Brasile-Argentina

Mercoledì 3 Luglio ore 02:30

Il pronostico:

“Under 1.5 1° Tempo” (1.25)  DIFFICOLTÀ ALTA

“Under 1.5 1° Tempo + Over 0.5 2° Tempo” (1.75) BOMBA

* Le quote migliori per questa partita sono offerte da Matchpoint

ALTRI PRONOSTICI

Il pronostico su Brasile-Argentina

Ragazzi questa è una di quelle partite che hanno per la maggior parte delle volte una storia a sé, in cui le statistiche possono veramente delle volte non contare troppo. Pronosticamente parlando preferiamo non esporci troppo, puntando su un timido Under 1.5 1° Tempo. Perché mai?

Scorrendo la lettura di questo articolo vi accorgerete del carico di pressione addosso a queste due nazionali, per questo pensiamo di vedere una prima frazione un po’ bruttina, con due squadre timorose e restie ad affacciarsi troppo in avanti. Di qui la nostra idea di consigliarvi alternativamente anche X 1° Tempo, quotata 2.05 su sisal.it. Una bomba? Vi consigliamo Under 1.5 1° Tempo + Over 0.5 2° Tempo, poiché pensiamo che la gara possa sbloccarsi definitivamente nei secondi 45 minuti.

Come la pensiamo su questa semifinale di Coppa America

Da un lato c’è il pragmatismo di Tite, c’è un Brasile davvero ben organizzato tatticamente, ma che ci sembra faccia fatica ad esplodere. Manca l’esplosività alla Seleçao, manca il cosiddetto “fuoco”. Ne deriva un Brasile abbastanza bloccato e lo abbiamo visto ad esempio con il Venezuela e con lo stesso Paraguay ai quarti: una squadra volenterosa, ma priva di quell’istinto killer che porta a vincere le partite anche in modo sporco, ad esempio palla inattiva e goal dell’1-0 al 90°… No, non c’è. E quel 5-0 rifilato al Perù, come vi abbiamo già detto, ci è sembrato anche abbastanza bugiardo.

Dall’altro lato c’è l’ormai eterna incompiuta e confusionaria Argentina: cambiano i CT, ma non cambiano i risultati. Delusioni su delusioni, l’Albiceleste ha estremo bisogno di svoltare. Che sia ancora una scelta vincente affidarsi a Messi? Può sembrare un eufemismo questa frase, tuttavia è innegabile il fatto che il GOAT, con l’Argentina non è lo stesso di quello di Barcellona. A sua discolpa c’è da dire pure che vicino a sè in nazionale non ha un granché, ma vorremmo vedere da lui atteggiamenti più da leader, non solo tecnico, ma anche emotivo.

Due situazioni diverse, ma in qualche modo simili: parliamo di due nazionali che hanno un disperato bisogno di trovare la svolta, la chiave per cambiare il loro destino. Proprio per questo noi pensiamo al solo Under 1.5 1° Tempo come pronostico, vediamo dei primi 45 minuti assai cagati, con le due squadre schiacciate dalla pressione che preferiranno non esporsi troppo, stare indietro ed aspettare. Può uscire una rete nella seconda frazione? Probabile, vi consigliamo come bomba Under 1.5 1° Tempo + Over 0.5 2° Tempo.

Brasile-Argentina: capitolo marcatori

Per la Seleçao non possiamo non menzionarvi Coutinho: in assenza di Neymar e desideroso di riscatto dopo le opache prestazioni al Barça, il fantasista ha sfornato prestazioni d’alto livello in questa Coppa America, praticamente il leader tecnico della squadra.

  • Coutinho Segna Si: 3.25

Dato che non ci sarà Richarlison (out per parotite), per il Brasile vi consigliamo anche Gabriel Jesus (alla ricerca del primo goal) e Firmino, quest’ultimo invece già andato a segno contro il Perù.

