13226911_254541648268293_8080559488023697052_n

E’ il 9 agosto quando viene annunciato Frank De Boer come nuovo allenatore dell’Inter. Il tecnico olandese arriva sicuramente in una delle piazze al momento più caotiche in Europa. Il divorzio con Mancini, a 12 giorni dall’inizio del campionato e dopo che la squadra aveva svolto l’intera preparazione estiva con lui, è sicuramente l’ultima delle tante decisioni un po’ confuse della squadra neroazzurra.

A Frank De Boer il compito di risistemare la squadra sia dal punto di vista psicologico che dal punto di vista tecnico/tattico/atletico. All’allenatore olandese la dirigenza interista chiede soprattutto di dare un gioco a questa squadra, cosa che il tecnico di Jesi non ha mai dato. Per Frank De Boer è la 1ª esperienza su una panchina diversa da quella dell’Ajax; con i lancieri, il neo tecnico dell’Inter è partito da subentrato, ma ha conquistato comunque 4 campionati olandesi su 6 disputati, superando così il record detenuto da 3 mostri sacri del calcio olandese, Rinus Michels, Louis Van Gaal e Guus Hiddink. E’ latitato però il suo rendimento nelle coppe europee: infatti in Champions non ha mai superato la fase a gironi ed in Europa League non è mai andato oltre gli 8° di finale.

Interessante sarà rivedere la scuola olandese, quella del possesso palla e del calcio offensivo, in Italia: Frank De Boer infatti predilige il 4-3-3 o il 4-2-3-1 per le sue squadre, moduli volti soprattutto a far risaltare le caratteristiche offensive dei giocatori. In una squadra come l’Inter con un parco attaccanti notevole, ci si aspettano grandi cose.

Soprattutto dall’allenatore olandese ci si aspetta il bel gioco, ma De Boer ha l’attenuante dell’esser partito solo a pochi giorni dall’inizio del campionato alla guida dell’Inter. Sarà quindi difficile vedere l’impronta del tecnico nelle prime giornate di campionato, a mio parere, si potrà giudicare l’operato del nuovo tecnico solo a partire dalle battute finali dell’anno solare.

 

Statistiche a misura di pronostico (Ajax 2015/2016):

IN GENERALE

  • “1”: 14 su 34 gare disputate (41%)
  • “X”: 7 su 34 gare disputate (21%)
  • “2”: 13 su 34 gare disputate (38%)
  • “1X”: 21 su 34 gare disputate (62%)
  • “X2”: 20 su 34 gare disputate (59%)
  • “12”: 27 su 34 gare disputate (79%)
  • “Over 1.5”: 29 su 34 gare disputate (85%)
  • “Under 1.5”: 5 su 34 gare disputate (15%)
  • “Over 2.5”: 20 su 34 gare disputate (59%)
  • “Under 2.5”: 14 su 34 gare disputate (41%)
  • “Over 3.5”: 12 su 34 gare disputate (35%)
  • “Under 3.5”: 22 su 34 gare disputate (65%)
  • “Gol”: 14 su 34 gare disputate (41%)
  • “No Gol”: 20 su 34 gare disputate (59%)

IN CASA:

  • 1”: 13 su 17 gare disputate (76%)
  • X”: 3 su 17 gare disputate (18%)
  • 2”: 1 su 17 gare disputate (6%)
  • 1X”: 16 su 17 gare disputate (94%)
  • X2”: 4 su 17 gare disputate (24%)
  • 12”: 14 su 17 gare disputate (82%)
  • Over 1.5”: 15 su 17 gare disputate (88%)
  • Under 1.5”: 2 su 17 gare disputate (12%)
  • Over 2.5”: 14 su 17 gare disputate (82%)
  • Under 2.5”: 3 su 17 gare disputate (18%)
  • Over 3.5”: 8 su 17 gare disputate (47%)
  • Under 3.5”: 9 su 17 gare disputate (53%)
  • Gol”: 8 su 17 gare disputate (47%)
  • No Gol”: 9 su 17 gare disputate (53%)

