foto-Serie-B

Il Novara vuole sicuramente riconfermarsi come squadra di vertice in Serie B. L’anno scorso infatti ha terminato in 8ª posizione il campionato, qualificandosi ai play-off e perdendo solo in semifinale contro il Pescara. Quest’anno al timone della squadra ci sarà Roberto Boscaglia, l’anno scorso allenatore del Brescia. Acquistati dai piemontesi Armeno dall’Ischia, Benedettini dalla Pianese e Koch dallo Zurigo. Sono partiti invece Rodriguez in direzione Zurigo, Garofalo è invece passato al Venezia ed Evacuo al Parma invece.

 

Il Novara negli ultimi anni:
La squadra piemontese negli ultimi 6 anni può vantarsi di una partecipazione al campionato di Serie A. In massima serie però il Novara è subito retrocesso, e le cose non sono andate meglio in Serie B. Dopo un 5° posto in cadetteria nella stagione 2012/2013 con la conseguente sconfitta ai play-off, il Novara nella stagione 2013/2014 è addirittura retrocesso in Lega Pro. Dopo un solo anno di inferno, è però tornato tra i cadetti ed ha subito ottenuto una 8^ posizione che le ha concesso di disputare i play-off, persi poi contro il Pescara.

 

La carriera di Mister Boscaglia:
Boscaglia ha iniziato la sua carriera da allenatore all’Akragas, conducendo il club siciliano alla vittoria della Coppa Italia regionale. Si è accasato quindi all’Alcamo portandolo alla promozione in Serie D, ha ottenuto gli stessi risultati sulla panchina del Nissa. Nel 2009 è approdato al Trapani, ottenendo il doppio salto di categoria dalla Serie D alla Prima Divisione nel biennio 2007-2009. Sempre al Trapani ha conquistato una storica promozione in Serie B ma nel 2015, a causa degli scarsi risultati ottenuti, è stato esonerato dai siciliani dopo ben 6 anni. Il Brescia quindi lo ha chiamato in panchina e con i lombardi ha ottenuto una salvezza tranquilla con prospettiva play-off chiudendo la stagione all’11° posto.

 

Il modulo e i risultati di Mister Boscaglia:
Roberto Boscaglia è solito far giocare le sue squadre con il 4-2-3-1. In carriera ha vinto il 38,6% delle gare disputate, il 31% delle gare le ha pareggiate, il 30,5% delle gare le ha perse.

 

>