  • Gabriel Jesus Segna Si: 3.00
  • Firmino Segna Si: 3.00

Sull’Argentina? Beh ovviamente lui, il GOAT! Anche detto Dr. Jekyll e Mr Hyde, sappiamo tutti delle sue repentine trasformazioni quando indossa la maglia dell’Argentina (ed i brasiliani sfottono). Tuttavia indimenticabile questa tripletta allo stesso Brasile ed è per questo che vi consigliamo una sua rete, anche perché finora ha messo a segno solo un goal, su rigore…

  • Messi Segna Si: 3.25

 

Notare quando (e quanto) era magro Higuain

 

Per l’Argentina impossibile tralasciare anche El Toro, Lautaro Martinez. Si può dire sia lui il vero trascinatore della squadra, autore delle reti iniziali che hanno permesso all’Albiceleste di battere rispettivamente Qatar e Venezuela. La stampa argentina lo ha eretto a simbolo della squadra e ci sarà da scommettere che grintoso com’è, farà di tutto per segnare in questa partita.

  • Lautaro Martinez Segna Si: 4.00

 

Il goal di tacco del Toro contro il Venezuela

 

Le statistiche di Brasile-Argentina

Ben 11 vittorie nelle ultime 14 gare per il Brasile, imbattuto nelle stesse, ma con 2 X nelle ultime 3 partite. Spiccano i 3 Under 1.5 1° Tempo nelle 4 gare disputate in Coppa America ed emerge il fatto che Alisson non abbia addirittura subito reti in 12 delle ultime 14 gare.

Per l’Argentina 6 vittorie nelle ultime 9 gare e solo una sconfitta nelle ultime 6 (all’esordio con la Colombia). Forte la tendenza all’ “12” dell’Albiceleste: ben 10 nelle ultime 11 partite. Ben 2 clean sheets consecutivi per il portiere Armani, con la squadra che invece ha segnato almeno un goal in 8 delle ultime 9 gare. Spiccano gli 8 Over 1.5 nelle ultime 9, ma anche i 4 Under 2.5 consecutivi… Ne derivano 10 Multigol 1-4 nelle ultime 11.

Le probabili formazioni di Brasile-Argentina

Dubbi a centrocampo per Tite

Non vi saranno significativi cambiamenti in formazione per il Brasile, col CT Tite che confermerà il 4-3-3 visto finora. Difesa confermata, l’unico dubbio riguarda Filipe Luis. A centrocampo tornerà Casemiro che ha scontato la squalifica, ovviamente Coutinho e uno tra Allan ed Arthur.

Quest’ultimo ballottaggio dipenderà dall’atteggiamento che vorrà il CT Tite, almeno nei primi 45 minuti: se prudente nella prima frazione, oppure già a trazione anteriore e con più geometria. In attacco out Richarlison (parotite), ecco allora Everton (due goal per lui), Firmino e Gabriel Jesus.

Se De Paul soffia il posto a Di Maria

Il centrocampista dell’Udinese ha convinto nelle ultime uscite e sarà riconfermato come mezz’ala di centrocampo (ruolo tra l’altro inedito per lui). In mediana Paredes davanti alla difesa a dare geometrie, lavoro sporco affidato ad Acuna. In avanti ecco Messi dietro le due punte Aguero e Lautaro Martinez, tridente che sembra funzionare.

Come sono andati i quarti?

Dopo il 5-0 rifilato al Perù, sono tornati gli spettri in fase offensiva al Brasile: solo 0-0 nei 90 minuti con il Paraguay ed innumerevoli le occasioni sprecati. Persiste comunque l’imbattibilità di Alisson, zero reti subite dai verdeoro in questa Coppa America.

E l’Argentina? Prestazione semi-convincente contro il Venezuela: la voglia di vincere era evidente, ma tanti i limiti tattici di questa squadra. Il CT Scaloni ha trovato un precario equilibrio col 4-3-1-2, ma centrocampo troppo leggerino per una competizione come la Coppa America. Ne deriva una fase difensiva sempre esposta a pericoli avversari, ed infatti il Venezuela ha rischiato più volte di segnare. Anche Messi, ci aspettiamo di più da lui! Solo un goal in questa Coppa America (su rigore) e più volte assente dal gioco.