IN TRASFERTA:

  • 1”: 1 su 17 gare disputate (6%)
  • X”: 4 su 17 gare disputate (23%)
  • 2”: 12 su 17 gare disputate (71%)
  • 1X”: 5 su 17 gare disputate (29%)
  • X2”: 16 su 17 gare disputate (94%)
  • 12”: 13 su 17 gare disputate (77%)
  • Over 1.5”: 14 su 17 gare disputate (82%)
  • Under 1.5”: 3 su 17 gare disputate (18%)
  • Over 2.5”: 5 su 17 gare disputate (29%)
  • Under 2.5”: 12 su 17 gare disputate (71%)
  • Over 3.5”: 4 su 17 gare disputate (23%)
  • Under 3.5”: 13 su 17 gare disputate (77%)
  • Gol”: 6 su 17 gare disputate (35%)
  • No Gol”: 11 su 17 gare disputate (65%)

 

Statistiche a misura di tecnica (Ajax 2015/2016):

  • Passaggi riusciti: 80,9% – 3ª della speciale classifica dei passaggi riusciti
  • Media Tiri nello specchio della porta a partita: 6,1 – 3ª della speciale classifica dei tiri nello specchio
  • Media Passaggi corti a partita: 419 – 3ª della speciale classifica dei passaggi corti
  • Media Passaggi lunghi a partita: 68 – ultima della speciale classifica dei passaggi lunghi
  • Media Cross a partita: 22 – 5ª della speciale classifica dei cross
  • Media palloni intercettati a partita: 16,4 – 12ª della speciale classifica dei palloni intercettati

 

Statistiche a misura di preparazione atletica (Ajax 2015/2016):

  • 4 vittorie (80%), 1 pareggio (20%), 0 sconfitte nelle prime 5 gare disputate in campionato;
  • 2 vittorie (50%), 2 pareggi (50%), 0 sconfitte nelle 4 gare disputate nel mese di gennaio;
  • 2 vittorie (66%), 1 pareggio (33%), 0 sconfitte nelle 3 gare disputate nel mese di marzo;
  • 3 vittorie (75%), 1 pareggio (25%), 0 sconfitte nelle 4 gare disputate nel mese di aprile.

 

Statistiche a misura di tattica (Ajax 2015/2016):

  • Vittorie: 25 su 34 gare disputate (73%) – 2ª della speciale classifica per vittorie
  • Pareggi: 7 su 34 gare disputate (21%) – 14ª della speciale classifica per pareggi
  • Sconfitte: 2 su 34 gare disputate (6%) – penultima della speciale classifica per sconfitte
  • 81 reti realizzate su 34 gare disputate (2,38 media reti segnate a partita) – 2° attacco del campionato
  • 21 reti subite su 34 gare disputate (0,61 media reti subite a partita) – 1ª difesa del campionato
  • Cartellini gialli: 38 su 34 gare disputate (1,11 a partita) – ultimo della speciale classifica per cartellini gialli
  • Espulsioni: 2 su 34 gare disputate (0,06 a partita) – 15ª della speciale classifica per espulsioni
  • Media possesso palla: 54,3% – 3ª della speciale classifica per possesso palla

Statistiche per aree d’azione:

  • Media azioni offensive da sinistra: 38%
  • Media azioni offensive centralmente: 26%
  • Media azioni offensive da destra: 36%
  • Area d’azione difesa: 23%
  • Area d’azione centrocampo: 46%
  • Area d’azione attacco: 30%
  • Conclusioni da sinistra: 21%
  • Conclusioni centralmente: 64%
  • Conclusioni da destra: 16%
  • Conclusioni negli ultimi 6 metri: 8%
  • Conclusioni negli ultimi 16 metri: 52%
  • Conclusioni negli ultimi 50 metri: 40%

 

Statistiche a misura di tituli/psicologia (De Boer in carriera):

  • 4 campionati olandesi (2010/2011- 2011/2012-2012/2013-2013/2014)
  • 1 Supercoppa d’Olanda (2013)

Carriera molto prolifica di De Boer in Olanda, ben 4 campionati vinti ed una Supercoppa. Da registrare il fatto che non abbia mai vinto una coppa nazionale, e che in Europa non abbia ben figurato.

