Lega-Pro-1

Dopo la 1ª stagione targata Montemurro, c’è serenità e tranquillità in casa Fidelis. Il DS Doronzo sta allestendo una squadra che abbia un mix di esperienza e gioventù con l’intento di ripetere (o migliorare) il posizionamento della scorsa stagione. Alla guida della squadra non c’è più Luca D’Angelo, approdato al Bassano, ma Giancarlo Favarin, uno che la piazza di Andria la conosce benissimo. Il mercato ha portato ad Andria calciatori del calibro di Mancino, Berardino, Volpicelli, Allegrini e giovani come Starita e Valotti. Sono partiti invece i vari Strambelli, Bollino, Bisoli, De Vena, Stendardo e Grandolfo.

 

La Fidelis Andria degli ultimi tempi:
Dopo il fallimento nella stagione 2012/2013, la Fidelis è rinata, partendo dall’Eccellenza. Sono bastate solo 2 stagioni ai biancoazzurri per centrare la promozione ed il ritorno in Lega Pro. L’approdo nel professionismo è coinciso con l’arrivo di Paolo Montemurro alla presidenza, portando con sé un nuovo progetto societario e rivoluzionando tutto l’assetto. Al termine della stagione 2015/2016 è arrivata una tranquilla salvezza con annessa qualificazione alla Tim Cup.

 

La carriera di mister Favarin:
Per il dopo D’Angelo, dimessosi a maggio scorso, la società ha affidato la carica di allenatore a Giancarlo Favarin. Dopo aver chiuso una brillante carriera da calciatore nel ruolo di arcigno centrocampista, Favarin ha cominciato la carriera di allenatore nel professionismo dalla Carrarese. Poi il tecnico ha allenato il Fano, l’Olbia, il Latina per un biennio, tutte in seconda divisione, la Ternana (prima divisione), la Scafatese (seconda), prima dell´approdo alla Lucchese in D nel campionato 2008/2009. Qui il tecnico ha compiuto un vero e proprio miracolo portando i toscani nel professionismo in sole 2 stagioni. La carriera è proseguita poi tra Serie D e Lega Pro, prima di approdare nella stagione 2014/2015 alla Fidelis. Dopo aver vinto il campionato, la scorsa stagione si è diviso tra Pisa e Venezia, società con la quale ha vinto il campionato, riportando i lagunari nel calcio che conta. Dopo la vittoria del titolo è arrivato l’esonero e di conseguenza l’approdo sulla panchina della Fidelis.

  

Il modulo e i risultati di mister Favarin:
Il tecnico predilige il 4-2-3-1 come modulo di gioco. Durante la lunga carriera da allenatore, come riportato da transfermarkt.it, ha vinto il 47,1% delle gare. Ha pareggiato, invece, il 23,5% dei match, mentre ne ha perso il 29,4%.