La veste dei fantasmi del passato

Si giocherà lì dove avvenne il Mineirazo, la più grossa delusione sportiva del Brasile dopo il Maracanazo del ’50. Cicatrice (o ferita ancora aperta?) indelebile sulla pelle dei verdeoro quel 7-1 subito cinque anni fa dalla Germania. Era una semifinale, ed anche questa lo sarà: che il Brasile esorcizzi definitivamente quella notte contro i rivali di sempre? O la maledizione colpirà ancora? Giudice sarà il campo.

Non se la passa meglio l’Argentina, che nella Messi Era ha disputato tre finali, tutte perse. A partire dal mondiale brasiliano di cinque anni fa, fino alle due Coppa America consecutive perse all’ultimo atto con il Cile nel 2015 e nel 2016. L’Albiceleste non vince un titolo internazionale dal 1993 e il suo livello di pressione sarà pari e non inferiore a quello del Brasile.

 

Uno dei goal con cui Batistuta stese il Messico nel ’93, regalando l’ultimo titolo internazionale all’Argentina

 

Brasile-Argentina: il derby dei derby

Forse le due nazionali che hanno sfornato il maggior numero di talenti da quando è nato il futbol. Dell’eterna diatriba tra Pelè o Maradona, di Garrincha, Di Stefano, Kempes e Zico, Batistuta e Romario, Riquelme e Ronaldinho, passando per Ronaldo, Veron, Messi, Neymar… E chissà quanti altri ne stiamo dimenticando.

Brasile-Argentina rappresenta l’essenza del calcio, il talento, la cattiveria, la furbizia, lo spettacolo, il campanilismo, il tifo. Per quanto le due nazioni siano vicine, le loro culture sono molto diverse, ma una cosa ce l’hanno in comune questi ragazzi: la voglia di riscatto.

Che siano brasiliani o argentini, che vengano da una favela o da un barrìo, hanno per la maggior parte storie infamanti e affamanti alle loro spalle: ora hanno fame! In questo caso l’unico modo per farlo è giocare bene al futbol, spaccare il mondo in due e riscattare la propria vita. Meditate Azzurrini!

Brasile-Argentina: i precedenti

Questa sfida è stata teatro di ben due finali di Coppa America, nel 2004 e nel 2007. In entrambe le occasioni fu il Brasile ad imporsi, ai rigori nel 2004 e con un secco 3-0 invece nel 2007.

 

Ahhhh come giocava l’Imperatore…

 

Ben 103 i confronti tra Brasile ed Argentina, il bilancio vede 43 vittorie da parte della Seleçao, 22 pareggi e 38 vittorie per l’Albiceleste.

Probabili formazioni:

Brasile (4-3-3): Alisson; Dani Alves, Thiago Silva, Marquinhos, Filipe Luís; Allan, Casemiro, Coutinho; Everton, Gabriel Jesus, Roberto Firmino. CT: Tite.

Argentina (4-3-1-2): Armani; Foyth, Pezzella, Otamendi, Tagliafico; De Paul, Paredes, Acuna; Messi; Aguero, Lautaro Martinez. CT: Scaloni.

Lo studio statistico: 

BRASILE

IN GENERALE (14 gare)

11 V (79%), 3 P (21%), MAI S

  • 11 vittorie nelle 14 gare
  • 2 “X” (pareggi) nelle ultime 3 gare
  • 14 gare consecutive senza sconfitte
  • 6 gare consecutive in cui non subisce goal
  • 12 gare in cui non subisce goal nelle 14

ARGENTINA

IN GENERALE (13 gare)

8 V (62%), 2 P (15%), 3 S (23%)

  • 2 vittorie consecutive
  • 6 vittorie nelle ultime 9 gare
  • 3 gare consecutive senza sconfitte
  • Solo 1 sconfitta nelle ultime 6 gare
  • 3 “2” nelle ultime 4 gare
  • 10 “12” (senza pareggi) nelle ultime 11 gare
  • 2 gare consecutive in cui non subisce goal
  • 8 gare in cui segna almeno un goal nelle ultime 9
  • 7 “Gol Ospite” consecutivi
  • 8 “Over 1.5” nelle ultime 9 gare
  • 4 “Under 2.5” consecutivi
  • 5 “Under 2.5” nelle ultime 6 gare
  • 10 “Multigol 1-4” nelle ultime 11 gare