 

IL PUNTO SU MISTER DE BOER: (foto Ultimouomo):

Frank De Boer incarna perfettamente lo spirito ed i dettami del calcio olandese: praticare un gioco collettivo e dominare il possesso, con l’obiettivo di aprire e chiudere gli spazi facendo circolare la palla. De Boer arriva all’Inter ed eredita una squadra tatticamente sfaldata. La scorsa stagione i neroazzurri non sono mai riusciti a proporre un’idea di gioco vera, rimanendo a metà strada tra la volontà di giocare nello spazio e quella di dominare il pallone.

Per il suo gioco De Boer ha bisogno di calciatori che seguano in maniera quasi maniacale la sua idea tattica, basata sul 4-3-3 con un centrocampo costruito esclusivamente da giocatori tecnici. La tattica difensiva si basa su un pressing aggressivo, quasi ad arrivare nella trequarti avversaria, strutturando così una squadra molto corta tra i reparti e tenendo i difensori centrali molto alti.

Nella tattica di De Boer, l’occupazione degli spazi unita al pressing alto, costituiscono l’asse portante della fase difensiva. A dare rinforzo al reparto arretrato, c’è il posizionamento del calciatore a schermo davanti alla difesa.

De Boer nell’Ajax ha utilizzato nella posizione di interni di centrocampo 2 trequartisti, chiamati ad eseguire compiti da interni, coniugando così le loro qualità tecniche con un lavoro di quantità in fase di non possesso. Le combinazioni veloci sono il punto focale del gioco dei centrocampisti interni, che riescono a comporre insieme agli esterni e al giocatore centrale del fronte d’attacco, così da liberare gli attaccanti esterni. Questo è lo schema privilegiato delle azioni offensive nell’idea di gioco di De Boer.

Non è tutto oro quello che luccica però, perché ci sono anche dei punti deboli: nel momento in cui il movimento senza palla cala, o le combinazioni tecniche in velocità non si verificano con frequenza e fluidità, ecco che la squadra fa fatica.

In Olanda il suo calcio è stato definito “robotico”, ed ecco la volontà del tecnico di volersi mettere alla prova in un campionato nuovo, diverso e difficile allo stesso tempo.

Schermata 2016-08-18 alle 18.10.47

 

Copy photo: Google

Potrebbe anche interessarti:

Nicola – Statistiche a misura di pronostico e non solo

Martusciello – Statistiche a misura di pronostico e non solo

Moyes – Statistiche a misura di pronostico e non solo

Garitano – Statistiche a misura di pronostico e non solo

Iachini – Statistiche a misura di pronostico e non solo

Meier – Statistiche a misura di pronostico e non solo

Pellegrino – Statistiche a misura di pronostico e non solo

Mazzarri – Statistiche a misura di pronostico e non solo

Mihajlovic – Statistiche a misura di pronostico e non solo

Puel – Statistiche a misura di pronostico e non solo

Schuster – Statistiche a misura di pronostico e non solo

Jerez – Statistiche a misura di pronostico e non solo

Hasenhüttl – Statistiche a misura di pronostico e non solo

Sanchez Flores – Statistiche a misura di pronostico e non solo

Giampaolo – Statistiche a misura di pronostico e non solo

Weinzierl – Statistiche a misura di pronostico e non solo

Juande Ramos – Statistiche a misura di pronostico e non solo

Mourinho – Statistiche a misura di pronostico e non solo

Montella – Statistiche a misura di pronostico e non solo

Conte – Statistiche a misura di pronostico e non solo

Gasperini – Statistiche a misura di pronostico e non solo

Ancelotti – Statistiche a misura di pronostico e non solo

Guardiola – Statistiche a misura di pronostico e non solo

>