Cristian Bucchi è il nuovo allenatore del Sassuolo. Dopo la separazione tra il club neroverde e Eusebio Di Francesco, allenatore per 5 stagioni del Sassuolo e artefice della promozione prima e della permanenza poi in Serie A, la società del patron Squinzi ha scelto l’ex tecnico del Perugia per la stagione 2017/2018. L’ex attaccante, tra le altre, di Napoli, Bologna, Perugia e Pescara, è alla sua prima esperienza nella massima serie.

Un bomber da 59 reti in Serie A

Bucchi è un ex attaccante che ha vissuto quasi tutte le realtà del nostro calcio. 11 reti in 59 presenze in Serie A per il nuovo tecnico del Sassuolo, cresciuto calcisticamente nella Sambenedettese, per poi esordire a 21 anni in massima serie proprio con il Perugia di Luciano Gaucci.

“Berardi: spero resti”

Questo l’auspicio del tecnico, come affermato in conferenza stampa di presentazione: “Spero di poterlo avere. Lui è un giocatore importantissimo, speriamo possa rimanere. Chi resta a Sassuolo penso che lo debba fare motivato, faremo le nostre valutazioni con la proprietà. Chi andrà via sarà sostituto nel migliore dei modi. Cercheremo di arrivare ai risultati sportivi con il gioco, cercherò di mettere qualcosa di mio”.  

Il punto tattico

Tra il mercato che deve ancora cominciare e il cambio tecnico effettuato, non è facile capire come sarà il nuovo Sassuolo. Possiamo solo precisare che l’ex allenatore del Perugia varia molto il proprio modulo durante la partita. Il 4-3-3 dovrebbe rimanere l’impianto base del Sassuolo anche la prossima stagione. Questo perché la dirigenza emiliana aveva ammesso di essere in cerca di un allenatore che prediligesse questo modulo, in modo da poter ripartire da una base solida per costruire la squadra. Bucchi ha appena chiuso la sua stagione al Perugia con il 6° miglior attacco e 3° miglior difesa del campionato.