10980764_771712572917818_1470611640856727335_n

Circa 2000 anni dopo la sua venuta, Dio ha deciso di tornare sulla Terra e l’ha fatto sotto forma di Lionel Messi. Forse non basterebbe tutto il Treccani per descrivere il calciatore argentino: il suo gioco è arte, l’azione in cui stende Jerome Boateng nella semifinale d’andata della Champions League 2014/2015 vale quanto un Michelangelo.
5 Palloni d’Oro, infiniti record col Barcellona, grandissima visione di gioco, finalizzatore implacabile, ottimo rigorista e tiratore di calci di punizione, dribbling secco, cambi di direzione alla velocità della luce, sacrificio tattico: tutto questo è La Pulga, Leo Messi.

Tutti conosciamo la sua storia da bambino, il mito del primo contratto firmato su un tovagliolo e dei suoi problemi col nanismo. Quasi un film la sua vita, ma a differenza dei film, gli effetti speciali della sua vita sono reali e, Maradona a parte, mai si è vista tanta perfezione in un singolo calciatore.

Messi è dono, Cristiano Ronaldo è lavoro”, disse Dani Alves, e forse è proprio questo che li differenzia: Messi non ha lavorato come Ronaldo per arrivare al top, per Messi è stato tutto fin troppo facile e semplice. Analizziamo ora le sue statistiche da quando veste la maglia del Barça:

 

Medie reti (Messi):

  • in carriera ha disputato 533 gare segnando 456 reti (0,85 media reti a partita; 1 rete ogni 93 minuti);
  • in Liga ha disputato 348 gare segnando 312 reti (0,90 media reti a partita; 1 rete ogni 89 minuti);
  • nella Liga 2015/2016 ha disputato 33 gare segnando 26 reti (0,78 media reti a partita; 1 rete ogni 104 minuti);
  • nella Liga 2015/2016 ha disputato 33 gare offrendo 19 volte la giocata “Messi Segna Si” (57%).

Se nel Barcellona lui è un semidio, quando arriva in Nazionale ridiventa improvvisamente un comune mortale. Tante le delusioni con la maglia dell’Argentina: ha perso 3 finali consecutivamente dal 2014 al 2016; nel 2014 ha perso contro la Germania la finale dei Mondiali, mentre nel 2015 e nel 2016 ha perso le finali di Coppa America entrambe contro il Cile. Messi ha quindi deciso di abbandonare la Nazionale, dove è comunque il recordman per goal, con 55 reti in 113 presenze (0,48 media reti a partita).

 

Copy photo: Facebook

Potrebbe anche interessarti:

Insigne – Statistiche a misura di marcatore

Harry Kane – Statistiche a misura di marcatore

Cristiano Ronaldo – Statistiche a misura di marcatore

Roberto Firminio – Statistiche a misura di pronostico

Muller – Statistiche a misura di pronostico

Pogba – Statistiche a misura di pronostico

Neymar – Statistiche a misura di pronostico

Higuain – Statistiche a misura di pronostico

Aubameyang – Statistiche a misura di marcatore

Aguero – Statistiche a misura di marcatore

Icardi – Statistiche a misura di marcatore

Ibrahimovic – Statistiche a misura di marcatore

Benzema – Statistiche a misura di marcatore

Vardy – Statistiche a misura di marcatore

Lewandowski – Statistiche a misura di marcatore

Dybala – Statistiche a misura di marcatore 

Pavoletti – Statistiche a misura di marcatore

>