Juventus - Atalanta

Mercoledì 11 gennaio ore 21:00

Sul fatto che la Super Coppa sia stata persa dalla Juve prima che vinta dal Milan non abbiamo molti dubbi. Qualche dubbio resta sul rapporto tra Allegri e la squadra e Allegri e la dirigenza. Un pizzico di disincanto non va escluso.

Ma in realtà la Juventus non può permettersi un’altra bastonata mediatica. Almeno che qualche giocatore non sia messo in testa qualcosa. Ma a dire il vero, questa ipotesi ci sembra remota soprattutto per via della costante presenza della dirigenza che difficilmente concede situazioni come quelle a cui abbiamo assistito in casa Inter tra spogliatoio e De Boer.

 

Quote Passaggio turno:

  • Juventus 1.12
  • Atalanta 5.00

Il pronostico:

“Passaggio turno Juventus” (1.12) – rischio medio

Alternative: “Gol Casa” (1.10) – rischio medio; “1” (1.48) – rischio alto

L'”1 + Over 1.5″ (1.65) è quotato poco più dell'”1″. Quanto ai marcatori, non escludiamo una rete in qualsiasi momento di Dybala (2.30), ma data la sua condizione,  rischiare per rischiare, rischieremmo l'”1″.

Sul piano tecnico la Juventus è nettamente superiore alle riserve dell’Atalanta. Inutile sottolineare che la coperta più lunga sia quella bianconera.

Sul piano tattico la Juventus è una squadra spesso speculativa e priva di schemi offensivi articolati. Le prerogative di Allegri sono la compattezza in difesa e l’improvvisazione tecnica davanti; lo stesso pressing bianconero appare spesso disorganizzato ed affidato all’iniziativa individuale. Al contrario l’Atalanta è una squadra organizzatissima, presenta una serie di schemi geometrici fatti di triangoli e rombi che trovano la loro espressione più evidente nelle catene laterali. Attenti però, tra gli assenti ci sono proprio i vertici dei triangoli e dei dei rombi di gioco: Gargliardini, Petagna… Kessie!

Sul piano psicologico la Juventus ha da perdere (proprio come contro il Milan), e soprattutto dovrà rinunciare ad alcuni dei veri leader di questa squadra: Buffon, Bonucci, Chiellini. L’Atalanta non arriva a questa partita carica di pressione come è stato in campionato (3-1 nel precedente stagionale allo Juventus Stadium) perché dato il turn over, giocherà probabilmente  senza pretese e per testare la voglia di mettersi in luce di alcune riserve. Ma la Juventus non può concedersi altre figuracce.

Sul piano atletico non va escluso che la Juve sia partita per stare meglio a febbraio e marzo, dato che Allegri non parla d’altro. Fatto sta che lo stesso Dybala (uno dei compensatori dell’assenza di schemi) non è ancora in forma. Rincon è arrivato da poco, Pjaca è appena tornato. Da verificare la condizione delle seconde linee atalantine.

Sul piano statistico in Serie A la Juventus è reduce da 30 “12” (senza pareggi) consecutivi in generale e da “26 “1” (vittorie) consecutivi in casa. 9 “Over 2.5” nelle 10 prime 10 gare di questo campionato allo Juventus Stadium. 5 vittorie, 2 pareggi e 3 sconfitte in trasferta per l’Atalanta che, lontano da casa, alterna con una certa costanza “Under 2.5” a “Over 2.5”.

Lo studio statistico (campionato): 

JUVENTUS

IN GENERALE (18 gare)

  • SEMPRE “12” (senza pareggi)
  • “1” nelle ultime 6 gare
  • vittorie consecutive
  • vittorie nelle ultime 9 gare
  • 2 gare consecutive in cui non subisce goal
  • 11 “Gol Casa” consecutivi
  • 9 gare consecutive in cui segna almeno un goal
  • “Over 2.5” nelle ultime 9 gare

DALLO SCORSO CAMPIONATO

  • 41 vittorie nelle ultime 46 gare
  • Solo 4 sconfitte nelle ultime 46 gare
  • 30 “12” (senza pareggi) consecutivi
  • 26 “1” (vittorie) consecutivi in casa
  • 28 “1X” consecutivi in casa

ATALANTA

IN GENERALE (19 gare)

  • vittorie consecutive
  • 3 gare consecutive senza sconfitte
  • Solo 2 sconfitte nelle ultime 14 gare
  • 10 “12” (senza pareggi) nelle ultime 11 gare
  • “Gol” nelle ultime 5 gare
  • 10 gare in cui segna almeno un goal nelle ultime 11
  • “Over 2.5” nelle ultime 5 gare

DALLO SCORSO CAMPIONATO

  • 21 “Under 3.5” nelle ultime 22 gare

Statistiche a cura di Okpronostico

News dai campi:

Qui Juventus.
Probabile che Allegri schieri il 4-3-3. Indisponibili Alex Sandro, Dani Alves, Lemina, Benatia e lo squalificato Chiellini. Così Allegri: “Non faremo un grande turn over, dietro siamo contati. Inoltre qualcuno riposerà a metà campo, mentre in attacco Dybala ha bisogno di giocare, e ci sarà spazio anche per Pjaca. Arrivava da un periodo molto intenso, ha avuto modo e tempo di rinfrancarsi, adesso è un giocatore ritrovato ed entusiasta, non vede l’ora di scendere in campo. Ed è un grande calciatore che può giocare sugli esterni, ma anche come trequartista. Sarà un ottimo acquisto per gennaio”.

