liga 3a giornata

Per sapere quando sono pronti i pronostici

Valencia - Huesca

Sabato 26 Settembre ore 16:00

Estadio Mestalla

I pronostici del software statistico

Non ADM
Multigol 1-4 DIFFICOLTÀ BASSA
1.17

ALTRI PRONOSTICI DI La Liga

I pronostici del software su Valencia-Huesca

Nella terza giornata di Liga il Valencia ospita i neopromossi dello Huesca e dovremo andare con i piedi di piombo , poiché non abbiamo ancora una statistica delineata per la squadra ospite, come ha dimostrato nella precedente gara contro il Cadice: proviamo, quindi, a identificare qualche ambito sicuro con i dati che abbiamo.

Una prima osservazione fa emergere l “Under3.5”, dato che il Valencia ha concluso lo scorso anno con 6 “Under3.5” consecutivi in casa (17 su 19 partite totali) e 13 “Under3.5” nelle ultime 14 gare in generale (31 su 38 gare totali) e lo Huesca, allo stesso modo, ha realizzato 33 “Under3.5” su 42 partite, nonché 16 “Under3.5” su 21 gare in trasferta.

Nonostante ciò, trattandosi di uno scontro fra una squadra di esperienza e una neopromossa, mi orienterei più verso un “Multigol 1-4”, il quale gode di un buon sostegno statistico, in particolar modo nei numeri del Valencia, che ha totalizzato 21 “Mutigol 1-4” nelle ultime 22 gare dello scorso campionato e 18 “Mutigol 1-4” nelle 19 partite in casa.

Inoltre, come esito comune abbiamo l “1X”, visto che il Valencia, nella passata stagione, ha ottenuto 18 “1X” su 19 gare casalinghe (abbiamo abbondantemente parlato nel precampionato dell’incredibile rendimento domestico degli andalusi), d’altro canto lo Huesca, pur avendo trionfato nella categoria, ha mostrato un andamento in esterna tutt’altro che positivo ( 15 “1X” su 21 trasferte).

Le statistiche di Valencia-Huesca

Le due formazioni hanno iniziato la temporada in modi diametralmente opposti, da un punto di vista statistico, tant’è che il Valencia viene da 1 vittoria e 1 sconfitta, entrambe terminate in “Gol” e “Over2.5”, mentre lo Huesca, anche lui reduce da 1 vittoria e 1 sconfitta, ha realizzato, in ambo le occasioni, “NoGol” e “Under2.5”.

Non ci aiuta nemmeno osservare i trend conclusivi della passata annata, perchè le squadre, nei rispettivi numeri casalinghi e in esterna, mostrano risultati altalenanti: il Valencia ha centrato 3 “NoGol” consecutivi alla fine della stagione, ma sul totale, la prevalenza è nel senso del “Gol” (11 su 19 gare) e, parimenti, lo Huesca ha realizzato 3 “NoGol” nelle ultime 4 partite, pur non essendoci una tendenza generale in tal senso.

Ad ogni modo una certezza giunge dal “Gol Casa”, realizzato 18 volte su 19 dal Valencia al Mestalla, parzialmente sorretto dai dati esterni degli ospiti, che in tutto hanno subito 25 reti in 21 trasferte, per una media di poco più di un gol subito a partita: i padroni di casa mostrano poi una tendenza al “Gol Ospite” (12 su 19), la quale, però, non trova corrispondenza nei numeri dello Huesca, che ha segnato solo 19 gol in 21 partite esterne.

I precedenti su Valencia-Huesca

Sono solo due i precedenti fra queste due formazioni, dunque non possiamo trarne nessuna conclusione statisticamente affidabile, però possiamo notare che entrambi sono terminati con una vittoria del Valencia (sostenendo il nostro precauzionale 1X), in “Gol” e “Over2.5”: in particolare, l’ultimo scontro è terminato 2-6 per i Pipistrelli, confermandoci la cautela da adottare in questa giocata.

I pronostici della redazione

Non ADM
Multigol 1-4 DIFFICOLTÀ BASSA
1.17
1X DIFFICOLTÀ ALTA
1.21

I pronostici della redazione di Valencia-Huesca

L’ “1X” sembra praticamente certo in questo scontro, come viene confermato dall’ulteriore dato che il Valencia è rimasto imbattuto al Mestalla in 20 delle scorse 21 gare ivi disputate, cui si contrappone uno Huesca che, oltre ad essere neopromosso, non riesce a vincere in trasferta da 8 partite. Stesso discorso per il “Multigol 1-4” che si è verificato in una delle due partite del Valencia e in entrambe le gare dello Huesca: possibile la combo “1X+Multigol 1-4”.

Brutta tegola per i padroni di casa, che vedono fermarsi Gabriel Paulista, perno difensivo dei pipistrelli, uno dei pochi rimasti dopo la diaspora estiva, e potrebbe risentirne la tenuta della retroguardia. Lo Huesca sta pagando, forse, il mancato ingresso di alcuni nuovi acquisti, che tardano ad arrivare alla condizione ottimale, perciò giocheranno gli stessi della scorsa settimana, cui si sono aggiunti i carichi di lavoro dell’inizio di stagione ( che sono sempre più intensi).

I due stili di gioco

Il Valencia è una squadra incredibilmente concreta sotto porta, è bravissima a creare occasioni su palla lunga, nonché a rientrare in copertura sulle ripartenze, sfrutta bene le fasce laterali, oltre ad essere abile nei tiri da fuori e nelle chance da palla inattiva: tuttavia, gli errori individuali, la debolezza sulle palle inattive e su quelle filtranti, il fatto che i difensori patiscano gli avversari dall’alto livello tecnico individuale, nonché i troppi spazi di manovra concessi, spesso li espongono all’offensiva avversaria. Ed ecco perchè il “Gol Ospite” non va escluso a priori.

