foto-Serie-B

E’ un Brescia molto sperimentale quello che sta per iniziare la stagione 2016/2017, l’età media della squadra ruota intorno ai 21 anni ed anche il nuovo allenatore, Christian Brocchi è alla prima vera esperienza in panchina, escludendo le caotiche delusioni milaniste dello scorso anno. Il Brescia perlomeno punta a confermare i risultati della passata stagione, quando con Boscaglia in panchina ha raggiunto l’11° posto, l’auspicio è che Brocchi possa far ancor meglio. Il Brescia punta forte sui giovani, quindi ha acquistato Camara dall’Inter, Bisoli dalla Fidelis Andria, Bonazzoli dalla Samp e Crociata dal Milan. Ceduti invece Geijo al Venezia, Valotti alla Fidelis Andria e Razzitti al Piacenza.

 

Il Brescia negli ultimi anni:
Dopo la retrocessione dalla Serie A alla Serie B nel 2011 il Brescia ha avuto un pesante crisi economica societaria che ha costretto i dirigenti lombardi a ridimensionare abbondantemente i piani di risalita verso la A. Le rondinelle hanno addirittura rischiato di non iscriversi al campionato di Serie B 2014/2015, che ha terminato comunque con la retrocessione de facto, infatti grazie al fallimento del Parma il Brescia ha comunque disputato il campionato di Serie B l’anno successivo, chiudendolo all’11^ posto.

 

La carriera di Mister Brocchi:
Brocchi, nella sua sfortunata parentesi al Milan ha collezionato 2 vittorie, 2 pareggi e 2 sconfitte: ovviamente è da stupidi credere che questi risultati siano avvenuti per causa sua, ma uniti anche alla finale di Coppa Italia persa dal tecnico lombardo, restano comunque una macchia indelebile nella sua carriera da allenatore.

 

Il modulo e i risultati di Mister Brocchi:
E’ il 4-3-3 il modulo con cui Brocchi più frequentemente manda in campo le sue squadre. Il suo score, secondo transfermarkt.it è del 55,1% di partite disputate vinte, 13% pareggiate, e il 31,9% delle sue gare da allenatore le ha perse. In queste percentuali Transfermarkt ha tenuto comunque conto dei risultati che il neo tecnico del Brescia ha ottenuto sulla panchina della Primavera milanista.

>