foto-Serie-B

La squadra romagnola ha confermato Massimo Drago in panchina e sta operando attivamente sul mercato per consegnare al tecnico laziale una rosa in grado di poter accedere almeno ai play-off. Indigesti sono stati quelli dello scorso anno, quando già ai preliminari il Cesena ha dovuto arrendersi allo Spezia. Per i romagnoli sono arrivati Schiavone dalla Juventus, Ronchi dal Rimini e Perticone dal Trapani. Partiti invece Mazzotta in direzione Pescara, Mordini è andato alla Recanatese e Ingegneri al Pordenone.

 

Il Cesena negli ultimi anni:
A causa della sciagurata gestione finanziaria della società dell’ex-presidente Campedelli il Cesena ha boccheggiato un po’ nelle stagioni 2011/2012 e 2012/2013 trovando in seguito, solo grazie all’acquisizione di Giorgio Lugaresi (già presidente dal 2002 al 2007 e figlio del celebre Edmondo) un po’ di stabilità economica. Nella stagione 2013/2014 il Cesena ha conquistato quindi la Serie A ai play-off: la permanenza in massima serie è durata però solo 1 anno, visto il 19° posto finale nell’annata 2014/2015. La stagione successiva con Mister Drago in panchina, i romagnoli hanno chiuso 6° il campionato, e hanno disputato i play-off, dove sono stati estromessi nel turno preliminare dallo Spezia.

 

La carriera di mister Drago:
Dopo una lunga trafila nello staff tecnico e nelle giovanili del Crotone, Drago è approdato finalmente alla conduzione della prima squadra nel 2012, subentrando a Leonardo Menichini, al quale faceva il vice. Nella squadra pitagorica, in 3 anni ha conquistato 2 salvezze (2012/2013 e 20142015) ed è anche arrivato a giocarsi i play-off, venendo estromesso dal Bari nel turno preliminare (2013/2014). Nella stagione 2015/2016 è stato chiamato a prendere le redini del Cesena, squadra con cui ha conquistato ma perso i play-off.

 

Il modulo e i risultati di mister Drago:
Le squadre di Drago giocano frequentemente col 4-3-3. Secondo transfermarkt il tecnico del Cesena ha il 37,1% delle gare da allenatore vinte, il 28,4% pareggiate e il 34,5% perse.