Lo Huesca, per contro, è ottima nel rubare palla agli avversari e a sfruttare le capacità individuali dei membri della sua rosa (mentre il Valencia lo patisce), ma presentano delle difficoltà che ci fanno ulteriormente favorire i padroni di casa: infatti, subiscono tantissimo gli attacchi sulle fasce (cosa in cui il Valencia è molto abile), non copre bene sulle ripartenze veloci e gli errori individuali spesso penalizzano, poiché ne scaturiscono anche falli in aree molto pericolose del campo (e il Valencia è un cecchino da palla inattiva).

Due mentalità a confronto

In casa Valencia preoccupa poi lo stato psicologico di due giocatori: Guedes, sostituito al 45° sia nella prima giornata che nella partita contro il Celta, impalpabile nella sua prestazione e ci si chiede se saprà reagire positivamente a questo scappellotto del mister o se invece crollerà ulteriormente. Altro giocatore in crisi è Kagin Lee, talento purissimo che a 19 anni è già indiscusso titolare, ma che, appunto, ha 19 anni e soffre di un’immaturità e di un egoismo che spesso, a gara in corso, creano enormi problemi (come nell’episodio con il Celta Vigo).

Il Valencia offre un gioco non troppo aggressivo, come si addice ad un equilibrato 4-4-2, tenta molti tiri, soprattutto dalla lunga distanza, essendo dotato di ottimi tiratori a centrocampo, ed è anche per questo che spesso la manovra passa in mezzo al campo (dove c’è Kondogbia): normalmente patiscono le squadre che tengono un pressing alto, ma non è questo il caso, poiché lo Huesca, che si presenta con un 4-3-3, tende a giocare la palla nella propria metà campo, per creare gli spazi di inserimento per i suoi giocatori più dotati offensivamente.

Le news su Valencia-Huesca

Difesa rattoppata quella del Valencia, con entrambi i centrali titolari out per infortunio, Mangala nella prima giornata e Paulista nella seconda, senza contare gli stop pregressi di Soler, Cheryshev, Gameiro e Cillessen (che forse verrà messo sul mercato): il Valencia arriva con la coperta molto corta a questa partita. Ci si aspetta sempre molto da Maxi Gomez, miglior marcatore del Valencia con 9 reti lo scorso campionato, che potrebbe sfruttare uno dei tanti cross che arrivano dalla fascia destra, dove opera Wass, che l’anno passato ha confezionato 6 assist per i suoi compagni.

Elogia gli avversari l’allenatore dello Huesca, Sanchez, che ha tessuto le lodi dell’organizzazione difensiva degli avversari, che non hanno lasciato nessuno spazio per le incursioni dei suoi giocatori, anche se è stata sua la scelta di evitare un gioco troppo verticale e ne hanno pagato le conseguenze. La cosa più importante è proprio imparare a tirare fuori il risultato da questo tipo di partite ed essere più competitivi nelle partite che sulla carta sono alla loro portata. Occhi puntati su Rafa Mir, che ancora è rimasto a secco in Liga e cerca il suo primo gol, l’uomo dalle qualità individuali più spiccate fra le fila degli ospiti.

Probabili formazioni Valencia-Huesca

Valencia (4-4-2): Jaume; Wass, Guillamon, Diakhaby, Gayà; Musah, Esquerdo, Kondogbia, Guedes; Kagin Lee, Maxi Gomez: All. Gracia

Indisponibili: Soler, Cillessen, Cherishev, Gameiro, Paulista, Mangala

Squalificati: /

Huesca (4-3-3): Fernandez; Maffeo, Pulido, Siovas, Galan; Eugeni, Mosquera, Carlos; Mir, Okazaki, Ferreiro: All. Sanchez

Indisponibili: /

Squalificati: /

Iscriviti

Okpronostico non riceve alcun finanziamento pubblico, se vuoi

Le statistiche di Valencia-Huesca

Non ci sono esiti in comune tra le due squadre

VALENCIA (9°)

IN GENERALE (38 gare)

14 V (37%), 11 P (29%), 13 S (34%)

  • 2 sconfitte nelle ultime 3
  • 4 “1” consecutivi
  • 8 “1” nelle ultime 10
  • 21 “1X” nelle ultime 22
  • 9 “12” (senza pareggi) nelle ultime 10
  • 30 “Gol Casa” nelle ultime 31
  • 3 “No Gol” consecutivi
  • 8 “No Gol” nelle ultime 10
  • 3 “Under 2.5” consecutivi
  • 7 “Under 2.5” nelle ultime 9
  • 13 “Under 3.5” nelle ultime 14
  • 18 “Multigol 1-4” consecutivi
  • 21 “Multigol 1-4” nelle ultime 22
IN CASA (19 gare)

11 V (58%), 7 P (37%), 1 S (5%)

  • 2 “1” (vittorie) consecutivi
  • 3 “1” (vittorie) nelle ultime 4
  • 18 “1X” nelle 19
  • 18 “Gol Casa” nelle 19
  • 5 “Gol Ospite” nelle ultime 7
  • 3 “No Gol” nelle ultime 4
  • 4 “Under 2.5” nelle ultime 5
  • 6 “Under 3.5” consecutivi
  • 14 “Under 3.5” nelle ultime 15
  • 15 “Multigol 1-4” consecutivi
  • 18 “Multigol 1-4” nelle 19

DALLE SCORSE STAGIONI

  • 19 “1X” nelle ultime 20 in casa
  • 19 “Gol Casa” nelle ultime 20 in casa
  • 22 “Multigol 1-4” nelle ultime 23 in casa

Huesca non ha giocato in Liga nel 2019/20