Sul match: “Sturaro ha un po’ di influenza, Rincon potrebbe giocare. La partita è lunga, il modulo di gioco potrebbe variare, col trequartista oppure con Cuadrado in fascia. Entriamo nella Coppa e lo facciamo per arrivare in fondo. Non sarà semplice, perché il tabellone è insidioso, ci saranno, se vinciamo, altre sfide importanti.  L’Atalanta sta bene e gioca ad alto livello in tutte le competizioni, indipendentemente da chi scende in campo. Questo è merito di una società e di un allenatore cui vanno solo fatti complimenti: sono solidi, hanno un grande settore giovanile, una struttura importante. Domani comunque bisogna vincere e possibilmente farlo prima del 90’, avendo poi una trasferta insidiosa a Firenze domenica, ma se con l’Atalanta non affrontiamo la sfida nel modo giusto rischiamo di venire eliminati”.

Qui Atalanta.
Gasperini sembra convinto di affidarsi al turn over nonostante l’ennesimo bagno di folla che ha accolto la squadra al ritorno dalla vittoria per 4-1 in casa del Chievo. A Bergamo si sogna!  Sarà 3-5-2. Indisponibili Kessie, Carmona, Cabezas, Dramé, Paloschi e lo squalificato Zukanovic. Probabile turno di riposo per Petagna, una sorta di regista avanzato nel ruolo di punta; insieme a Masiello e Gagliardini (anche quest’ultimo assente) si tratta di uno dei punti di riferimento della manovra atalantina che tra l’altro spesso e volentieri viene ricamata e finalizzata dalla concretezza di Kessie (assente perché in Coppa D’Africa). Nell’11 titolare dovrebbe rientrare CR77, meglio noto come Raimondi. In attacco Pesic.

Le statistiche della Juventus in Coppa Italia

  • Juventus reduce da 8 “Under 3.5” consecutivi in Coppa Italia
  • Juventus reduce da 4 “No Gol” consecutivi in Coppa Italia
  • 5 “Over 1.5” nelle ultime 7 gare in Coppa Italia della Juventus

 

Le statistiche dell’Atalanta in Coppa Italia

  • SEMPRE “Gol Casa” nelle ultime 12 gare in Coppa Italia dell’Atalanta
  • SEMPRE “Over 1.5” nelle ultime 12 gare in Coppa Italia dell’Atalanta
  • 8 “No Gol” nelle ultime 12 gare in Coppa Italia dell’Atalanta
  • 4 “Over 2.5” nelle ultime 5 gare in Coppa Italia dell’Atalanta

 

I precedenti tra Juventus e Atalanta in Coppa Italia

  • Nei 12 precedenti di Coppa Italia: 3 vittorie Juventus, 6 pareggi e 3 vittorie Atalanta
  • 3 “1”, SEMPRE “1X” e SEMPRE “Over 2.5 Casa” nei 4 precedenti in casa della Juventus:

 

I precedenti tra Allegri e Gasperini

  • Juventus – Atalanta 3-1 (Serie A 2016/2017)
  • Juventus – Genoa 1-0 (Serie A 2015/2016)
  • Genoa – Juventus 0-2 (Serie A 2015/2016)
  • Juventus – Genoa 1-0 (Serie A 2014/2015)
  • Genoa – Juventus 1-0 (Serie A 2014/2015)
  • Milan – Genoa 1-1 (Serie A 2013/2014)
  • Palermo – Milan 2-2 (Serie A 2012/2013)
  • Milan – Inter 2-1 (Serie A 2011/2012)
  • Milan – Genoa 1-0 (Serie A 2010/2011)
  • Genoa – Cagliari 5-3 (Serie A 2009/2010)
  • Cagliari – Genoa 3-2 (Serie A 2009/2010)
  • Cagliari – Genoa 0-1 (Serie A 2008/2009)
  • Genoa – Cagliari 2-1 (Serie A 2008/2009)

 

Probabili formazioni:

Juventus (4-3-3) Neto; Lichtsteiner, Barzagli, Rugani, Asamoah; Rincon, Hernanes, Marchisio; Cuadrado, Mandzukic, Dybala. Allenatore: Allegri.
Atalanta (3-4-1-2) Berisha; Konko, Caldara, Masiello; Raimondi, Migliaccio, Grassi, Spinazzola, Kurtic; Pesic, D’Alessandro. Allenatore: Gasperini.