare disputate in campionato.

 Statistiche a misura di pronostico (Augusta 2015/2016):

IN GENERALE

  • 1“: 9 su 34 gare disputate (26%)
  • X“: 11 su 34 gare disputate (32%)
  • 2“: 14 su 34 gare disputate (41%)
  • 1X“: 20 su 34 gare disputate (59%)
  • X2“: 25 su 34 gare disputate (74%)
  • 12“: 23 su 34 gare disputate (68%)
  • Over 1.5“: 24 su 34 gare disputate (71%)
  • Under 1.5”: 10 su 34 gare disputate (29%)
  • Over 2.5“: 18 su 34 gare disputate (53%)
  • Under 2.5“: 16 su 34 gare disputate (47%)
  • Over 3.5”: 12 su 34 gare disputate (35%)
  • Under 3.5“: 22 su 34 gare disputate (65%)
  • Gol“: 20 su 34 gare disputate (59%)
  • No Gol”: 14 su 34 gare disputate (41%) 

IN CASA

  • 1“: 3 su 17 gare disputate (18%)
  • X“: 6 su 17 gare disputate (35%)
  • 2“: 8 su 17 gare disputate (47%)
  • 1X“: 9 su 17 gare disputate (53%)
  • X2“: 14 su 17 gare disputate (82%)
  • 12“: 11 su 17 gare disputate (65%)
  • Over 1.5“: 11 su 17 gare disputate (65%)
  • Under 1.5”: 6 su 17 gare disputate (35%)
  • Over 2.5“: 9 su 17 gare disputate (53%)
  • Under 2.5“: 8 su 17 gare disputate (47%)
  • Over 3.5”: 7 su 17 gare disputate (41%)
  • Under 3.5“: 10 su 17 gare disputate (59%)
  • Gol“: 9 su 17 gare disputate (53%)
  • No Gol”: 8 su 17 gare disputate (47%)

IN TRASFERTA

  • 1“: 6 su 17 gare disputate (35%)
  • X“: 5 su 17 gare disputate (25%)
  • 2“: 6 su 17 gare disputate (12%)
  • 1X“: 11 su 17 gare disputate (65%)
  • X2“: 11 su 17 gare disputate (65%)
  • 12“: 12 su 17 gare disputate (71%)
  • Over 1.5“: 13 su 17 gare disputate (76%)
  • Under 1.5”: 4 su 17 gare disputate (24%)
  • Over 2.5“: 9 su 17 gare disputate (53%)
  • Under 2.5“: 8 su 17 gare disputate (47%)
  • Over 3.5”: 3 su 17 gare disputate (37%)
  • Under 3.5“: 14 su 17 gare disputate (63%)
  • Gol“: 11 su 17 gare disputate (65%)
  • No Gol”: 6 su 17 gare disputate (35%)

 

Statistiche a misura di tecnica (Augusta 2015/2016):

  • Passaggi riusciti: 76% – 7ª della speciale classifica dei passaggi riusciti
  • Media Tiri nello specchio della porta a partita: 4,4 – 10ª della speciale classifica dei tiri nello specchio
  • Media Passaggi corti a partita: 331 – 13ª della speciale classifica dei passaggi corti
  • Media Passaggi lunghi a partita: 75 – 7ª della speciale classifica dei passaggi lunghi
  • Media Cross a partita: 14 – 6ª della speciale classifica dei cross
  • Media palloni intercettati a partita: 12,7 – terzultima della speciale classifica dei palloni intercettati

 

Statistiche a misura di preparazione atletica (Augusta 2015/2016):

  • 1 vittoria (20%), 1 pareggio (20%), 3 sconfitte (60%) nelle prime 5 gare disputate in campionato;
  • 1 vittoria (20%) 2 pareggi (40%), 2 sconfitte (40%) nelle 5 gare disputate tra gennaio e febbraio;
  • 0 vittorie (0%) 2 pareggi (50%), 2 sconfitte (50%) nelle 4 gare disputate nel mese di marzo;
  • 3 vittorie (60%) 1 pareggio (20%), 1 sconfitte (20%) nelle 5 gare disputate nel mese di aprile.

 

Statistiche a misura di tattica (Augusta 2015/2016):

  • Vittorie: 9 su 34 gare disputate (27%) – 12ª della speciale classifica per vittorie
  • Pareggi: 11 su 34 gare disputate (33%) – 2ª della speciale classifica per pareggi
  • Sconfitte: 14 su 34 gare disputate (40%) – 7ª della speciale classifica per sconfitte
  • 42 reti realizzate su 34 gare disputate (1,2 media reti segnate a partita) –11° attacco del campionato
  • 52 reti subite su 34 gare disputate (1,6 media reti subite a partita) – 12ª difesa del campionato
  • Cartellini gialli: 81 su 34 gare disputate (2,3 a partita) – 3ª della speciale classifica per cartellini gialli
  • Espulsioni: 2 su 34 gare disputate (0,05 a partita) – 15ª della speciale classifica per espulsioni
  • Media possesso palla: 47,6% – 10ª della speciale classifica per possesso palla

Statistiche per aree di azione:

  • Media azioni offensive da sinistra: 37%
  • Media azioni offensive centralmente: 27%
  • Media azioni offensive da destra: 35%
  • Area d’azione difesa: 29%
  • Area d’azione centrocampo: 46%
  • Area d’azione attacco: 24%
  • Conclusioni da sinistra: 21%
  • Conclusioni centralmente: 64%
  • Conclusioni da destra: 15%
  • Conclusioni negli ultimi 8 metri: 4%
  • Conclusioni negli ultimi 16 metri: 52%
  • Conclusioni negli ultimi 50 metri: 44%

 

Statistiche a misura di tituli/psicologia (Weinzierl in carriera):

Nessun titolo in carriera per il giovane tecnico dello Schalke, che prima di sedersi in panchina ha rischiato di fare l’insegnante (e non di calcio).

 

IL PUNTO DEL NOSTRO ESPERTO DI BUNDESLIGA (Francesco Conversano):
Weinzierl si è fatto apprezzare molto per il suo lavoro all’Augusta. Quando è arrivato, nel 2012, ha ereditato il lavoro di Jos Luhukay, il tecnico olandese che aveva conquistato con gli svevi la salvezza nella 1ª stagione di Bundesliga. Weinzierl e il direttore sportivo Manfred Paula hanno speso al meglio i pochi soldi a disposizione per il mercato, allestendo una squadra mix tra esperti della categoria e giovani da formare e lanciare. L’inizio non è stato dei migliori, ma a dicembre dello stesso anno, l’innesto di Reuter nello staff tecnico ha permesso di modificare tatticamente la predisposizione della squadra.

Rispetto alla prima parte del campionato l’allenatore di Straubing ha impostato una squadra con un baricentro più alto, poco possesso palla ed un atteggiamento tattico che dava più spazio ai giocatori offensivi. Il modulo base era il 4-1-4-1 che si trasformava all’occorrenza in 4-3-3: Daniel Baier, un trequartista spostato a fare il regista, Ji, il ceco Moravek, Werner e il veloce Hahn a centrocampo con licenza di inserirsi e compito di coprire e Sascha Mölders a segnare e a fare sponde. Queste modifiche hanno permesso al tecnico di poter lavorare per altri 3 anni a buoni livelli.

Bayern Monaco – Augusta 0-1 (2014/2015)

 

Copy Photo: Google

Potrebbe anche interessarti: