speciale-marcatori

Spulciando di tutto, da Eurosport a qualsiasi sito o giornale mi venga in mente, ecco alcuni dei numeri più interessarti, molti dei quali frutto di Opta. Intanto, se non avete ancora letto lo speciale sugli ex di turno, fatelo subito. Cliccate sul titolo riportato di seguito: LA DURA

LEGGE DELL’EX – 8ª giornata

Curiosità (Opta)

  • Josè Callejón è andato a segno in due delle tre gare giocate al San Paolo contro la Roma in Serie A;
  • Mohamed Salah ha già mandato al tiro Edin Dzeko otto volte in questo campionato, il bosniaco quattro volte l’egiziano: in coppia sono quelli ad aver creato più occasioni l’un per l’altro in questa Serie A (12);
  • Bruno Peres è il difensore che ha effettuato con successo più dribbling in questa Serie A (20) e secondo nei top-5 campionati europei dietro a Ludovic Baal del Rennes (21);
  • Fabio Quagliarella ha realizzato una delle due due triplette in Serie A proprio all’Adriatico contro il Pescara (novembre 2012 con la maglia della Juventus);
  • Il primo dei tre gol in Serie A di Gianluca Caprari è arrivato contro la Sampdoria: all’Adriatico nel settembre 2012;
  • Nell’anno solare 2016 Gonzalo Higuaín ha segnato 26 reti in 25 partite di Serie A, una ogni 74 minuti giocati in media, una ogni 2.2 tiri nello specchio;
  • Higuaín ha segnato in entrambe le sfide dello scorso campionato giocate contro l’Udinese: contro i friulani, alla Dacia Arena, ha registrato anche la sua unica espulsione in Serie A;
  • Dal 2012/13 ad oggi, tra i giocatori in attività, solamente Icardi (sette) ha segnato più gol alla Juventus in Serie A rispetto a Cyril Théréau (tre);
  • Josip Ilicic è andato a segno le ultime due volte in cui ha giocato contro l’Atalanta al Franchi in Serie A (febbraio 2014 e ottobre 2015);
  • Martusciello ha utilizzato cinque attaccanti finora in A, che insieme sono riusciti a totalizzare soltanto otto tiri nello specchio in sette giornate (quattro Pucciarelli, due Maccarone e due Gilardino);
  • Giovanni Simeone ha realizzato due reti e colpito un palo con quattro tiri totali tentati nelle due partite giocate;
  • Marco Sau ha realizzato tre reti nelle sue due presenze a San Siro contro l’Inter in Serie A;
  • Nei 267 minuti con Keita in campo in questa Serie A la Lazio ha segnato otto reti (una ogni 33 minuti in media), nei 410 senza solo cinque (una ogni 82 in media);
  • Mattia Destro ha segnato quattro gol in Serie A alla Lazio, tra cui uno nell’ultimo incrocio con i biancocelesti in campionato a gennaio 2016: solo al Chievo ha realizzato più reti in A (sei);
  • Tre gol nelle ultime quattro partite giocate con la Lazio per Ciro Immobile, che ha segnato l’ultima volta che ha incontrato il Bologna in Serie A: febbraio 2014 con la maglia del Torino;
  • Matteo Politano ha realizzato cinque reti nelle ultime nove gare giocate in Serie A: ne aveva segnati solo due nelle precedenti 26;
  • Raffaele Palladino e Aleandro Rosi sono gli unici calciatori del Crotone ad aver segnato un gol in Serie A al Sassuolo. Entrambi in rete in Parma-Sassuolo 3-1 dell’ottobre 2013;
  • Lucas Castro ha preso parte attiva a quattro degli ultimi sei gol del Chievo (due gol, due assist): per l’argentino un gol in carriera al Milan, quando vestiva la maglia del Catania nel dicembre 2013;
  • Manuel Locatelli è il più giovane marcatore di questa Serie A. Dal 2010/11 ad oggi solo due italiani hanno segnato il primo gol in A ad età inferiore rispetto a Locatelli, Josè Mauri (2014 con il Parma) e Alessio Romagnoli (2013 con la Roma);
  • Il Milan ha segnato un solo gol (Bonaventura con il Sassuolo) nei 181 minuti effettivi senza M’Baye Niang in campo in questa Serie A, 11 nei 498 con il francese sul terreno di gioco (uno ogni 45 di media);
  • Ljajic-Belotti-Falque hanno giocato insieme soltanto 39 minuti finora in campionato e in entrambe le gare in cui hanno giocato tutti, il Torino ha vinto.
>