Giappone-Cile

Lunedì 18 Giugno ore 01:00

Il pronostico:

“Gol Ospite” (1.12)  DIFFICOLTÀ MEDIA

ALTRI PRONOSTICI

Il Cile non ci convince

Per il pronostico su questa gara, bisognerà capire effettivamente quanto il Giappone ci tenga a voler fare bene in questa competizione. Il Cile sembra attraversi quella fase di passaggio da una generazione all’altra, e la non qualificazione al Mondiale ne è stata quasi una certificazione. L’X2 non è quotato e ci convince poco, ma la solidità difensiva del Giappone non è granché. Dunque un Gol Ospite a quota 1.12 offre maggiori garanzie, ma per il resto non ci sentiamo di consigliarvi altro.

Conosciamo il Giappone

Il Giappone disputerà il 2° torneo internazionale negli ultimi 6 mesi, dopo aver perso lo scorso febbraio la coppa d’Asia contro il Qatar. L’obiettivo sarà quello di stupire in questa Copa America, dando seguito a quanto di buono fatto al mondiale 2018, uscendo agli ottavi contro il Belgio, dopo aver superato un girone con Polonia, Senegal e Colombia. Passando alla squadra, il Ct. Moriyasu ha selezionato una pletora di giocatori under 25 con Kawashima, Shibasaki e Okazaki gli unici 3 che hanno una notevole esperienza.

Il Ct. Moriyasu

Il 3-4-3 con il quale dovrebbe scendere in campo il Giappone, dovrebbe garantire un gioco offensivo sulle fasce. Esterni che saranno fondamentali in fase difensiva, andando a compattare la difesa nei momenti di attacco avversario.

Cile bi-campione in carica

Il Cile ha vinto l’ultima edizione della Copa America, battendo in finale l’Argentina nel 2016 con il risultato di 4-2. C’è da dire che il Cile, prima del 2015 non aveva mai vinto la Copa America nella propria storia, conquistando di fatto 2 tornei di fila. Sulla base di ciò che il Ct. Reinaldo Rueda ha provato nelle ultime amichevoli, la scelta tattica più probabile dovrebbe essere o un 4-2-3-1 o un 4-3-3. L’obiettivo è quello di attaccare prettamente sulle ali. Comunque il tecnico è stato accusato anche di avere poca efficacia offensiva. In difesa invece la squadra ha riacquistato solidità quando Medel è stato ricollocato al centro.

Il Ct. Rueda

Rueda in carriera ha guidato le nazionali della Colombia e quelle di Honduras ed Ecuador, con cui ha disputato rispettivamente la coppa del mondo nelle edizioni del 2010 in Sudafrica e del 2014 in Brasile. Dal 2018 siede sulla panchina del Cile, nazionale che ha mancato la qualificazione ai recenti mondiali.

I convocati del Giappone

Portieri: Kawashima (Strasburgo),  Kojima (Oita Trinita), Osako (Sanfrecce Hiroshima)

Difensori: Ueda (Cercle Brugge), Itakura (Groningen), Iwata (Oita Trinita), Tatsuta (Shimizu S-Pulse), Hara (Sagan Tosu), Sugioka (Shonan Bellmare), Suga (Consadole Sapporo), Tomiyasu (Sint-Truiden)

Centrocampisti: Shibasaki (Getafe), Nakajima (Al-Duhail), Nakayama (Zwolle), Miyoshi (Yokohama FC Marinos), Ito (Amburgo), Matsumoto (Sanfrecce Hiroshima), Watanabe (Tokyo Verdy), Abe (Kashima Antlers), Kubo (FC Tokyo)

Attaccanti: Okazaki (Leicester), Maeda (Matsumoto Yamaga), Ueda (Hosei University)

I convocati del Cile

Le statistiche di Giappone – Cile

Il Giappone non ha pareggiato nessuna delle 7 gare disputate dopo il mondiale 2018, reduce da ben 6 Multigol 1-4 consecutivi, ed una fase offensiva niente male: 7 gare di fila in cui è andata a segno. Il Cile ha perso solo una delle ultime 4 partite, reduce da 5 “Gol” consecutivi e una tendenza all’Over 2.5.

I precedenti di Giappone – Cile

Negli ultimi 2 confronti tra le due compagini, il Cile non ha mai battuto il Giappone: 0-0 nel 2008 e una sconfitta per 4-0 nel 2009 in amichevole.

Ultime dai campi

Come già detto, il Ct. in mezzo a tanti giovani, ha convocato anche Okazaki, bomber di sicuro affidamento: 50 goal in 116 presenze con la maglia del Giappone. Il tecnico del Cile invece si affiderà sicuramente al suo giocatore più rappresentativo: Alexis Sanchez, autore di 41 goal in 124 presenze con la maglia della nazionale.

Probabili formazioni:

Giappone (3-4-2-1): Schmidt; Tomiyasu, Shoji, Hatanaka; Junya, Hashimoto, Kobayashi, Haraguchi; Minamino, Doan; Nagai. Ct.: Moriyasu.

Cile (4-2-3-1): Cortes; Isla, Medel, Maripan, Beausejour; Aranguiz, Pavez; Fuenzalida, Vidal, Vargas; Castillo. Ct.: Rueda.

Lo studio statistico: 

GIAPPONE (5°)

IN GENERALE (7 gare)

6 V (86%), MAI P, 1 S (14%)

  • SEMPRE “12” (senza pareggi)
  • 6 vittorie nelle 7 gare
  • 3 “2” consecutivi
  • 7 gare consecutive in cui segna almeno un goal
  • 3 gare in cui non subisce goal nelle ultime 4
  • 6 “Multigol 1-4” consecutivi

CILE (9°)

IN GENERALE (8 gare)

3 V (38%), 2 P (25%), 3 S (38%)

  • Solo 1 sconfitta nelle ultime 4 gare
  • 3 “1” nelle ultime 4 gare
  • 5 gare consecutive in cui subisce goal
  • 6 gare consecutive in cui segna almeno un goal
  • 6 gare in cui subisce goal nelle ultime 7
  • 5 “Gol” consecutivi
  • 6 “Gol Ospite” consecutivi
  • 4 “Over 2.5” nelle ultime 5 gare