speciale-marcatori

Spulciando di tutto, da Eurosport a qualsiasi sito o giornale mi venga in mente, ecco alcuni dei numeri più interessarti, molti dei quali frutto di Opta. Intanto, se non avete ancora letto lo speciale sugli ex di turno, fatelo subito. Cliccate sul titolo riportato di seguito: LA DURA

LEGGE DELL’EX – 5ª giornata

Curiosità (Opta)

  • Keita ha mandato al tiro un compagno quattro volte in 68 minuti giocati finora: tra chi ha giocato almeno un’ora in questa Serie A ha la media migliore, un’occasione ogni 17 minuti;
  • il Milan è la squadra a cui Marco Parolo ha segnato più gol in Serie A: cinque, tra cui due delle sue tre doppiette;
  • Carlos Bacca ha realizzato 22 gol in Serie A con 44 tiri nello specchio: una rete ogni due tiri nello specchio di media;
  • Simone Verdi è l’unico giocatore ad aver segnato almeno due gol da fuori area in questo campionato;
  • tre gol in sei presenze di A contro la Sampdoria per Mattia Destro, tra cui quello segnato su rigore al Dall’Ara nello scorso campionato;
  • Luis Muriel è l’attaccante che ha completato più dribbling in questa Serie A (12);
  • Franck Kessié ha segnato tre gol nelle due partite giocate in casa in questo campionato;
  • due dei quattro gol di Alessandro Gazzi in Serie A sono arrivati contro l’Atalanta, l’ultimo dei due all’Atleti Azzurri d’Italia nel settembre 2012;
  • per la seconda volta in carriera, Lucas Castro ha segnato e fornito un assist nello stesso match di Serie A: prima che con l’Udinese era accaduto nel 2012 in Siena-Catania;
  • Gregoire Defrel ha segnato cinque gol nelle sette presenze stagionali tra campionato e coppe;
  • Saponara non ha mai trovato il gol nelle ultime 24 gare di A: nelle precedenti 30 ne aveva realizzati 12;
  • Icardi ha preso parte attiva a 6 degli ultimi 7 gol dell’Inter contro l’Empoli in campionato: 4 reti, 2 assist;
  • Da quando è in Serie A Mauro Icardi aveva segnato al massimo due gol di testa in un singolo campionato: nella Serie A 2016/17 è già a quota tre, sui quattro realizzati;
  • Arkadiusz Milik, con Aguero e Messi, è uno dei tre giocatori che nella stagione 2016/17 ha già segnato almeno due gol in tre partite distinte;
  • Leonardo Pavoletti ha concluso di testa sette volte (meno solo di Icardi con 10 in questa Serie A), ma ha segnato un solo gol con questa specialità: nessuno ha realizzato più reti di lui di testa (cinque) in Serie A dal 2015/16 ad oggi;
  • Paulo Dybala è il calciatore che ha tentato più volte la conclusione in questa Serie A (15) senza trovare la rete;
  • Juan Cuadrado è andato a segno in tre degli ultimi quattro incroci col Cagliari in Serie A: i sardi sono la sua vittima preferita insieme al Chievo;
  • i due gol di Marco Borriello in Serie A alla Juventus sono arrivati entrambi da ex: due gol nelle ultime quattro presenze di campionato contro i bianconeri, dopo che nelle precedenti 12 non era mai andato a segno contro la Juve;
  • nelle due partite con Andrea Belotti in campo il Torino ha segnato sette gol, nelle due senza uno soltanto;
  • Gianluca Caprari ha effettuato finora 10 conclusioni, più di ogni altro compagno di squadra, ma il primo giocatore del Pescara per tiri nello specchio è Valerio Verre con tre;
  • Edin Dzeko ha effettuato 20 conclusioni finora, almeno quattro più di ogni altro giocatore in questo campionato;
  • Aleandro Rosi ha avuto un passato alla Roma: in giallorosso per lui 74 presenze e tre gol, compresi l’esordio in Serie A e la sua prima rete;
    sono ben nove i giocatori nella rosa della Fiorentina ad essere andati a segno contro
  • l’Udinese in Serie A: Khouma Babacar contro i bianconeri ha realizzato la sua prima doppietta nel massimo campionato (ottobre 2014);
  • il primo gol di Pablo Armero in Serie A è stato proprio contro la Fiorentina, nel dicembre 2010;
  • Duván Zapata ha segnato di testa nove dei suoi 20 gol in Serie A (il 45%).